Eluveitie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Eluveitie
Gli Eluveitie dal vivo al Metalcamp 2007
Gli Eluveitie dal vivo al Metalcamp 2007
Paese d'origine Svizzera Svizzera
Genere Folk metal[1]
Melodic death metal[2]
Celtic metal[3]
Periodo di attività 2002 – in attività
Etichetta Fear Dark Records
Twilight Records
Nuclear Blast (2007 - presente)
Album pubblicati 5
Studio 4 + 1 EP
Live 1
Sito web

Gli Eluveitie (L'elvetico in gallico, pronuncia: [ɛlˈveɪti][4]) sono un gruppo musicale folk metal svizzero formato da Chrigel Glanzmann nell'inverno del 2002.

Riguardo al nome Eluveitie il cantante Chrigel Glanzmann ha spiegato sull'essere elvetico al giorno d'oggi in un'intervista[5]:

« Non è una domanda facile, dipende dai punti di vista ma, in ogni caso, vogliamo tributare la cultura e le tradizioni di una civiltà che ha vissuto negli stessi posti in cui vivo ora io, quelli nei quali sono cresciuto. Gli Eluveitie vogliono essere il simbolo odierno di un passato da non dimenticare mai. »

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi: Vên e Spirit (2002-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente formati dal mastermind Chrigel Glanzmann nell'inverno 2002/2003 solo come studio project, il primo MCD Vên viene registrato nella primavera 2003.

Il MCD auto-prodotto riceve un responso molto positivo da parte della critica e del pubblico e in pochi mesi tutte le copie si esauriscono[6]. Nel 2004 gli Eluveitie firmano un contratto con l'etichetta olandese Fear Dark Records, la quale pubblica una versione di Vên ri-masterizzata, e in parte ri-registrata, e continua come band a tutti gli effetti, suonando concerti assieme a gruppi come Finntroll, Amon Amarth, Korpiklaani, Ensiferum e molti altri suonando in giro per l'Europa e a molti festival.

Gli Eluveitie dal vivo al Cernunnos Fest di Parigi, dicembre 2007.

Nonostante alcune defezioni, la band entra in studio verso la fine del 2005 e registra l'album di debutto Spirit, pubblicato per la Fear Dark Records. Un videoclip per la canzone Of Fire, Wind & Wisdom viene girato durante l'estate 2006 e diretto da Martin Schäppi, Merlin Sutter e Chrigel Glanzmann. L'album viene apprezzato per la commistione riuscita tra musica folk, melodic death metal e folk metal[7][8].

L'album si rivela un gran successo e la band suona parecchio dal vivo e partecipa ad importanti festival come il Graspop Metal Meeting in Belgio e il Summer Breeze Open Air in Germania. Intanto gli Eluveitie iniziano a lavorare sul nuovo materiale per il secondo album.

Il successo: Slania (2006-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'autunno 2007 il secondo album viene registrato tra diversi studi in Svezia, Svizzera e Liechtenstein e prodotto, missato e masterizzato da Jens Bogren (già con Amon Amarth e Opeth ai Fascination Street Studios di Örebro, in Svezia).

A dicembre 2007 iniziano a circolare le prime informazioni sul nuovo album, intitolato Slania[9]. A gennaio 2008 viene pubblicata su MySpace la canzone Inis Mona[10] e a febbraio, una settimana prima della pubblicazione, viene reso disponibile interamente in streaming[11]. Per Inis Mona viene girato un videoclip girato e diretto nuovamente da Martin Schäppi e Merlin Sutter. Slania è il disco della consacrazione della band, la quale si dimostra sempre più matura musicalmente e conferma ancora maggiormente il connubio tra musica folk e metal[12].

Gli Eluveitie dal vivo al Metalcamp, agosto 2007.

Per la Twilight Records vengono ripubblicati nel tardo autunno 2007 il disco di debutto Spirit e nella primavera 2008 Vên[13].

L'album esce in Germania, Svizzera ed Austria il 15 febbraio 2008, nel resto d'Europa il 18 febbraio e negli Stati Uniti l'11 marzo. Sempre a marzo viene pubblicato il video di Inis Mona[14].

L'album riscuote un gran successo, superiore al precedente, e alla band arrivano offerte da diverse etichette discografiche metal. Il 14 novembre 2007 viene firmato il contratto con la Nuclear Blast per la pubblicazione del terzo album[13].

Tra novembre e dicembre 2007 vengono confermate le apparizioni alle edizioni 2008 del Bloodstock Open Air Festival[15] e al Summer Breeze Open Air[16]. Ad aprile 2008 la band parte per il "Paganfest America Tour" assieme a Ensiferum. Turisas e Týr[17][18]. Sempre a gennaio viene confermata la presenza della band all'edizione 2008 del Metal Camp[19]. L'esibizione viene registrata e viene pubblicata sotto forma di Live @ Metalcamp 2008 in edizione limitata a 500 copie. Ad aprile partecipano alla decima edizione del New England Metal and Hardcore Festival[20].

Slania entra nelle classifiche in Svizzera alla posizione numero 35 e in Germania alla posizione numero 72 e per tutto il 2008 il gruppo è impegnato in tour e ai più grandi festival estivi europei così come in due tour negli Stati Uniti e in Canada e tre tour europei in Europa in soli 12 mesi.

Evocation I e il nuovo album (2008-presente)[modifica | modifica wikitesto]

A giugno 2008 i fratelli Rafi e Sevan Kirder lasciano la band per "motivi personali"[21]. A luglio vengono annunciati i sostituti: Päde Kistler e Kay Brem[22]. A detta di Anna Murphy con la defezione dei fratelli Kirder:

« La band in realtà non ci ha perso nulla, siamo sempre gli Eluveitie solo con dei membri nuovi in formazione. Dal momento che loro non contribuivano nel modo più assoluto nella stesura dei brani, in sostanza non è cambiato davvero nulla, forse abbiamo perso qualcosa per gli spettacoli dal vivo, ma credo che dopotutto abbiamo la stessa energia di sempre[23]»

In estate la band parte per il tour dei Kataklysm, accompagnati da Keep of Kalessin e Dying Fetus[24]. Ad ottobre-novembre partono per il "Heidenfest Tour 2008" assieme a Primordial, Equilibrium e Catamenia[25].

Anna Murphy e Meri Tadic dal vivo al Metalcamp nel 2007.

A dicembre 2008 entrano in studio per registrare il terzo album e prima parte di una saga di due episodi, Evocation I: The Arcane Dominion, che esce ad aprile 2009. Il disco è interamente acustico, i testi sono scritti in lingua gallica e la voce principale è Anna Murphy (il growl di Chrigel Glanzmann è assente e compare sporadicamente con un cantato pulito). Questo improvviso cambio di stile divide i fans e la critica tra chi avrebbe preferito un album sulla scia del precedente Slania[26] e tra chi ha apprezzato l'esperimento[27]. Il disco raggiunge nelle classifiche la posizione numero 20 in Svizzera e numero 60 in Germania[28]. Dall'album viene estratta la canzone Omnos come singolo, per la quale viene girato un videoclip.

A marzo 2009 suonano in Italia come supporto ai Kreator, assieme a Emergency Gate e Caliban, venendo apprezzati da pubblico e critica[29]. Seguono altri tour per l'Europa e il Nord America, così come il primo show in Russia. A novembre prendono parte all'Heathenfest America Tour assieme a Belphegor, Alestorm, Vreid e Kivimetsän Druidi[30].

A settembre entrano in studio per iniziare le registrazioni del quarto album[31]. La seconda parte Everything Remains (As It Never Was) è usci il 19 febbraio 2010[32] e sancisce il ritorno a sonorità metal dopo un album folk acustico.

L'11 e il 12 dicembre 2009 il gruppo ha suonato per intero l'album assieme a pezzi acustici e altri pezzi degli album precedenti al Bad Bonn Club di Düdingen. Anche alle date francesi di Nantes (18 dicembre) e Limoges (19 dicembre) vengono suonati alcuni pezzi dall'album.

Il video di Thousandfold è stato reso pubblico il 23 dicembre 2009[33], mentre per il singolo viene indetto un concorso per i fan per realizzare la copertina. Il 27 gennaio 2010 viene pubblicata su MySpace un'altra canzone dell'album, Kingdom Come Undone.

Assieme a Finntroll, Dornereich, Varg e Arkona hanno preso parte all'edizione 2010 del Paganfest[34]. Il 7 febbraio la band ha partecipato all'Alcheringa Xtreme Festival di Guwahati, suonando per la prima volta in India[35]. Il 26 marzo la band ha partecipato al Rocking Chair Festival a Vevey, in Svizzera mentre ad aprile ha avuto inizio il tour in USA e Canada al quale hanno preso parte anche Amon Amarth e Holy Grail. In alcune date erano presenti anche i Fear Factory mentre in altre gli Eluveitie hanno suonato da headliner al posto degli Amon Amarth.

La band, in seguito, ha annunciato la pubblicazione del quinto album, intitolato Helvetios, uscito il 10 febbraio sul mercato europeo e il 28 febbraio su quello Nord-Americano[36].

Stile e influenze[modifica | modifica wikitesto]

I Dark Tranquillity sono una grande influenza per la band, in particolare per il death metal.

La musica degli Eluveitie è "musica tradizionale folk celtica combinata con il melodic death metal, influenzata dal classico Gothenburg sound". Altre influenze vengono dal black metal. Il gruppo definisce il suo stile con il termine New Wave of Folk Metal[37], definizione stilistica in origine scherzosa secondo lo stesso cantante[38].

Alcune canzoni, come ad esempio Siraxta, Slania's Song o Omnos, sono scritte in lingua gallica. Per i testi in gallico la band si affida a David Stipfer, insegnante all’Università di Vienna[39].

Come influenze citano Moonsorrow, Asmegin, Manegarm e Dark Tranquillity[5]. Altri sono gli At the Gates, la musica folk celtica, band della Britannia, Irlanda, e la vecchia musica folk della Svizzera[6].

Formazione[3][modifica | modifica wikitesto]

Componenti attuali[modifica | modifica wikitesto]

Ex-componenti[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia della formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[40][modifica | modifica wikitesto]

Studio[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TrueMetal.it - Eluveitie
  2. ^ Recensione di Slania su TrueMetal.it
  3. ^ a b Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives - Eluveitie
  4. ^ :: Metalist Magazine :: Interviews :: Eluveitie
  5. ^ a b Intervista agli Eluveitie (Chrigel Glanzmann) da TrueMetal.it
  6. ^ a b Intervista Eluveitie
  7. ^ http://www.rockline.it/review1398.html
  8. ^ Recensione: Eluveitie, Spirit - TrueMetal.it
  9. ^ ELUVEITIE: New Album Details Revealed
  10. ^ ELUVEITIE: New Song Posted Online
  11. ^ ELUVEITIE: Entire New Album Available For Streaming
  12. ^ http://www.rockline.it/review2821.html
  13. ^ a b ELUVEITIE Signs With NUCLEAR BLAST RECORDS
  14. ^ ELUVEITIE: 'Inis Mona' Video Available
  15. ^ ELUVEITIE Confirmed For UK's BLOODSTOCK OPEN AIR Festival
  16. ^ ELUVEITIE Confirmed For Germany's SUMMER BREEZE Festival
  17. ^ ENSIFERUM, TURISAS, TÝR, ELUVEITIE To Team Up For 'Paganfest America' Tour
  18. ^ ENSIFERUM, TURISAS, TÝR: More PAGANFEST Dates Announced
  19. ^ KORPIKLAANI, ELUVEITIE, OCTOBER FILE Confirmed For Slovenia's METALCAMP Festival
  20. ^ NEW ENGLAND METAL AND HARDCORE FESTIVAL Details Revealed
  21. ^ ELUVEITIE Parts Ways With RAFI And SEVAN KIRDER
  22. ^ ELUVEITIE: New Members Announced
  23. ^ Intervista ELUVEITIE - I Figli Di Cernunnos
  24. ^ KATAKLYSM To Tour North America With DYING FETUS, ELUVEITIE And KEEP OF KALESSIN
  25. ^ PRIMORDIAL, ELUVEITIE, EQUILIBRIUM, CATAMENIA To Team Up For European Tour
  26. ^ Recensione Eluveitie - Evocation I - The Arcane Dominion - Metallized.it
  27. ^ http://www.metalitalia.com/cds/view.php?cd_pk=7407
  28. ^ ELUVEITIE: 'Evocation I' Lands On Swiss, German Charts
  29. ^ Report: Kreator - 03/02/09, Milano da TrueMetal.it
  30. ^ ELUVEITIE, BELPHEGOR, ALESTORM, VREID Join Forces For HEATHENFEST AMERICA Tour
  31. ^ ELUVEITIE Begins Recording New Album
  32. ^ ELUVEITIE: New Album Title, Artwork Revealed
  33. ^ (EN) ELUVEITIE: 'Thousandfold' Video Released, Blabbermouth.net, 23-12-2009. URL consultato il 16-01-2010.
  34. ^ FINNTROLL, ELUVEITIE, DORNENREICH, VARG, ARKONA To Team Up For PAGANFEST
  35. ^ (EN) Eluveitie to play INDIA for the first time!, MySpace.com, 26-01-2010. URL consultato il 27-01-2010.
  36. ^ Artwork, Tracklist and Releasedate for HELVETIOS revealed | Eluveitie – New Wave Of Folk Metal …
  37. ^ "Eluveitie's sound is authentic, traditional Celtic folkmusic combined in a unique way with modern styled melodic death metal, influenced by the classic Gothenburg sound". Dalla biografia sul sito ufficiale
  38. ^ Videointerviste – Chriegel Glanzmann (Eluveitie) | Musica-draconia
  39. ^ INTERVISTA ELUVEITIE (Chrigel Glanzmann). URL consultato il 06-01-2010.
  40. ^ http://www.eluveitie.ch/en/?view=discography

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal