Torre Libeskind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torre Libeskind
Torre PwC.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMilano
Coordinate45°28′43.75″N 9°09′24.73″E / 45.47882°N 9.15687°E45.47882; 9.15687Coordinate: 45°28′43.75″N 9°09′24.73″E / 45.47882°N 9.15687°E45.47882; 9.15687
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione2015-2020
Inaugurazione2020
Stiledecostruttivismo
UsoUffici PricewaterhouseCoopers
Altezza175 m
Piani30
Realizzazione
ArchitettoDaniel Libeskind
IngegnereMauro Eugenio Giuliani - Redesco
ProprietarioAssicurazioni Generali

La Torre Libeskind o Torre PwC (soprannominata il Curvo) fa parte del progetto di CityLife, intervento di riqualificazione della storica Fiera Campionaria di Milano. La torre ha raggiunto un'altezza di 175 metri e porta il nome del suo disegnatore, l'architetto americano Daniel Libeskind. È la sede degli uffici di Milano del network internazionale PricewaterhouseCoopers.[1][2][3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio è concepito come parte di una sfera ideale che avvolge la piazza delle Tre Torri ed è stato studiato per ospitare uffici. La torre è caratterizzata dalla sua forma curva, con il suo nucleo di distribuzione verticale prismatico, che in parte fuoriesce dalla sagoma.

La torre ospiterà circa 3 000 persone e insieme alle torri Isozaki e Hadid completerà il Business District di CityLife (zona ex-Fiera in riqualificazione).[4]

La torre sarà anche direttamente connessa, tramite una lobby su due livelli, alla galleria commerciale e con percorsi coperti alla fermata Tre Torri della linea M5, situata nell'omonima piazza centrale.[5]

La costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione dell'edificio è iniziata nel 2015. A ottobre 2015 è iniziata la costruzione delle fondamenta della torre. Nei primi mesi del 2017 la costruzione è arrivata al piano terra e sono stati completati i 3 piani interrati. Ad aprile 2018 la costruzione ha raggiunto il quarto piano e a metà febbraio 2019 è stato raggiunto il 26º piano. Ad aprile 2020 è stato raggiunto il tetto, mentre nell'ottobre 2020 i lavori sono terminati e il grattacielo è stato consegnato al committente[6].

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fasi di costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giacomo Valtolina, Milano Citylife, Pwc conquista il grattacielo «Curvo» di Libeskind, in Corriere della Sera. URL consultato il 15 febbraio 2018.
  2. ^ Sara Bettoni e Giacomo Valtolina, Libeskind battezza il grattacielo «Curvo»: «E spero ancora di realizzare un museo», in Corriere della Sera. URL consultato il 20 febbraio 2018.
  3. ^ Pwc dal 2020 trasloca nel «Curvo» di Citylife, in Il Sole 24 ORE. URL consultato il 20 febbraio 2018.
  4. ^ CityLife, da Starbucks all’Anteo, corsa al mall tra le torri. E spunta il «Curvo»| In volo con il drone, su milano.corriere.it. URL consultato il 27 giugno 2016.
  5. ^ Torre Libeskind - CityLife
  6. ^ Torre Libeskind: consegnato l'ultimo dei tre grattacieli di Citylife a Milano, su living.corriere.it. URL consultato il 27 aprile 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]