Museo civico e della mail art

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°31′33″N 13°03′50″E / 43.525833°N 13.063889°E43.525833; 13.063889

Museo Civico e della Mail Art di Montecarotto
Esterno del Museo Civico e della Mail - Art di Montecarotto
Esterno del Museo Civico e della Mail - Art di Montecarotto
Tipo Arte, Arte contemporanea, Pittura, Scultura, Mail art
Indirizzo Via Tito Mei, 41
60036 Montecarotto (AN) Italia
Sito Pagina web del Museo civico e della mail art
Interno del Museo Civico e della Mail - Art di Montecarotto

Il Museo Civico e della Mail Art di Montecarotto (AN) è stato costituito nel 1984, grazie alle donazioni di alcuni dei maestri dell'arte italiana. Il museo dopo una lunga inattività e aperture saltuarie a causa della mancanza di spazi idonei è stato trasferito dalla sede provvisoria di Palazzo Baldoni e riaperto nel 2006 in occasione dell'annuale festa del verdicchio di Montecarotto, con un nuovo allestimento, nei prestigiosi locali ristrutturati che ospitavano un tempo le vecchie cantine del Teatro comunale. Si tratta di una singolare raccolta di opere di Mail Art, cioè di quell'arte che promuove, attraverso canali postali mondiali, la circuitazione di opere di piccole dimensioni (disegni, grafica, dischi, CD, piccole sculture, ecc.) realizzate da artisti collegati fra loro da iniziative libere o tematiche; sono presenti opere dei mailartisti Piermario Ciani, Vittorio Baccelli, Vittore Baroni, Anna Boschi, Piero Simoni, Ruggero Maggi, Walter Pennacchi, Emilio Morandi, Luigino Solamito, ecc.

Il prof. Bugatti, in rapporto di collaborazione con importanti artisti italiani e stranieri ed anche con Ernesto Treccani, raccolse materiale da collezioni di incisioni e di grafica dei maestri contemporanei da mettere a disposizione del museo, creando una sensibile corrispondenza artistica con le menti più ricettive all'arte postale. Anche Treccani, di passaggio a Montecarotto, realizzò un’incisione da inviare ai principali artisti del mondo perché fossero stimolati a fare altrettanto con le loro opere, desideroso di tramutare Montecarotto in un luogo di convergenza dinamica delle espressioni artistiche internazionali. Oggi il museo possiede importanti incisioni di artisti marchigiani, come quelle di Orfeo Tamburi con i paesaggi di Roma e di Parigi, di Pericle Fazzini relativa alla scultura del Cristo della sala Nervi in Vaticano e le Carte Lauretane di Arnoldo Ciarrocchi, Umberto Mastroianni, Sepo, Zauli, Cesare Zavattini, Aldo Borgonzoni e Orfeo Tamburi.

Percorso museale[modifica | modifica sorgente]

Attualmente sono state allestite due sale tematiche: una sulla Mail-Art con vetrine e pannelli espostivi, la seconda ospita disegni di Vito Pardo e opere di Ernesto Treccani, Orfeo Tamburi, Pericle Fazzini, Umberto Mastroianni, Arnaldo Ciarrocchi, Sepo, Zauli, Cesare Zavattini, Aldo Borgonzoni. La terza che dovrebbe accogliere testimonianze artistiche del ricchissimo patrimonio artistico montecarottese è in attesa di completamento.

Principali iniziative del museo[modifica | modifica sorgente]

Interno del Museo Civico e della Mail - Art di Montecarotto
  • Il 25 aprile 1987 è stata proposta la Manifestazione Momenti della Resistenza con opere di Ernesto Treccani, Umberto Mastroianni, Pericle Fazzini, Aldo Borgonzoni, Schiavoni.
  • Nel 1987 dall'8 agosto al 5 settembre è stata presentata l'iniziativa dedicata a Marcello Diotallevi intitolata Lettere autobiografiche di Marcello Diotallevi. All'iniziativa erano presenti inoltre il Lab di Bologna e gli artisti Cesare Zavattini, Dino Boschi, Franco Mulas, Aldo Borgognoni, Armando Pizzinato, Alfonso Frasnedi, Claudio Neri, Valeriano Trubbiani, Ernesto Fortuzzi, Otello Brocca, Luciano Cacciò, Mario Deditala, Mario Bocchini, Norma Mascellani, Sepo.
  • il 9 luglio 1988 è stata presentata Ex Vinis per una biblioteca sulla storia del vino e delle tecniche di vinificazione. Erano in mostra le tavole di Marsal ed altre incisioni del 1800 e la Mostra delle opere per l'operazione internazionale di Mail Art.
  • Il 2 luglio 1989 è stata presentata la mostra Documenti per un archivio di Storia dell'Agricoltura con Serafino Salvati e la sua Scuola pratica di agricoltura.
  • Tra il 29 aprile ed il 30 maggio del 1990 il Museo ha presentato Dossier Pace.
  • Nel 2000 vi è stata l'adesione al programma Musei da Scoprire dell'Associazione sistema museale della provincia di Ancona.
  • nel luglio 2006 il Museo è stato riaperto, con un nuovo allestimento e nei locali ristrutturati delle cantine del Teatro comunale. Si è inoltre tenuta una mostra dedicata a Ray Johnson, fondatore della Mail Art.[1]
  • Ad aprile del 2007 si è tenuto uno degli appuntamenti del ciclo di Incontri al Museo, tre incontri sull'arte contemporanea nelle Marche.[2]
  • Nel luglio 2007 si è tenuta la mostra Spirito di...vino, selezione di opere degli studenti dell'Istituto statale d'Arte Edgardo Mannucci realizzate sul tema del vino e della coltivazione della vite. La Kermesse si è tenuta in occasione della manifestazione Cantine Aperte 2007, organizzata dal Movimento Turismo del Vino delle Marche. È possibile scaricare il catalogo della mostra dal collegamento della nota.[3]
  • A marzo 2008 si è tenuta la mostra fotografica personale di Giorgio Bastianelli, Mani sapienti - viaggio nelle Marche alla scoperta di una antica sapienza artigianale.[4]
  • Il 4 - 5 ottobre 2008, il Museo Civico e della Mail Art di Montecarotto partecipa alla Sesta edizione della Giornata del Contemporaneo. I Contemporanei, la Giornata del Contemporaneo .[5]
  • Dal anno 2009 Il museo Civico e della Mail Art di Montecarotto ha aderito al progetto Carta Musei Marche che consente l'accesso a tariffe agevolate in tutte le strutture museali aderenti.[6]
  • Nel mese di maggio 2009 presso il Museo si è tenuta l'esposizione della prima mostra-concorso fotografico nazionale Paesaggi da scoprire – Passeggiate con obbiettivo.[7] un inedito connubio tra visite turistico-museali e visite naturalistiche, con la presenza di operatori museali e fotografi che hanno indicato ai partecipanti agli itinerari le modalità ed i tempi migliori per effettuare le foto che hanno poi partecipato al concorso.
  • Il 27 - 28 marzo 2010 nell'ambito della 18ª Giornata del FAI di primavera il museo Civico e della Mail Art di Montecarotto ha aderito all'iniziativa effettuando un'apertura straordinaria del Museo.[8][9]
  • Nell'ambito della rassegna Artèfoto festival internazionale di fotogiornalismo dal 28 maggio al 6 giugno 2010 si è tenuta la mostra fotografica Bangladesh, standing on the edge dell'artista e fotografa Munem Wasif.[10]
  • Il 9 - 10 ottobre 2010, il Museo Civico e della Mail Art di Montecarotto ha partecipato alla Sesta edizione della Giornata del Contemporaneo. I Contemporanei, la Giornata del Contemporaneo .[11][12]
  • Il Museo Civico e della Mail Art di Montecarotto e il Sistema Museale della Provincia di Ancona in occasione del 150º Anniversario dell’Unità d’Italia, hanno promosso un progetto di rete nazionale tra Istituti scolastici secondari di 1º e 2º grado delle Marche e di altre regioni italiane. Il progetto ha portato alla realizzazione da parte di ogni studente delle classi aderenti al progetto di un elaborato di mail-art riguardante il proprio territorio ed eventualmente le memorie risorgimentali del Comune o dell'area di riferimento. Le produzioni artistiche sono state esposte in una mostra nel Museo civico e della Mail-Art di Montecarotto nel mese di luglio del 2011.[13]
  • Mostra di Mail Art: "Italia: Unità nella Diversità" dal 29 giugno al 30 luglio 2011.[14] [15] [16] [17] La mostra si lega alle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia ed ha permesso, attraverso la presentazione delle opere realizzate da giovani di diverse regioni d’Italia, di conoscere uno spaccato di tutto il territorio nazionale, da cui è emerso un sentimento dell’Unità declinato nelle diverse sfumature locali e regionali. La mostra è itinerante per tutto il 2011 e le opere sono state ospitate anche nel Museo civico di Ripatransone a Ripatransone (AP), poi presso il Centro per la Documentazione per l’Arte Contemporanea – Palazzo Pergoli di Falconara Marittima (AN) e il Museo internazionale dell'immagine postale di Belvedere Ostrense (AN).
  • L' 8 dicembre 2011, nel Museo Civico e della Mail Art di Montecarotto per celebrare il restauro del portale del Monumento ai caduti della prima guerra mondiale (Montecarotto) di Vito Pardo si è tenuta la mostra "Vito Pardo - Spartaco Santelli carteggio tra l'artista e il falegname".[18]

Gallery[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Comunicato stampa della festa del verdicchio 2006 di Montecarotto per la riapertura del museo in musan.i. URL consultato il 07 0tt 2010.
  2. ^ Dal sito web del Sistema Museale della Provincia di Ancona invito all'incontro con il Professor Armando Ginesi in musan.i. URL consultato il 07 0tt 2010.
  3. ^ Dal sito web del Sistema Museale della Provincia di Ancona presentazione dell'iniziativa in musan.i. URL consultato il 07 0tt 2010.
  4. ^ Dal sito web del Sistema Museale della Provincia di Ancona presentazione dell'iniziativa in musan.i. URL consultato il 07 0tt 2010.
  5. ^ Dal sito web AMACI Associazione Musei d'arte Italiani Programma della giornata 2010 dell'arte contemporanea presso il museo civico e della mail-art di Montecarotto in amaci.org. URL consultato il 14 0tt 2010.
  6. ^ Dal sito web Carta Musei delle Marche in cartamusei.marche.it. URL consultato il 10 0tt 2010.
  7. ^ Dal sito web Paesaggi da scoprire Mostra fotografica presso il museo civico e della mail-art in paesaggidascoprire.it. URL consultato il 07 0tt 2010.
  8. ^ Dal sito del FAI programma dei beni aperti in giornatafai.it. URL consultato l'08 0tt 2010.
  9. ^ Dal sito del Sistema Museale della Provincia di Ancona programma dei beni aperti a Montecarotto durante la giornata FAI in musan.it. URL consultato il 10 0tt 2010.
  10. ^ Dal sito web Artèfoto festival Mostra fotografica di Munem Wasif presso il museo civico e della mail- art in artefotofestival.org. URL consultato il 07 0tt 2010.
  11. ^ Dal sito web AMACI Associazione Musei d'arte Italiani Programma della giornata 2010 dell'arte contemporanea presso il museo civico e della mail-art di Montecarotto in amaci.org. URL consultato l'08 0tt 2010.
  12. ^ Dal sito web Sistema Museale della Provincia di Ancona Programma della giornata 2010 dell'arte contemporanea presso il museo civico e della mail-art di Montecarotto in musan.it. URL consultato l'08 0tt 2010.
  13. ^ Dal sito web Sistema Museale della Provincia di Ancona Programma e dettagli dell'iniziativa in musan.it. URL consultato il 10 0tt 2010.
  14. ^ Dal sito web del comune di Montecarotto Programma e dettagli dell'iniziativa in comune.montecarotto.an.it. URL consultato il 19 Giu 2011.
  15. ^ Dal sito web Sistema Museale della Provincia di Ancona Programma e dettagli dell'iniziativa in musan.it. URL consultato il 19 Giu 2011.
  16. ^ Dal sito web ufficiale del progetto Italia unita nella diversità in italiaunitanelladiversita.it. URL consultato il 19 Giu 2011.
  17. ^ Dal sito web pagineeventi.it Programma e dettagli dell'iniziativa in pagineeventi.it. URL consultato il 19 Giu 2011.
  18. ^ Inaugurazione restaurato portale Chiesa San Francesco - Montecarotto in comune.montecarotto.an.it. URL consultato l'8 aprile 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]