Vito Pardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vito Pardo (Provincia di Venezia, 25 marzo 18721933) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le notizie sul Pardo sono scarse e poco si conosce sul luogo della sua nascita se non che è individuabile nella Provincia di Venezia. Fu allievo di Antonio Dal Zotto[1] prima e di Giulio Monteverde una volta trasferitosi a Roma; fu amico di Giovanni Pascoli. Sue opere, soprattutto monumenti di grandi dimensioni in bronzo fuso, sono presenti sia in Italia che all'estero.

Opere principali e conosciute (incompleto)[modifica | modifica wikitesto]

Vito Pardo nei musei[modifica | modifica wikitesto]

Galleria fotografica delle Opere di Vito Pardo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ notizia tratta dal sito "I luoghi della memoria", progetto del Comitato nazionale per le celebrazioni del 150º anniversario dell'Unità d'Italia
  2. ^ Pagina del sito web ufficiale del Comune di Castefidardo dedicata al Monumento di Vito Pardo in castelfidardo.an.it. URL consultato il 06 0tt 2010.
  3. ^ Articolo del Professor Virginio Villani sul Monumento ai caduti di Vito Pardo nelle Chiesa di San Francesco di Montecarotto in viverejesi.it. URL consultato il 04 0tt 2010.
  4. ^ Articolo sul Monumento ai caduti di Vito Pardo di Monteleone di Puglia in irpinia.biz.it. URL consultato il 04 0tt 2010.
  5. ^ Articolo sul Monumento ai Caduti della Guerra 1915-1918 di Borrello in borrellosite.com. URL consultato il 06 0tt 2010.
  6. ^ Articolo sul Monumento ai caduti di Vito Pardo di Grottammare in ilquotidiano.it. URL consultato il 29 Feb 2011.
  7. ^ Articolo sul Monumento ai caduti di Vito Pardo di Grottammare in marchenotizie.net. URL consultato il 29 Feb 2011.
  8. ^ Cimitero Monumentale di Messina in byitaly.org. URL consultato il 04 Ott 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]