Bourne shell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bourne shell
Autore Stephen Bourne
Data di origine 1977
Utilizzo
Paradigmi
Tipizzazione
Implementazione di riferimento
Sistema operativo Unix

La Bourne shell, nota anche col nome di sh, è una shell testuale per i sistemi operativi Unix.

Pur essendo concepita come interprete di un linguaggio di scripting, essa divenne popolare anche nell'uso interattivo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Essa prende il nome dal suo inventore, Stephen Bourne dei laboratori AT&T, che la sviluppò nel corso degli anni 1970[1], per rilasciarne nel 1978[2] la versione poi usata nella versione 7 di UNIX.

A partire dalla versione 7 di UNIX, la Bourne shell sostituì la Thompson shell come shell predefinita del sistema,[1] distribuita ai college ed alle università. Oggi è del tutto obsoleta, tuttavia è ancora presente su Solaris come /bin/sh. Nell'uso quotidiano è stata sostituita da altre shell come Bash e la Korn shell, che ne riprendono la sintassi, ampliandola.

Esempi di utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Hello, world![modifica | modifica wikitesto]

Scrive il testo "Hello world" sullo standard output.

echo 'Hello World'

Contenuto di una directory[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzo del comando "ls" per visualizzare il contenuto della Scrivania su un sistema Ubuntu Linux.

ls /home/utente/Scrivania

Cambiare directory[modifica | modifica wikitesto]

Per spostarsi da una cartella all'altra, è necessario usare il comando "cd".

cd /home/utente/Scrivania/cartella/

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Nikolai Bezroukov, Introduction to the Unix shell history. URL consultato il 29 maggio 2008.
  2. ^ Si veda il file sorgente msg.c, che contiene la linea «MSG version = "\nVERSION sys137 DATE 1978 Nov 6 14:29:22\n";»

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]