Dark Tranquillity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dark Tranquillity
Dark Tranquillity in concerto
Dark Tranquillity in concerto
Paese d'origine Svezia Svezia
Genere Melodic death metal[1]
Periodo di attività 1989 – in attività
Etichetta Spinefarm Records
Osmose Productions
Century Media Records
Album pubblicati 12
Studio 11
Raccolte 1
Sito web

I Dark Tranquillity sono un gruppo musicale melodic death metal svedese. La band è considerata tra i pionieri storici del Gothenburg sound, assieme ad In Flames ed At the Gates.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Formatisi nel 1989 con il nome Septic Broiler con il cantante Anders Fridén, i chitarristi Niklas Sundin e Mikael Stanne, il bassista Martin Henriksson e il batterista Anders Jivarp, la band cambia poi nome in Dark Tranquillity nel 1990, in seguito alla pubblicazione della musicassetta demo Enfeebled Earth. Nel 1991 viene registrato un secondo demo Trail of Life Decayed e nel 1992 esce il loro primo EP A Moonclad Reflection.

L'album d'esordio del gruppo svedese vede Skydancer, un album con atmosfere taglienti e rozze ma con bellissimi intermezzi bucolici. La voce dura e minacciosa è di Friden, mentre le parti melodiche pulite sono lasciate a Stanne e a una cantante donna di nome Anna-Kajsa Avehall. I temi dell'album si rifanno un po' alla poesia eddica, a un'atmosfera poetica che proietta l'analisi interiore in contrasto con l'immensità di ciò che il mondo e la Vita riflettono. Temi quali destino, trama, bellezza, morte e rinascita interpretati in chiave eddica ne fanno da filo conduttore. Le sonorità alternano riff selvaggi con pezzi di chitarre acustiche, caos e ordine, melodia e brutalità. Tutto questo crea quella sensazione mistica, di una avventura da compiere. Dopo l'album Skydancer (1993), Anders Fridén lascia la band nel 1994 per unirsi ad un'altra nota formazione di Göteborg, gli In Flames. In questi primi anni di attività le strade delle due band si incrociano spesso: è infatti Mikael Stanne ad occuparsi dei testi e delle parti vocali per l'album Lunar Strain dei connazionali (in qualità di session vocals), mentre nel successivo EP Subterranean sarà il batterista Anders Jivarp a collaborare su due brani). In seguito all'abbandono di Fridén, sarà quindi Stanne a ricoprire il ruolo di cantante, sostituito alla chitarra ritmica da Fredrik Johansson. Dopo l'album Of Chaos and Eternal Night, del 1995, esce il primo vero successo dei Dark Tranquillity, l'album The Gallery, con il quale la band muta il proprio sound, approdando ad un death melodico più elegante, melodico e raffinato nelle composizioni; nuovo sound che li porterà ad un successo su scala internazionale. Nel 1996 esce l'EP Enter Suicidal Angels e l'anno successivo l'album The Mind's I, che segnano invece un capitolo dai cenni più duri e rabbiosi, pur in alternanza ad alcuni brani interamente melodici.

Nel 1999 la band non volendo più essere etichettata come una semplice "melodic death metal band" intraprende la via della sperimentazione. Con Projector il gruppo approda a sonorità quasi totalmente melodiche, alternando un metal energico e tagliente a parti più meditate, atmosferiche, con anche vocals in canto pulito. L'album riscuote un alto successo, ma divide i fan, fra chi apprezza il nuovo corso e chi li accusa di aver rinnegato le origini. Dopo la pubblicazione di Projector avviene un nuovo cambio di formazione: Johansson lascia il gruppo e si aggiungono il tastierista Martin Brändström (in precedenza collaboratore ed ora membro ufficiale) ed il bassista Michael Nicklasson, mentre Henriksson passa alla chitarra.

Nel 2000 esce Haven, album pensato per essere "più heavy", che si distingue non solo per la forte vena "catchy" ma soprattutto per la sperimentazione in campo elettronico e che divide nuovamente fan e critica. La crescita musicale e l'esperienza del gruppo sfociano, nel 2002, in Damage Done, album tecnicamente superiore rispetto ai precedenti, che ricomprende alcuni degli elementi già sperimentati dalla band durante le precedenti fasi della carriera (soprattutto da The Mind's I da cui eredita molte soluzioni più dure), con passaggi intensi e veloci, arricchiti da arrangiamenti complessi uniti alla vena innovativa che ha caratterizzato e continua ad accompagnare la band svedese.

Il successo che riscuote il gruppo è ormai ben consolidato. Nel 2003 esce un DVD live, Live Damage che comprende più di 3 ore di live, interviste, videoclip, ecc.

Nel 2004 viene pubblicato un doppio CD con brani del passato (provenienti dalle musicassette e digitalizzati), pezzi rari e spezzoni del DVD.

Dopo l'EP Lost to Apathy (2004) esce Character (gennaio 2005), caratterizzato da una vena molto rabbiosa e aggressiva, ma che si avvale dell'effettistica elettronica e di una liricità malinconica, ormai sempre più diffusa anche nel metal. Le sonorità non si discostano significativamente da quelle di Damage Done, per cui diversi fan l'hanno ritenuto inferiore ad altri album, pur considerandolo, in ogni caso, ben scritto e composto.

Mikael Stanne durante un'esibizione dal vivo

Nel 2007, dopo l'EP Focus Shift esce Fiction, album che sviluppa ulteriormente le soluzioni di Character, per certi versi ritornando alle sonorità già espresse nell'album Haven. Le liriche sono "aggressive" e la tastiera si adatta in modo sapiente ai vari brani del disco.

Nell'agosto del 2008 Michael Nicklasson lascia la band per motivi familiari.Daniel Antonsson supporterà la band al suo posto, fino ad essere confermato come bassista ufficiale dopo il Where Death is Most Alive Tour 2008.

Nel 2009 esce il secondo live DVD denominato Where death is most alive che precederà l'uscita nel marzo del 2010 dell'album We Are the Void, che conferma stilisticamente i due precedenti album marcando maggiormente le linee dark e ambient nei pezzi più lenti. Nel 2013, dopo ben tre anni dall'ultimo album, i Dark Tranquillity pubblicano Construct, il nuovo lavoro si distacca dall'immediato predecessore e ricalca linee più melodiche dove le tastiere hanno un ruolo principale.

Cover[modifica | modifica sorgente]

I Dark Tranquillity hanno inoltre eseguito una versione di "My Friend of Misery", canzone dei Metallica contenuta nell'album omonimo (comunemente chiamato "The Black Album"). La traccia è stata inserita in una raccolta contenente tributi ai Metallica (Metal Militia: A Tribute to Metallica). La canzone è cantata in puro stile scream. Hanno inoltre riproposto "22 Acacia Avenue", famosa canzone degli Iron Maiden e "Sacred Reich" dei Sacred Reich. La traccia "22 Acacia Avenue" è presente nella raccolta tributo Iron Maiden Tribute - A Tribute to the Beast ed anch'essa è cantata in stile death, specificatamente in growl.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Ex-membri[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Album live[modifica | modifica sorgente]

Ep[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Demo[modifica | modifica sorgente]

Split album[modifica | modifica sorgente]

Bootleg Non Ufficiali[modifica | modifica sorgente]

Videografia[modifica | modifica sorgente]

VHS/DVD[modifica | modifica sorgente]

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

  • "Zodijackyl Lights"
  • "There In"
  • "Hedon"
  • "Lost to Apathy"
  • "Monochromatic Stains"
  • "The New Build"
  • "Mysery's Crown"
  • "Focus Shift"
  • "Shadow In Our Blood"
  • "Iridium"
  • "Zero Distance"
  • "The Fatalist"
  • "Uniformity"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gianni Della Cioppa, Heavy Metal. I contemporanei, Giunti Editore, 2010, p. 97., ISBN 978-88-09-74962-7, ..
  2. ^ Ep digitale, composto da tutte le bonus tracks di We are the Void

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal