Diametro angolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il diametro angolare è un angolo

In astronomia il diametro angolare (o dimensione angolare) di un oggetto è la misura del suo diametro rispetto alla distanza dall'osservatore, secondo la formula

\delta = \arctan{\frac{diametro}{distanza}}.

Ad esempio, un oggetto osservato da una distanza pari a 57,4 volte il proprio diametro avrà una dimensione angolare di circa 1°.

Significato astronomico[modifica | modifica sorgente]

Per l'osservatore O i due corpi celesti hanno lo stesso diametro angolare, pur avendo distanza e diametro diversi.

La nozione di diametro angolare è di uso comune in astronomia per stimare le dimensioni apparenti degli oggetti celesti visti da un determinato punto d'osservazione, ad esempio la Terra; a fini osservativi il diametro angolare si rivela molto più utile della semplice misura del diametro del corpo, perché fornisce una stima delle sue dimensioni apparenti.

Seguono alcuni semplici esempi.

Segue un prospetto dei diametri apparenti minimi e massimi dei principali oggetti del sistema solare, oltre che di alcune stelle, visti da Terra:

min. max
Sole 1889" (31' 29") 1953" (32' 33")
Luna 1796" (29' 56") 2009" (33' 29")
Mercurio 4,5" 13"
Venere 9,7" 66"
Marte 3,5" 25,7"
Giove 29,8" 49"
Saturno 14,5" 20,1"
Urano 3,3" 4,1"
Nettuno 2,2" 2,4"
Alpha Centauri circa 0,007"
Sirio circa 0,006"

Il diametro angolare del Sole dalla Terra è, del tutto fortuitamente, approssimativamente uguale a quello della Luna; sebbene il Sole sia effettivamente circa 400 volte più lontano della Luna, anche il suo diametro effettivo è 400 volte maggiore, e questo fa sì che le loro dimensioni apparenti nel cielo terrestre siano simili. Questa particolare coincidenza rende possibili eclissi di Sole molto suggestive.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica