Adnan Oktar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adnan Oktar

Adnan Oktar, noto anche con lo pseudonimo di Harun Yahya (Ankara, 2 febbraio 1956), è uno scrittore e filosofo turco.

È un sostenitore del creazionismo islamico, in particolare il creazionismo della terra giovane, e dell'antisionismo[1]. Oktar sostiene che il sionismo è razzista e massone e che il darwinismo genera il terrorismo[2].

Nel 2007 ha inviato, senza che fosse richiesto, migliaia di libri inneggianti all'Islam e al creazionismo, contenenti numerosi errori scientifici. È noto anche per aver fatto bloccare numerosi siti turchi contenenti materiale contrario alle sue opinioni.

Harun Yahya gestisce anche due organizzazioni, il Bilim Araştırma Vakfı ("Fondazione della ricerca scientifica", BAV, fondata nel 1990) che promuove il creazionismo, e la Milli Değerleri Koruma Vakfı ("Fondazione nazionale per la protezione dei valori nazionali", fondata nel 1995).

Il blocco dei siti internet[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 Oktar ha chiesto, e ottenuto, la chiusura da parte del governo turco di numerosi siti che sostenevano idee contrarie a quelle da lui propagandate.
Nell'aprile 2007 ha presentato una denuncia contro Ekşi Sözlük, una comunità virtuale simile a everything2. La corte ha esaminato la richiesta e ha fatto sospendere il sito affinché la sua voce su Oktar fosse rimossa.
Nell'agosto 2007 Oktar ha fatto bloccare l'accesso a tutti i blog di Wordpress.com dalla Turchia[3]. I suoi avvocati sostenevano che contenevano materiale calunnioso nei suoi confronti e nei confronti del suo staff.
Anche il sito di Edip Yuksel, scrittore turco critico nei suoi confronti, è stato oscurato in seguito alle lagnanze di Oktar.

Il 19 settembre 2008 una corte turca ha bloccato l'accesso dalla Turchia al sito di Richard Dawkins,[4] dopo che Oktar aveva denunciato il sito come blasfemo e diffamatorio.
Una settimana dopo, anche il sito della Unione dei Lavoratori Scientifici e dell'Educazione è stato bloccato.[5] In seguito Oktar ha fatto chiudere il sito del quotidiano Vatan (Patria), il terzo in Turchia per tiratura, in quanto aveva criticato Oktar[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Seeing the light - of science
  2. ^ All Terrorists Are Darwinists: Interview with Adnan Oktar
  3. ^ guardian:Shooting the messenger
  4. ^ turkey bans dawkins website
  5. ^ Creationist Adnan Oktar Manages To Shut Down Another Internet Site
  6. ^ vatan site blocked

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84950072 LCCN: n84138115