Derovere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Derovere
comune
Derovere – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Cremona-Stemma.png Cremona
Amministrazione
Sindaco Massimo Suardi (lista civica) dal 26/05/2014 (2º mandato)
Territorio
Coordinate 45°06′39″N 10°14′56″E / 45.110833°N 10.248889°E45.110833; 10.248889 (Derovere)Coordinate: 45°06′39″N 10°14′56″E / 45.110833°N 10.248889°E45.110833; 10.248889 (Derovere)
Altitudine 36 m s.l.m.
Superficie 9,99 km²
Abitanti 316[1] (31-12-2010)
Densità 31,63 ab./km²
Frazioni Ca' de' Bonavogli
Comuni confinanti Ca' d'Andrea, Cappella de' Picenardi, Cella Dati, Cingia de' Botti, Pieve San Giacomo
Altre informazioni
Cod. postale 26040
Prefisso 0372
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 019040
Cod. catastale D278
Targa CR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti deroveresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Derovere
Posizione del comune di Derovere nella provincia di Cremona
Posizione del comune di Derovere nella provincia di Cremona
Sito istituzionale

Derovere (Drùver in dialetto cremonese[2]) è un comune italiano di 316 abitanti della provincia di Cremona, in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Derovere (anticamente De' Rovere) è un piccolo centro abitato di antica origine.

In età napoleonica (1810) il comune di Derovere fu soppresso e aggregato al limitrofo comune di Cingia de' Botti[3], recuperando l'autonomia nel 1816, in seguito all'istituzione del Regno Lombardo-Veneto[4].

All'Unità d'Italia (1861) Derovere contava 345 abitanti. Nel 1868 vennero aggregati a Derovere i comuni di Ca' de' Bonavogli e Casalorzo Geroldi[5].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

negli ultimi 60 anni, il comune ha perso circa i tre quarti della popolazione.Abitanti censiti[6]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo statuto comunale e secondo l'ISTAT, il territorio comunale comprende, oltre al capoluogo, la località di Ca' de' Bonavogli e i nuclei di Casalorzo Geroldi, Casalorzo Boldori, Ca' de' Cervi, Ca' de' Novelli e Ferabò[7][8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 249.
  3. ^ Decreto 4 novembre 1809
  4. ^ Notificazione 12 febbraio 1816
  5. ^ Regio Decreto 20 aprile 1868, n. 4375
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Art. 2 comma 1 dello Statuto Comunale
  8. ^ ISTAT - Dettaglio località abitate

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]