Torre Unicredit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°29′01.842″N 9°11′23.564″E / 45.483845°N 9.189879°E45.483845; 9.189879

Torre Unicredit
Unicredit Tower from the Duomo - Milan 2014.jpg
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Milano
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 2009-2011
Inaugurazione 2012
Uso Sede commerciale e culturale della Banca UniCredit
Altezza Antenna/guglia: 231 m
Tetto: 146 m
Piani 32
Area calpestabile 25 000 
56 870  con le torri B e C
Realizzazione
Architetto Cesar Pelli
Costruttore Colombo Costruzioni
Proprietario Hines Italia
 

La Torre Unicredit, con i suoi 231 metri di altezza, è il grattacielo più alto di Milano, d'Italia e il ventesimo d'Europa. È collocato nel progetto Porta Nuova, a ridosso di corso Como e della stazione Garibaldi, all'interno del Centro Direzionale di Milano. Cuore del complesso è la piazza Gae Aulenti, un podio rialzato di forma circolare citazione delle piazze italiane. Attorno al podio, oltre alla torre in oggetto, sono collocate altre due costruzioni, una di 22 piani (torre B) l'altra di 12 (Torre C). Il complesso è stato progettato dall'architetto César Pelli e realizzato dalla società immobiliare Hines Italia. È sede della direzione generale di UniCredit.

È stata inaugurata l'11 febbraio 2014 dai vertici del gruppo bancario, nonché da importanti personalità politiche quali l'ex Presidente del Consiglio Enrico Letta[1]

La forma estremamente sinuosa, presenta una facciata a nord completamente vetrata e una a sud modulata dalle linee orizzontali dei frangisole per una più corretta irradiazione solare. La guglia, elemento caratterizzante dell'intero progetto, ha una forma a spirale che tende ad assottigliarsi verso l'alto. È una citazione della guglia maggiore del Duomo di Milano con la quale dialoga a distanza. La sua presenza in posizione eccentrica rispetto al baricentro del'edificio ha comportato notevoli studi di staticità sull'impatto del vento e degli agenti atmosferici. È di acciaio traforato in modo da non permettere la formazione di ghiaccio.

Il complesso[modifica | modifica sorgente]

La guglia illuminata di lilla
La guglia illuminata di notte

Il complesso, firmato dall'architetto César Pelli, è composto da una serie di palazzi eco-sostenibili (si calcola una riduzione del consumo di energia del 37%[2]) in vetro e acciaio, disposti attorno ad una piazza circolare da un diametro di 100 metri, detta "podio", interamente pedonale e rialzata di 6 metri rispetto al livello della strada. I tre edifici si dispongono a semicerchio intorno ad essa, innalzandosi su diversi piani:

  • La torre Unicredit, conta 32 piani ed è alta 231 metri, attestandosi così come il più elevato edificio italiano (l'edificio conta circa 146 metri, più gli 85 della guglia).
  • La torre B, conta 22 piani in circa 100 metri di altezza.
  • La torre C, conta 12 piani e misura circa 70 metri di altezza.

La guglia, o spire, sopra la torre A, posata a settembre 2011, è alta 85 metri ed è interamente rivestita di led che possono assumere diversi colori a seconda della ricorrenza (una delle combinazioni è il tricolore italiano); durante il periodo natalizio del 2013, la guglia era illuminata di verde a rappresentare un albero di natale[3], il 1º marzo 2014 era illuminata di lilla in occasione dell'apertura delle fermate Isola e Garibaldi FS della linea M5[4].

L'area commerciale del complesso è di 6 370 , con negozi su due livelli, e quella terziaria di circa 50 500 . Il podio è collegato con Corso Como da un passaggio pedonale che passa tra i complessi Munoz&Albin[5].

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1]
  2. ^ UniCredit, Porta Nuova Garibaldi
  3. ^ IlluminaMI Natale 2013, 30 dicembre 2013. URL consultato il 2 marzo 2014.
  4. ^ La torre di Unicredit in lilla, spettacoli ed eventi in strada per le due nuove fermate di M5, 1 marzo 2014. URL consultato il 2 marzo 2014.
  5. ^ Milano – Porta Nuova – Residenze Rosales Viganò e Corso Como — Urbanfile Italia

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Edificio più alto d'Italia Successore
Palazzo Lombardia 2011 - oggi
Predecessore Edificio più alto di Milano Successore
Palazzo Lombardia 2011 - oggi