Elixir (linguaggio di programmazione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elixir
Autore José Valim
Data di origine 2012
Ultima versione 1.0.0
Utilizzo
Paradigmi concorrente, funzionale
Tipizzazione dinamica, forte
Influenzato da Erlang, Ruby, Clojure
Implementazione di riferimento
Licenza Licenza Apache
Sito web www.elixir-lang.org

Elixir è un linguaggio di programmazione funzionale, concorrente, che gira sulla virtual machine Erlang (BEAM). Utilizza quest'ultima proprio per fornire applicazioni distribuite, fault-tolerant e (near) real-time, ma anche per estenderla verso il supporto della meta-programmazione attraverso macro, polimorfismo e protocolli.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

José Valim è il creatore del linguaggio di programmazione Elixir. Lo scopo è quello di consentire una maggiore estensibilità e produttività della VM Erlang preservando al contempo la compatibilità con gli strumenti e l'ecosistema stesso di Erlang.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Un linguaggio basato sulla Virtual Machine Erlang (BEAM)
  • Perfetta integrazione con il linguaggio di programmazione Erlang: nessuna penalità verso le chiamate di funzione Erlang (e vice versa)
  • Metaprogrammazione con le macro Lisp e AST come "cittadini di prima classe"
  • Polimorfismo attraverso i protocolli ispirati da Clojure
  • Architettura shared-nothing attraverso lo scambio di messaggi (Actor model)
  • Enfasi sulla ricorsione e le funzioni di ordine superiore piuttosto che side-effects e cicli.
  • Tutto è un'espressione
  • Pattern matching
  • Supporto Unicode e stringhe UTF-8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elixir in José Valim. URL consultato il 2 luglio 2013.
  2. ^ Elixir - A modern approach to programming for the Erlang VM. URL consultato il 17 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]