Dungeons & Dragons (serie animata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dungeons & Dragons
serie TV cartone
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autori
Regia
Sceneggiatura
Studio
Musiche
Rete CBS
1ª TV 17 settembre 1983 – 7 dicembre 1985
Episodi 27 (completa) tre stagioni
Durata ep. 22 min
Rete it. Rete 4
1ª TV it. 1985
Generi fantastico, avventura

Dungeons & Dragons è una serie televisiva animata statunitense basata sul gioco di ruolo Dungeons & Dragons.

Alcuni dei personaggi presentati nel cartone animato erano già presenti o appariranno successivamente in manuali di espansione del gioco (per es nel modulo geografico Gazetteer 4 - The Kingdom of Ierendi, ambientato su Mystara) e linee di giocattoli o videogiochi ispirati a Dungeons & Dragons, pur senza nessun collegamento esplicito con gli avvenimenti del cartone. La serie ebbe un notevole successo in Brasile, dove è replicata ininterrottamente dalla metà degli anni ottanta.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'introduzione è mostrata nella sigla iniziale, in cui un gruppo di adolescenti si ritrova al Luna Park dove decide di entrare in un'attrazione che ha per tema il gioco Dungeons & Dragons e da qui finiscono in un mondo fantasy simile a quello delle ambientazioni del gioco. I giovani si ritrovano vestiti con abiti e accessori tipici di alcune classi del gioco (cavaliere, ladro, mago, acrobata, barbaro, ranger) e vengono dotati dal Dungeon Master di alcuni oggetti magici in grado di aiutarli nel loro nuovo "ruolo" e nel primo scontro con i cattivi del cartone, ovvero il demone Venger e il drago policefalo Tiamat.[2]

Durante la storia i personaggi cercheranno informazioni sul modo per poter tornare nel loro mondo, aiutati nella loro missione da un cucciolo di unicorno e dalle (a volte ambigue) missioni dategli dal Dungeon Master.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Nome personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Hank il ranger Willie Aames
Eric il cavaliere Don Most
Sheila la ladra Katie Leigh
Presto il mago Adam Rich
Diana l'acrobata Tonia Gayle Smith
Bobby il barbaro Teddy Field III
Dungeon Master Sidney Miller
Venger Peter Cullen
Tiamat Frank Welker

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Night of No Tomorrow 17 settembre 1983
2 The Eye of the Beholder 24 settembre 1983
3 The Hall of Bones 1º ottobre 1983
4 Valley of the Unicorns 8 ottobre 1983
5 In Search of the Dungeon Master 15 ottobre 1983
6 Beauty and the Bogbeast 22 ottobre 1983
7 Prison Without Walls 29 ottobre 1983
8 Servant of Evil 5 novembre 1983
9 Quest of the Skeleton Warrior 12 novembre 1983
10 The Garden of Zinn 19 novembre 1983
11 The Box 26 novembre 1983
12 The Lost Children 3 dicembre 1983
13 P-R-E-S-T-O Spells Disaster 10 dicembre 1983

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1-14 The Girl Who Dreamed Tomorrow 8 settembre 1984
2-15 The Treasure of Tardos 15 settembre 1984
3-16 City at the Edge of Midnight 22 settembre 1984
4-17 The Traitor 29 settembre 1984
5-18 Day of the Dungeon Master 6 ottobre 1984
6-19 The Last Illusion 13 ottobre 1984
7-20 The Dragon's Graveyard 20 ottobre 1984
8-21 Child of the Stargazer 27 ottobre 1984

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1-22 The Dungeon at the Heart of Dawn 14 settembre 1985
2-23 The Time Lost 21 settembre 1985
3-24 Odyssey of the 12th Talisman 28 settembre 1985
4-25 Citadel of Shadow 12 ottobre 1985
5-26 Cave of the Fairie Dragons 9 novembre 1985
6-27 The Winds of Darkness 7 dicembre 1985

Un 28º episodio, dal titolo Requiem, è stato scritto ma non animato. Questo episodio, a detta dello sceneggiatore Michael Reaves, doveva servire da chiusura della stagione (scelta atipica per le serie animate del tempo) ed eventualmente aprire la strada ad una quarta stagione (poi non realizzata per i problemi finanziari della TSR) in cui i protagonisti erano meno legati ai loro oggetti magici.[3]

Home video[modifica | modifica sorgente]

La serie è stata distribuita per il mercato home video in DVD, ma limitatamente alla regione 1 (dalla BCI Eclipse nei primi anni 2000[4] e da Mill Creek Entertainment nel 2009) e 2 (nel Regno Unito nei primi anni 2000 sotto licenza della 20th Century Fox e, in edizione solo francofona col titolo Le Sourire du dragon, in Francia dalla Déclic Images nel 2005.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Scheda sulla serie animata di Dungeons & Dragons dell'Internet Movie Database
  2. ^ (EN) John Clute, John Grant, The Encyclopedia of Fantasy, Londra, Orbit, 1999, ISBN 1-85723-893-1.
  3. ^ (EN) Si vedano la pagina di descrizione dell'episodio ed il relativo script dal sito web di Michael Reaves, riprotati dall'Internet Archive
  4. ^ (EN) Notizia sulla chiusura di BCI Eclipse, da tvshowsondvd.com, del 18 dicembre 2008

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]