Lanciarazzi multiplo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RM-70 serbo

Il lanciarazzi multiplo, abbreviato in MRL ((EN) multiple rocket launcher), è un sistema di lancio di razzi d'artiglieria non teleguidati. Hanno in genere minore precisione e minore frequenza di fuoco rispetto all'artiglieria tradizionale, ma hanno la capacità di rilasciare simultaneamente molti quintali di esplosivo, con effetti devastanti. I moderni MRL sono spesso montati a bordo di veicoli corazzati cingolati e hanno gittata di decine di chilometri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo esempio è probabilmente il Hwacha coreano, risalente al 1451. Consisteva in piccoli razzi attaccati a frecce, che sparavano delle punte al momento della detonazione.

I lanciarazzi divennero potenti prodotti industriali nel '900; i più famosi sono i Katyusha sovietici, detti anche organi di Stalin, utilizzati nella seconda guerra mondiale e nella guerra fredda. Erano semplici sistemi fatti di batterie di rampe di lancio, montate su autocarri. L'equivalente tedesco era il Nebelwerfer, e quello britannico il Land Mattress, entrambi montati su rimorchio.

MRL sovietici[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i Katyusha, lo sviluppo dei lanciarazzi sovietici, potenti, mobili ed economici, non si fermò certo. Occorrevano armi più precise e di miglior gittata. I vecchi razzi come i BM-8 (Boevaja Mašina, sigla utilizzata per i razzi dei Katyusha) o i pesanti BM-30 sparirono rapidamente, ma il BM-13, con i suoi 16 razzi lanciabili a 8 km di gittata, è rimasto in servizio per addestramento almeno fino agli anni ’80. L’industria egiziana ne ha addirittura prodotto le munizioni. Con l’avvento del periodo post-bellico, comunque, nonostante le terribili distruzioni subite dall’economia e dalla stessa popolazione sovietica, lo sviluppo di nuove armi continuò con più tranquillità ma uguale determinazione. I tubi di lancio si sostituirono alle rampe perché erano più precisi e proteggevano le munizioni dalle intemperie. Il primo tentativo di sostituire il BM-13 si ebbe con il BM-14, 10 tubi di lancio calibro 140 mm e 10 km circa di gittata. Nel campo dei razzi pesanti, vi furono il BM-24, ancora con rampe di lancio, 12 razzi calibro 240 mm sia su autocarri che, più raramente, su cingolati. Un altro sistema era il BMD-20, per le truppe aviotrasportabili, che curiosamente ebbero il lanciarazzi più potente dell’epoca: 200 mm di calibro e ben 20 km di gittata, anche se solo 4 razzi pronti al lancio. Ancora più grande era il BMD-25, con 6 razzi da 250 mm e gittata addirittura superiore ai 30 km, ovvero paragonabile a quella dei primi FROG. Dal 1964 si entrò in una nuova era, con il BM-21, con stabilizzazione per governale e per alette, la combinazione delle quali (prima il razzo comincia a ruotare nel tubo di lancio mano a mano che si muove grazie ad apposite scanalature, poi si dispiegano anche le alette caudali) dava grande precisione e la nuova arma rimpiazzò gradatamente quasi tutte le precedenti.

Tabella di MRL[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono messi a confronto alcuni celebri MRL.

Modello Paese origine N° razzi Calibro Testata Gittata max
LARS II Germania 36 110 mm 17 kg 14 km
YMR-32 Jugoslavia 32 110 mm 20 kg 20 km
Tipo 75 Giappone 30 130 mm  ?kg 15 km
Sakr 30 Egitto 40 122 mm 24 kg 30 km
Sakr 18 Egitto 30 122 mm 21 kg 18 km
FIROS 30 Italia 40 122 mm 24 kg 30 km
FIROS 25 Italia 40 122 mm 22 kg 25 km
ASTROS-30 Brasile 32 127 mm  ?kg 30 km
Tipo 63 Cina 12 107 mm 8,3 kg 8,5 km
Tipo 70 Cina 19 130 mm 14,7 kg 10,4 km
BM-24 URSS 12 240 mm 46 kg 11 km
BM-21 URSS 40 122 mm 19,5 kg 20,3 km
BM-22 URSS 16 220 mm 90 kg? 35 km
BM-30 URSS 12 300 mm 220 kg 90 km
MLRS USA 12 227 mm 300 kg 70 km

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra