Ducato di Borgogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Borgogna
Ducato di Borgogna – Bandiera Ducato di Borgogna - Stemma
Ducato di Borgogna - Localizzazione
Dati amministrativi
Lingue ufficiali Latino
Lingue parlate Borgognone-morvandiau, Francese antico
Capitale Digione
Altre capitali Bruges, Gand
Politica
Forma di governo Monarchia
Nascita 1032 con Roberto I di Borgogna
Causa Distaccamento del Ducato dal Regno di Francia
Fine 1477 con Carlo I di Borgogna
Causa Battaglia di Nancy
Territorio e popolazione
Bacino geografico Borgogna, Fiandre, Zelanda, Normandia, Lussemburgo
Religione e società
Religione di Stato Chiesa cattolica
Evoluzione storica
Preceduto da Regno di Borgogna
Succeduto da Francia nell'età moderna up
Domini dei Duchi di Borgogna nel 1477

Il Ducato di Borgogna fu uno Stato dell'Europa occidentale esistito tra il 1032 e il 1477, rifacendosi all'eredità dei duchi capetingi che dominarono sul Regno di Borgogna a partire dall'843; tuttavia, i domini dei Duchi di Borgogna con l'andare del tempo arrivarono ad occupare un ben più vasto tratto di territorio situato tra i Paesi Bassi, la Germania e la Francia, e corrispondenti in buona parte all'antica Lotaringia. Si trattò infatti di uno dei ducati più estesi della storia europea.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'origine del Ducato di Borgogna, così come quella della Contea di Borgogna, risale al collasso del centralismo carolingio riconosciuto nel Trattato di Verdun dell'843; esso fu governato da una lunga serie di duchi appartenenti a vari rami cadetti della dinastia dei capetingi. Nel 1363 il Re di Francia Giovanni il Buono concesse il Ducato in appannaggio al figlio minore Filippo l'Ardito, che si prodigò per espandere,attraverso un'accorta politica matrimoniale i propri domini che arrivarono a comprendere la quasi totalità delle Fiandre e i principati minori del Lussemburgo e della Franca Contea. A succedergli fu nel 1404 il figlio Giovanni di Borgogna, che mantenne il trono per un quindicennio e fu l'artefice (a seguito di una bega finanziaria intercorsa tra lui e il cugino Carlo VI di Francia) dell'alleanza tra la Borgogna e il regno d'Inghilterra nella guerra dei Cento anni. Il figlio Filippo, dopo l'iniziale ostilità, rinsaldò il legame tra la Borgogna e la Monarchia francese e aiutò Carlo VII a sconfiggere definitivamente gli inglesi e a ricacciarli oltre la Manica. Finita la guerra con l'Inghilterra Filippo dovette battersi duramente per mantenere l'indipendenza del Ducato, tentando sempre di appianare le divergenze e non cadere nei pretesti che man mano Carlo VII ordiva per creare un "casus belli", mentre dall'altra parte dovette vedersela con i vari Imperatori di Germania che gli contestavano i possessi di vari ducati tedeschi. A Filippo successe nel 1467 il figlio Carlo I di Borgogna detto il Temerario che, a differenza del padre, condusse una politica aggressiva, mirando alla formazione di un vero e proprio Stato Borgognone, e guerreggiando contro chiunque contestasse i suoi diritti sulle sue terre. Nel 1476 Carlo venne però sconfitto dagli Svizzeri nella battaglia di Grandson da lì fu un seguito di disfatte militari che nel 1477 lo videro cadere alla testa delle sue truppe nella battaglia di Nancy. Unica erede di Carlo era la figlia Maria di Borgogna che quello stesso anno sposò Massimiliano I d'Asburgo unendo i destini della Borgogna a quelli degli Asburgo. Subito Maria si vide impegnata in una guerra contro Luigi XI che intendeva annettere il Ducato alla Francia suggellando così la riunificazione del Regno. La guerra si protrasse per cinque anni e solo nel 1482 si giunse al trattato di Arras, che divideva il Ducato assegnando al Re di Francia la Borgogna, mentre il marito di Maria,che era morta quell'anno, Massimiliano si vide assegnare le Fiandre, tutti i Paesi Bassi il Lussemburgo e la Franca Contea, che governò invece di suo figlio Filippo I di Castiglia che mantenne comunque i titoli di Duca di Borgogna e Duchi di Brabante.

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia