Anna Maria Pierangeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anna Maria Pierangeli nel 1954

Anna Maria Pierangeli, negli Stati Uniti conosciuta con il nome d'arte Pier Angeli (Cagliari, 19 giugno 1932Beverly Hills, 10 settembre 1971), è stata un'attrice italiana attiva nel cinema statunitense fra gli anni cinquanta e sessanta. Era la sorella gemella dell'attrice Marisa Pavan.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

La Pierangeli debuttò al fianco di Vittorio De Sica nel film Domani è troppo tardi diretto da Leonida Moguy, con cui vinse il Nastro d'Argento alla migliore attrice protagonista. Stabilitasi in seguito negli Stati Uniti, esordì a Hollywood con il lungometraggio Teresa (1951), diretto dal premio Oscar Fred Zinnemann. Divenne così una delle prime attrici italiane ad affermarsi nel cinema statunitense: nel solo 1952 venne diretta da Richard Brooks nel film L'immagine meravigliosa, da Andrew Marton nel film I lupi mannari, da Norman Foster in Sombrero, e comparve in un episodio del film Storia di tre amori. Nello stesso anno fu quindi premiata con il Golden Globe come miglior promessa femminile; nel 1955 fu invece candidata all'Henrietta Award per la migliore attrice dell'anno. Negli anni successivi alternò alcune parti da protagonista in film di successo, come Lassù qualcuno mi ama (1956) al fianco di Paul Newman, in cui fu diretta da Robert Wise e La tortura del silenzio (1961) di Guy Green per cui fu nominata al BAFTA alla migliore attrice protagonista, a molti ruoli minori in film commerciali e pubblicità televisive.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Annamaria Pierangeli nel film Per mille dollari al giorno

Dopo una relazione sentimentale con l'attore Kirk Douglas, maggiore di lei per età, si innamorò nell'estate del 1954 dell'allora astro nascente James Dean. La relazione ed un possibile matrimonio fra i due furono fortemente ostacolati dalla cattolica famiglia della giovane. Nonostante ciò memorabili sono rimaste – secondo i biografi – le loro cene a lume di candela nei ristorantini di Santa Monica e le romantiche passeggiate al chiaro di luna (una lettera trovata dopo la sua morte testimonia come Jimmy Dean – che di lì a poco sarebbe entrato nella leggenda – fu "il suo solo e unico amore").

Nell'autunno del 1954, a sorpresa, si unì in matrimonio con il cantante e attore italoamericano Vic Damone, da cui nell'agosto 1955 ebbe un figlio, Perry. Nel 1958 divorziò da Damone per sposare tre anni dopo (14 febbraio 1962, a Londra) il compositore e direttore d'orchestra Armando Trovajoli, di quindici anni maggiore, da cui ebbe l'anno seguente un figlio, Howard Andrea. Il matrimonio finì con un divorzio nel 1969.

La morte[modifica | modifica sorgente]

Dopo il secondo divorzio, in preda ad un profondo stato depressivo e in gravi difficoltà economiche, lasciò il mondo del cinema. Vani furono i tentativi dell'amica e collega Debbie Reynolds e della sorella gemella Marisa di reintrodurla negli ambienti dello spettacolo. Il 10 settembre 1971 fu trovata morta nel suo appartamento di Beverly Hills. Aveva trentanove anni. Il referto parlava di "intossicazione chimica" da sovradosaggio di farmaci. È sepolta nel cimitero di Rueil Malmaison, nei pressi di Parigi, in Francia.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Pur essendo italiana, Anna Maria Pierangeli è stata doppiata in alcuni dei suoi film, principalmente in quelli da lei girati a Hollywood. Le voci appartengono a:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Articolo su Cristina Gajoni pubblicato sulla rivista Tempo, n° 31, 4 agosto 1962, pag. 79
  • Giulio D'Ascenzo: Anna Maria Pierangeli. Il Fascino Italiano conquista Hollywood, Teatroantico Edizioni, 2011.
  • Alvise Sapori: "Pierangeli: una cometa nel cielo di Hollywood", Repubblica, 8 gennaio 1992, pag. 37

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4967535 LCCN: n/85/85819