Nebulosa Elica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Occhio di Dio" rimanda qui. Se stai cercando il simbolo religioso-massonico, vedi Occhio della Provvidenza.
NGC 7293
Nebulosa planetaria
Credits HST/NASA
Credits HST/NASA
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Aquario
Ascensione retta 22h 29m 38,55s [1]
Declinazione −20° 50′ 13,6″[1]
Distanza 650 a.l.
(199 pc)
Magnitudine apparente (V) +7,6[1]
Dimensione apparente (V) 25′[2]
Caratteristiche fisiche
Tipo Nebulosa planetaria
Dimensioni 2,87 a.l.  
Magnitudine assoluta (V) 6,58
Altre designazioni
NGC 7293
Categoria di nebulose planetarie

La nebulosa Elica (NGC 7293, o Nebulosa Helix mantenendo il nome inglese) è una delle nebulose planetarie più vicine alla Terra[3]. Si trova a 200 pc o 650 a.l. dalla Terra nella costellazione dell'Aquario e ha un diametro angolare di circa 0,5°. È stata scoperta da Karl Ludwig Harding prima del 1824.

Ha un aspetto molto simile alla nebulosa Anello. È anche simile per dimensione, età e caratteristiche fisiche alla nebulosa Manubrio; le significative differenze nell'aspetto sono conseguenza della relativa vicinanza e del diverso angolo da cui la vediamo[4].

La nebulosa Elica viene spesso chiamata l'Occhio di Dio, a partire almeno dal 2003[5].

Informazioni generali[modifica | modifica wikitesto]

Animazione che mostra la formazione della nebulosa a partire da una gigante rossa.

La nebulosa Elica è un esempio di una nebulosa planetaria formatasi alla fine della vita di una stella di tipo solare. Gli strati gassosi esterni della stella espulsi nello spazio appaiono dal nostro punto di vista come se guardassimo dall'alto un'elica. Il nucleo centrale della stella, destinato a diventare una nana bianca, risplende così intensamente da rendere fluorescente il gas precedentemente espulso.

La nebulosa si trova a circa 650 anni luce dalla Terra nella costellazione dell'Aquario, e ha una dimensione di circa 2,5 anni luce. Le fotografie recenti di Helix sono delle composizioni di nuove immagini ottenute dallo strumento Advanced Camera for Surveys (ACS) del Telescopio Spaziale Hubble e immagini con grande angolo di visuale ottenute da un telescopio da 0,9 m presso l'Osservatorio Nazionale di Kitt Peak.

Sulla base della velocità di espansione, di 31 km/s, si stima che abbia 10 600 anni[4].

Altra immagine della Nebulosa Elica

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c SIMBAD Astronomical Database in Results for Helix Nebula. URL consultato il 7 dicembre 2006.
  2. ^ O'Dell, C. R.; McCullough, Peter R.; Meixner, Margaret, Unraveling the Helix Nebula: Its Structure and Knots in The Astronomical Journal, vol. 128, nº 5, 2004, pp. 2339-2356.
  3. ^ Hora, Joseph L.; Latter, William B.; Smith, Howard A.; Marengo, Massimo, Infrared Observations of the Helix Planetary Nebula in The Astrophysical Journal, vol. 652, nº 1, 2006, pp. 426-441.
  4. ^ a b O'Dell, C. R.; Balick, B.; Hajian, A. R.; Henney, W. J.; Burkert, A., Knots in Nearby Planetary Nebulae in The Astronomical Journal, vol. 123, nº 6, 2002, pp. 3329-3347.
  5. ^ Urban Legends Reference Pages in The Eye of God. URL consultato il 16 luglio 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Stephen James O'Meara, Deep Sky Companions: The Caldwell Objects, Cambridge University Press, 2003, ISBN 0-521-55332-6.

Carte celesti[modifica | modifica wikitesto]

  • Toshimi Taki, Taki's 8.5 Magnitude Star Atlas, 2005. - Atlante celeste liberamente scaricabile in formato PDF.
  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume II - The Southern Hemisphere to +6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-15-8.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.
  • Tirion, The Cambridge Star Atlas 2000.0, 3ª ed., Cambridge, USA, Cambridge University Press, 2001, ISBN 0-521-80084-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]



Orion Nebula - Hubble 2006 mosaic 18000.jpg    New General Catalogue:    NGC 7291  •  NGC 7292  •  NGC 7293  •  NGC 7294  •  NGC 7295   
oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari