Ingegneria informatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'ingegneria informatica è la branca dell'ingegneria che si occupa dell'analisi, dello sviluppo e del progetto dei sistemi per l'elaborazione dell'informazione.

Requisiti per iscriversi al corso nelle università italiane[modifica | modifica wikitesto]

In Italia diverse università erogano corsi di studio di ingegneria informatica che richiedono come requisito di iscrizione un Diploma di Scuola Secondaria Superiore o un altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo e lo svolgimento di un test di ammissione comprensivo di quesiti sulla lingua inglese, sulla matematica, sulla comprensione di un testo argomentativo e sulla fisica. Generalmente il non raggiungimento immediato di un punteggio minimo nel test o nella sua parte di inglese non pregiudicano la possibilità di iscrizione, ma può imporre limitazioni sulla possibilità di sostenere gli appelli d'esame del primo anno o dei successivi.

Parallelismo con il corso di laurea in informatica e corsi esteri simili[modifica | modifica wikitesto]

Il corso di laurea in informatica è una laurea che si contrappone alla laurea in ingegneria informatica. È da sottolineare il fatto che entrambe le lauree contengano un grande bagaglio culturale e che siano differenti sotto diversi aspetti. Il corso di laurea in ingegneria informatica tende a specializzarsi nell'utilizzo dell'informatica per risolvere i tipici problemi ingegneristici e per la progettazione di sistemi informatici. Il corso di laurea in informatica ha una connotazione più logico-matematica[1]: tratta i fondamenti scientifici dell'informatica (ad es. la Teoria della complessità computazionale) e la loro applicazione per lo studio e la realizzazione di algoritmi, linguaggi (ad es. per la programmazione), sistemi per la gestione di basi di dati, compilatori, sistemi operativi, ecc. Nonostante le differenze esistenti tra le due lauree, dottori in informatica e ingegneri informatici spesso si ritrovano a lavorare insieme.

I corsi di laurea italiani di ingegneria informatica tendono ad essere degli ibridi di corsi di laurea più specifici presenti in alcuni paesi esteri, tra cui quelli di lingua anglosassone: computer science, ovvero informatica pura, information technology, riconducibile all'ingegneria delle telecomunicazioni, software engineering, ovvero ingegneria del software e Computer Engineering. Sebbene quest'ultimo sia il corso di studi più vicino all'ingegneria informatica italiana, nel corso di studi di quest'ultima vengono regolarmente inseriti insegnamenti propri delle altre, come, ad esempio, l'informatica teorica; lo studio delle reti di telecomunicazione e dei protocolli ad esse associati; lo studio dell'elettronica, delle reti logiche e delle componenti hardware dei calcolatori. Per quanto riguarda la durata dei corsi di studio, generalmente si tratta di tre anni completabili con due di specialistica, mentre in passato si trattava di lauree a ciclo unico.

Bagaglio di conoscenze acquisite negli insegnamenti universitari[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti i corsi in ingegneria, agli studenti vengono insegnate le materie che vanno a costituire l'insieme di conoscenze comune a tutti gli ingegneri, ovvero la Matematica, sotto forma di Analisi 1, Analisi 2, Geometria e Algebra lineare, Statistica e Calcolo delle Probabilità, con l'aggiunta di un corso di Logica e Algebra, fondamentale per comprendere al meglio l'informatica teorica e le reti logiche; la fisica, presente in Fisica (Classica), Fisica tecnica e Meccanica dei Sistemi; l'Elettrotecnica, le basi dell'Economia e dell'Organizzazione aziendale, nonché quelle della programmazione software. A questi si aggiungono insegnamenti più specifici dell'Ingegneria dell'informazione come fondamenti di Elettronica e fondamenti di Automatica e insegnamenti di indirizzo: Architettura dei calcolatori e dei Sistemi Operativi, Informatica teorica, Algoritmi e Strutture Dati, Reti logiche, Basi di dati, Sistemi Informativi, Ingegneria del software e insegnamenti tipici dei corsi di laurea in Ingegneria delle telecomunicazioni, come Reti di telecomunicazione e Internet o Piattaforme software per la rete. Infine si possono inserire nel piano di studi insegnamenti scelti da vari gruppi, ad esempio Applicazioni ipermediali, Robotica, Intelligenza Artificiale, Sicurezza delle reti, Teoria dei sistemi non lineari, Chimica generale, Automazione industriale, Misure, Teoria dei giochi.

Competenze[modifica | modifica wikitesto]

Un ingegnere informatico è quel professionista in grado di svolgere attività nella pianificazione, progettazione, realizzazione, gestione e esercizio di sistemi e infrastrutture per la rappresentazione, la trasmissione e l'elaborazione delle informazioni nonché della modellizzazione e simulazione di sistemi fisici. In quanto la laurea in ingegneria informatica nasce come laurea che si distacca dal corso di laurea in ingegneria elettronica, i laureati in ingegneria informatica hanno, oltre a tutte le competenze nel gestire la componente software, ottime conoscenze dell'elettronica e quindi sanno gestire, studiare e progettare bene con la categoria hardware: sono spesso in grado di progettare la parte software e hardware di sistemi elettronici quali le centraline e tutto ciò che riguarda l'automazione e la domotica.

Aspetti burocratici e giuridici[modifica | modifica wikitesto]

Il DPR 328/2001 art. 46 stabilisce che le attività professionali che formano l'oggetto della professione dell'Ingegnere dell'Informazione sono:

  • attività di progettazione, direzione lavori, stima e collaudo di impianti e di sistemi elettronici, di automazioni e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni;
  • i rilievi diretti e strumentali di parametri tecnici afferenti impianti e sistemi elettronici;
  • le attività che implicano l'uso di metodologie standardizzate, quali la progettazione, direzione lavori e collaudo di singoli organi o componenti di impianti e di sistemi elettronici, di automazione e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni, nonché di sistemi e processi di tipologia semplice o ripetitiva.

Ingegneria dell'Informazione[modifica | modifica wikitesto]

Si definisce spesso come ingegneria dell'informazione l'unione di ingegneria informatica, ingegneria dell'automazione, ingegneria elettronica, ingegneria delle telecomunicazioni. In senso strettamente universitario l'ingegneria dell'informazione è una classe di laurea e i corsi di laurea che vi sono compresi sono in genere quelli di cui sopra oltre ad altri, quali i recenti corsi in Ingegneria Meccatronica (es. Politecnico di Torino presso POLIS Oristano ed Università degli Studi di Padova). Questi ultimi, però, dato il contenuto fortemente interdisciplinare, sono classificati da alcune università tra le Ingegnerie dell'Informazione e da altre tra le ingegnerie industriali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FAQ Corsi di laurea in informatica - "Sapienza" Università di Roma

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tucker, Allen B. Jr. (1997), The Computer Science and Engineering Handbook, CRC Press;
  • Ian Sommerville, Software Engineering, Addison-Wesley;

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]