Virginio Gazzolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Virginio Gazzolo, talvolta indicato come Virgilio Gazzolo (Roma, 7 settembre 1936), è un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Lauro e fratello minore di Nando, dopo aver abbandonato gli studi di medicina, debutta in teatro nel 1960 e inizia la sua carriera recitando nel ruolo del titolo ne "Il più gran ladro della città" di Dalton Trumbo al Teatro Manzoni di Milano, regia di Gianfranco De Bosio. Successivamente, insieme ad Antonio Calenda, Vittorio Sindoni e ad attori emergenti di quegli anni (Leo De Berardinis, Piera degli Esposti, Gigi Proietti) contribuisce a fondare la prima storica "cantina" teatrale romana (Il Teatro dei 101) prediligendo lavori d'avanguardia e autori quali Arrabal e Pinter, Corrado Augias, Giorgio Manganelli.

Subito dopo l'esperienza dei 101 torna al teatro ufficiale interpretando per la prima volta in Italia un testo di Samuel Beckett "Tutti quelli che cadono", protagonista insieme a Paola Borboni, con la regia di Beppe Menegatti, al Teatro Stabile di Firenze e al Teatro Odeon di Milano.

Nel 1967 interpreta il "Lutero" di Osborne, con la regia di Menegatti, che gli vale il più prestigioso riconoscimento della critica teatrale di quegli anni, il Premio San Genesio come miglior attore protagonista, attribuitogli in concorrenza con Vittorio Gassman e Tino Buazzelli.

Prosegue la sua carriera interpretando ruoli primari con altri grandi registi come Missiroli, Castri, Trionfo, Guicciardini, Sequi, Pagliaro, Tiezzi, Garella, Cobelli, Mezzadri, De Chiara, Parodi, Marcucci, Emiliani, Maraini...

In televisione ha interpretato il ruolo del presidente statunitense Franklin Delano Roosevelt nel film tv del 1975 La guerra al tavolo della pace - La conferenza di Yalta.

Nel 1973 Roberto Rossellini gli affida il ruolo di protagonista nel film "Leon Battista Alberti".

È tuttora in attività con ruoli minuziosamente scelti e magistralmente interpretati (recentemente in Dante raccontato da Boccaccio, oppure nell'Ecclesiaste)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore per la SAS negli anni sessanta. Alcuni attori doppiati:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN103234013 · SBN: IT\ICCU\SCMV\028976 · ISNI: (EN0000 0000 7338 718X · BNF: (FRcb161638726 (data)