NGC 6822

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NGC 6822
Galassia irregolare
NGC 6822
NGC 6822
Scoperta
Scopritore Edward Emerson Barnard
Anno 1881
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Sagittario
Ascensione retta 19h 44m 56.6s [1]
Declinazione -14° 47′ 21″[1]
Distanza 1,63 milioni a.l.  
Magnitudine apparente (V) 9,3[1]
Dimensione apparente (V) 15′,5 × 13′,5[1]
Caratteristiche fisiche
Tipo Galassia irregolare
Classe IB(s)m[1]
Altre designazioni
Galassia di Barnard,[1]
C 57, IC 4895,[1]
DDO 209,[1] PGC 63616[1]
Categoria di galassie irregolari

NGC 6822 (nota anche come Galassia di Barnard o C 57) è una galassia irregolare barrata visibile nella costellazione del Sagittario; fa parte del Gruppo Locale di galassie ed è simile come composizione e struttura alla Piccola Nube di Magellano. Può essere individuata con un telescopio di medie dimensioni.

Storia delle osservazioni[modifica | modifica sorgente]

Regioni di Formazione Stellare in NGC 6822.

Edwin Hubble fu lo scopritore di questa galassia: egli identificò al suo interno una quindicina di stelle variabili, undici delle quali Cefeidi, e studiò la distribuzione delle stelle fino a una magnitudine apparente pari a 19,4; fornì anche le caratteristiche spettrali, la luminosità e le dimensioni delle cinque nebulose diffuse individuate (si tratta in particolare di cinque regioni H II, fra le quali la Nebulosa Bolla locale e la Nebulosa Anello locale. Calcolò infine la magnitudine assoluta dell'intera galassia.

Le Cefeidi individuate da Barnard hanno ricoperto un ruolo fondamentale nell'evoluzione dell'astronomia: utilizzando la relazione periodo-luminosità delle Cefeidi egli fu in grado di determinare una distanza di oltre 700.000 anni luce, diventando così il primo sistema oltre le Nubi di Magellano ad avere una distanza accuratamente misurata (Edwin Hubble continuò su questa strada per la Galassia di Andromeda e la Galassia del Triangolo). Questa misurazione superava di gran lunga il valore di 300.000 anni luce stabilito da Harlow Shapley per le dimensioni dell'Universo. I dati dello studio di Hubble fecero concludere il Grande Dibattito del 1920 fra Heber Curtis e Shapley sulle dimensioni dell'Universo e sulla natura di quelle che all'epoca venivano chiamate "nebulose a spirale": diventò chiaro che queste nebulose a spirale altro non erano che galassie a spirale indipendenti poste all'esterno della Via Lattea.

Nel 1977, Paul W. Hodge estese la lista delle regioni H II individuate da Barnard nella galassia portandola a 16 oggetti; oggi se ne conoscono oltre 150.

Una regione H II in NGC 6822.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i NASA/IPAC Extragalactic Database in Results for NGC 6822. URL consultato il 15 marzo 2007.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]



Orion Nebula - Hubble 2006 mosaic 18000.jpg    New General Catalogue:    NGC 6820  •  NGC 6821  •  NGC 6822  •  NGC 6823  •  NGC 6824   
oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari