Filippo d'Assia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Filippo d'Assia, in tedesco: Philipp von Hessen-Kassel und Hessen-Rumpenheim (Offenbach am Main, 6 novembre 1896Roma, 25 ottobre 1980), fu Landgravio d'Assia-Kassel. Marito della principessa sabauda Mafalda di Savoia, morta nel campo di concentramento di Buchenwald.

Filippo, neo governatore dell'Assia, a Kassel nel 1933

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Filippo era il terzogenito del Langravio Federico Carlo d'Assia-Kassel, e della principessa Margherita di Prussia. Suo nonno era l'imperatore Federico III di Germania.

Nella prima guerra mondiale fu tenente nel reggimento Dragoni d'Assia, combattendo in Belgio e in Ucraina. In quegli anni di guerra i suoi due fratelli maggiori morirono e lui divenne l'erede del casato. Il padre nell'ottobre 1918 fu eletto re di Finlandia ma lo restò poche settimane e poi, finita la guerra, abdicò. Filippo nel 1919 si arruolò nei Freikorps. Lasciati gli studi in architettura nel 1923 si trasferì a Roma, come interior designer, frequentando l'aristocrazia romana.

Il 23 settembre 1925 sposò, a Racconigi, nel castello reale, Mafalda di Savoia, figlia del re Vittorio Emanuele III e di Elena del Montenegro.

Aderì nel 1930 al NSDAP. Dopo la nomina di Adolf Hitler come cancelliere tedesco il 30 gennaio 1933, Filippo fu nominato governatore della Provincia d'Assia-Nassau. Con il successo elettorale del partito di Hitler, divenne anche un membro del Reichstag. Durante i suo soggiorno in Italia, fu un agente tedesco presso la corte dei Savoia, agendo come intermediario dei rapporti tra Mussolini e Hitler.

Ufficiale delle SS durante la seconda guerra mondiale, nell'aprile 1943 fu trasferito al quartier generale di Hitler, che emanò un mese dopo un atto che vietava ai nobili tedeschi cariche nel partito. L'arresto di Mussolini il 25 luglio da parte di Re Vittorio Emanuele III rese la sua posizione ancora più difficile. Arrestato dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, fu internato nel campo di Flossenbürg.

La principessa Mafalda fu invece deportata il 23 settembre e morì nel campo di concentramento di Buchenwald il 28 agosto 1944. Mentre gli alleati avanzavano in Germania nell'aprile 1945, Filippo fu portato al campo di concentramento di Dachau. Dopo soli dieci giorni, però, fu trasferito in Tirolo insieme a circa 140 altri detenuti di spicco, dove liberato dalle truppe americane il 4 maggio 1945 a Villabassa.

A causa del suo precedente incarico di governatore d'Assia-Nassau, fu inviato in un centro di detenzione degli alleati sull'isola di Capri, ma fu successivamente rilasciato.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Dal matrimonio con la principessa Mafalda di Savoia nacquero quattro figli:

Albero genealogico[modifica | modifica sorgente]

Filippo d'Assia padre:
Federico Carlo d'Assia-Kassel
nonno paterno:
Federico Guglielmo d'Assia-Kassel
bisnonno paterno:
Guglielmo d'Assia-Kassel
bisnonna paterna:
Luisa Carlotta di Danimarca
nonna paterna:
Anna di Prussia
bisnonno paterno:
Carlo di Prussia
bisnonna paterna:
Maria di Sassonia-Weimar-Eisenach
madre:
Margherita di Prussia
nonno materno:
Federico III di Germania
bisnonno materno:
Guglielmo I di Germania
bisnonna materna:
Augusta di Sassonia-Weimar-Eisenach
nonna materna:
Vittoria, principessa reale
bisnonno materno:
Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha
bisnonna materna:
Vittoria del Regno Unito

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1928
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1928
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 1928
Predecessore Capo della casa di Assia-Kassel Successore
Federico Carlo 1940-1980 Maurizio

Controllo di autorità VIAF: 31690251 LCCN: no2003084345