Società Sportiva Sant'Antonio Abate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
ASD A.C. Sant'Antonio Abate 1971
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg giallo-rosso
Dati societari
Città Sant'Antonio Abate
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Prima Categoria
Fondazione 1971
Presidente Italia Lorenzo Mascolo[1]
Allenatore Italia Mario Saulle[2]
Stadio Vigilante Varone
(1 900 posti)
Sito web www.sssantantonioabate.it
Palmarès
Coppa Italia serie D
Trofei nazionali 1 Coppe Italia Serie D
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L’Associazione Sportiva Dilettantistica A.C. Sant'Antonio Abate 1971, comunemente nota come Sant'Antonio Abate, è una società calcistica italiana con sede nella città di Sant'Antonio Abate (NA).

Dopo aver debuttato in Interregionale (odierna Serie D) nel 1987-1988, ha fatto ritorno in Serie D nel 2006-2007, dove ha militato fino alla stagione 2012-2013. Ha vinto la Coppa Italia Serie D nel 2011-2012. Nel 2016 ha ceduto il titolo di Eccellenza al Football Club Sorrento. A seguito di ciò la squadra che rappresenta la città è l'A.S.D. Virtus Sant'Antonio Abate che milita nel Girone E della Prima Categoria Campania. Nell'estate 2017 ha cambiato ufficialmente denominazione in A.S.D. A.C. Sant'Antonio Abate 1971[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società abatese nacque nel 1971 col nome di Associazione Calcio Sant'Antonio Abate, andando a ricostituire la dismessa squadra locale dell'Antoniana che aveva terminato l'attività calcistica nel 1968 in seguito ad un episodio in cui, durante una partita contro una compagine cilentana, un tifoso aveva morsicato e strappato l'orecchio ad un arbitro.[4][5] Il club partì dalla Terza Categoria e scalò poco a poco le varie divisioni regionali fino ad approdare nel Campionato Interregionale, dopo aver conquistato il primo posto in Promozione nella stagione 1986-87.[4]

Nella stagione dell'esordio in Interregionale il Sant'Antonio Abate si piazzò addirittura al terzo posto, dietro alle dominatrici del campionato, la Battipagliese e la Sarnese che chiusero il campionato a pari punti in testa (fu necessario uno spareggio in cui trionfò la Battipagliese). Tuttavia, in estate, la società non si iscrisse al successivo campionato di Interregionale.

Dopo un decennio tra Promozione e Prima Categoria, al termine della stagione 2001-02 fu promossa per ripescaggio in Eccellenza dopo aver terminato il campionato al secondo posto. Terminando al primo posto il girone B dell'Eccellenza al termine nella stagione 2005-06, ritornò in Serie D dopo quasi vent'anni di assenza.

[senza fonte]

È ritornata in Serie D dal campionato 2006-07. Dopo una buona stagione di esordio, con un settimo posto a ridosso dalla zona play-off, nei quattro anni successivi, a parte il 5º posto nella stagione 2009-10, per tre volte rischiò di retrocedere ai play-out: le prime due volte si salvò, ma nella stagione 2010-11 fu sconfitta proprio ai play-out dal Grottaglie e destinata a retrocedere in Eccellenza; tuttavia la LND la riammise in Serie D a completamento degli organici.

Nella stagione 2011-12 il Sant'Antonio Abate ottiene il 10º posto in campionato e ha vinto il suo primo trofeo nazionale, la Coppa Italia Serie D, superando nell'ordine CTL Campania (4-2 dcr), Viribus Unitis (4-2 dcr), Bacoli Sibilla (2-0), Pomigliano (5-3), Turris (3-1), Nardò (4-0), per poi sconfiggere la Viterbese (2-2/4-0) in semifinale e, infine, il 2 maggio 2012, il Sandonà Jesolo in finale (2-1). In virtù della vittoria della Coppa Italia Serie D il club si è qualificato ai play-off nazionali di Serie D venendo direttamente ammesso alla semifinale, dove venne eliminato dal Cosenza ai rigori dopo il 4-4 dei tempi regolamentari. Nella Stagione 2012-2013 perde i play-out contro il Nardò (0-0/0-0, il Nardò si salva grazie alla migliore posizione in campionato) e retrocede in Eccellenza.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Società Sportiva Sant'Antonio Abate
  • 1971 - Fondazione dell'Associazione Calcio Sant'Antonio Abate.
  • 1971-72 - ?
  • 1972-73 - ?
  • 1973-74 - ?
  • 1974-75 - ?
  • 1975-76 - ?
  • 1976-77 - ?
  • 1977-78 - ?
  • 1978-79 - 1º in uno dei gironi campani di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1979-80 - 6º nel girone C campano di Promozione.

  • 1980-81 - 8º nel girone C campano di Promozione.
  • 1981-82 - 15º nel girone C campano di Promozione. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1982-83 - Milita in uno dei gironi campani di Prima Categoria.
  • 1983-84 - Milita in uno dei gironi campani di Prima Categoria.
  • 1984-85 - 1º in uno dei gironi campani di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1985-86 - 2º nel girone C campano di Promozione.
  • 1986-87 - 1º nel girone C campano di Promozione. Promosso nel Campionato Interregionale dopo gli spareggi promozione.
  • 1987-88 - 3º nel girone I del Campionato Interregionale. Rinuncia a disputare il successivo Campionato Interregionale.
    Partecipa alla Coppa Italia Dilettanti.
  • 1988-89 - ?
  • 1989-90 - ?

  • 1990-91 - ?
  • 1991-92 - 14º nel girone B campano di Promozione. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1992-93 - Milita in uno dei gironi campani di Prima Categoria.
  • 1993-94 - 8º in uno dei gironi campani di Prima Categoria.
  • 1994-95 - 2º in uno dei gironi campani di Prima Categoria.
  • 1995-96 - 1º in uno dei gironi campani di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1996-97 - 8º nel girone B campano di Promozione.
  • 1997-98 - 15º nel girone B campano di Promozione. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1998-99 - 5º in uno dei gironi campani di Prima Categoria.
  • 1999-00 - 1º in uno dei gironi campani di Prima Categoria. Promosso in Promozione.


  • 2010-11 - 13º nel girone H di Serie D. Retrocesso in Eccellenza dopo i play-out, ma in seguito ripescato.
    Trentaduesimi di finale Coppa Italia Serie D.
  • 2011-12 - 10º nel girone I di Serie D. Eliminato nelle semifinali dei play-off.
    Vince la Coppa Italia Serie D.
  • 2012-13 - 15º nel girone H di Serie D. Retrocesso in Eccellenza dopo i play-out.
    Turno preliminare Coppa Italia Serie D.
  • 2013-14 - 9º nel girone B campano di Eccellenza.
  • 2014-15 - 8º nel girone B campano di Eccellenza.
  • 2015-16 - 10º nel girone B campano di Eccellenza. Cede il titolo sportivo al Football Club Sorrento.
  • 2016 - L'A.S.D. Virtus Sant'Antonio Abate diventa la prima squadra cittadina.
  • 2016-17 - 12º nel girone E campano di Prima Categoria.
  • 2017 - Assume la denominazione di A.S.D. A.C. Sant'Antonio Abate 1971.
  • 2017-18 - nel girone E campano di Prima Categoria.

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I suoi colori sociali sono il giallo e il rosso.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

La A.C. Sant'Antonio Abate disputava le partite casalinghe allo stadio Vigilante Varone, sito in via Rostillo nel comune di Sant'Antonio Abate. L'impianto è dotato di una tribuna coperta da 1 000 posti e di una curva scoperta da 900 per una capienza totale di 1 900 spettatori. Il terreno di gioco è in sintetico ed ha una lunghezza di 105 metri ed una larghezza di 65 metri. È stato realizzato nell'anno 2004 dall'ammistrazione comunale guidata dal dott. Gioacchino Alfano, lo stadio fortemente voluto e realizzato per la caparbietà del consigliere comunale nonché Presidente della squadra di calcio A.C. S.Antonio Abate dal 1998 al 2005, sig. dott. D'Ambrosio Cosimo.[6]

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
  • 1971-1991 ...
  • 1991-1992 Italia Schettino
  • 1992-1996 ...
  • 1996-1997 Italia Gianpiero Nocera
  • 1997-2004 Italia Domenico Izzo
  • 2004-2005 Italia Catello Gargiulo
    Italia Salvatore Nastri
  • 2005-2006 Italia Salvatore Nastri
  • 2006-2007 Italia Salvatore Nastri
    Italia Guglielmo Bacci
    Italia Catello Gargiulo
  • 2007-2009 Italia Salvatore Nastri
  • 2009-2010 Italia Mario Di Nola
  • 2010-2015 ...
  • 2015-2016 Italia Michele Cimmino
    Italia Vincenzo Criscuolo

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2011-2012

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2005-2006 (girone B)
1986-1987 (girone C)
1978-1979 (girone ?); 1984-1985 (girone ?); 1995-1996 (girone ?); 1999-2000 (girone ?)

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

terzo posto: 1987-1988 (girone I)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Campionato Interregionale 1 1987-1988 8
Serie D 7 2006-2007 2012-2013

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Dilettanti 1 1987-1988 8
Coppa Italia Serie D 7 2006-2007 2012-2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presidente, su sssantantonioabate.it. URL consultato il 26 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2016).
  2. ^ Staff tecnico, su sssantantonioabate.it. URL consultato il 26 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2016).
  3. ^ FIGC CAMPANIA: CAMBI DENOMINAZIONE SOCIALE, SEDE, FUSIONI, SCISSIONI 2017-2018 (DOC), su figc-campania.it.
  4. ^ a b Storia, su sssantantonioabate.it. URL consultato il 26 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2016).
  5. ^ Tifoso strappa un orecchio all'arbitro con un morso, su archiviolastampa.it, 19 febbraio 1968.
  6. ^ Stadio "Vigilante Varone", su sssantantonioabate.it. URL consultato il 26 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio