Halfling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il nome halfling è, in origine, un altro nome degli hobbit nelle opere di J. R. R. Tolkien[1], in italiano reso in genere con mezzuomo[2]. Questo nome fu in seguito utilizzato nel gioco di ruolo Dungeons & Dragons. Nelle prime edizioni di D&D gli halfling si chiamavano "hobbit", ma il nome fu mutato quando la società tolkieniana minacciò di intraprendere un'azione legale contro la TSR[3]. Da allora, "halfling" si è diffuso nel fantasy (sia nella letteratura che nei giochi e videogiochi); in sostanza, esso serve come nome per le creature che svolgono ruolo analogo a quello degli hobbit nell'universo tolkieniano, e consente di aggirare le implicazioni legali che seguirebbero dall'uso del nome "originale" di tali creature.

Diversi significati del termine[modifica | modifica wikitesto]

Come per molti altri "termini" in uso nel fantasy, halfling appare in molte diverse ambientazioni con varianti sul suo significato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Appendix F, in J. R. R. Tolkien, The Return of the King, Thorndike Press, 1994, p. 836
  2. ^ Appendice F, in J. R. R. Tolkien, Il signore degli anelli, Bompiani, p. 1350
  3. ^ Neal e Jana Hallford, Swords & circuitry: a designer's guide to computer role playing games, Cengage Learning, 2001, p. 39
giochi di ruolo Portale Giochi di ruolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi di ruolo