Samsung Galaxy Note 7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samsung Galaxy Note 7
Galaxy Note 7 Logo.svg
Samsung Galaxy Note 7.png
Caratteristiche tecniche
Produttore Samsung
Tipo Smartphone
Reti
Connettività
Disponibilità Produzione annullata
Sistema operativo
Videocamera
  • Posteriore: 12 MP Dual Pixel, risoluzione 4K (UHD), flash LED, autofocus con PDAF e OIS, f 1.7, auto HDR
  • Anteriore: 5 MP f1.7 con auto HDR
Alimentazione Li-ion 3500 mAh non removibile
CPU Quad-core 2.3 GHz M1 Mongoose + Quad-core 1.6 GHz Cortex-A53
Memoria
  • Memoria interna 64 GB espandibile fino a 256 GB con microSD
  • Memoria RAM 4 GB
Schermo Quad HD Super AMOLED, 2560×1440 mm, (5,7 pollici)
Risoluzione 4290 x 2800 pixel
Dimensioni 153.5 x 73.9 x 7.9 mm
Peso 169 g
Colori Black Onyx, Silver Titanium, Platinum Gold, Blue Coral
Predecessore Samsung Galaxy Note 5
Successore Samsung Galaxy Note 8
 

Il Samsung Galaxy Note 7 è stato uno smartphone di fascia alta prodotto da Samsung, presentato a New York il 2 agosto 2016[1] durante il Samsung Galaxy Unpacked 2016 e ritirato dal mercato definitivamente il 10 ottobre 2016 per problemi alla batteria. È il sesto dispositivo top di gamma della serie Samsung Galaxy Note ed è successore del Galaxy Note 5. Dispone di una memoria interna da 64 GB espandibile attraverso microSD ed è disponibile nelle colorazioni Black Onyx, Silver Titanium, Platinum Gold e Blue Coral.[2]

Contrariamente al suo predecessore, avrebbe dovuto essere commercializzato dalle prime settimane anche in Europa, tra cui anche l'Italia.

Il 10 ottobre 2016, Samsung ha sospeso la commercializzazione e la sostituzione invitando i clienti a spegnere il dispositivo e a non usarlo più perché a rischio esplosione, garantendo, in caso di restituzione, il rimborso completo dell'importo pagato o la sostituzione con il modello Galaxy S7 o S7 Edge.[3]

Il 2 luglio 2017 Samsung ha ufficialmente annunciato la versione riveduta e corretta del Galaxy Note 7, ribattezzata Galaxy Note FE (Fan Edition). Questo modello "ricondizionato" del Note 7 presenta lo stesso hardware del Note 7 "originale", eccezion fatta per la batteria.[4] [5]

Il 20 luglio 2017 Samsung ha annunciato la conferenza, che è stata svolta a New York in data 23 agosto 2017, dove è stato presentato il successore della serie: Galaxy Note 8[6].

Specifiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Hardware[modifica | modifica wikitesto]

Il Samsung Galaxy Note 7 è dotato di un display Super AMOLED da 5,7 pollici con risoluzione Quad HD da 2560×1440 pixel.[7] La scocca è costituita da materiali quali vetro e alluminio[8], dove quest'ultimo, costituisce il frame laterale che avvolge i due vetri curvi realizzati con Gorilla Glass 5.[9] Il dispositivo differisce esteticamente dal Galaxy S7 Edge in quanto le curvature del display seguono simmetricamente le linee del frame e del vetro che costituisce il retro. La serie Note con quest'ultimo prodotto, riprende quindi lo stile della serie S sia per estetica, materiali e caratteristiche tecniche. Condivide con il Galaxy S7 anche la certificazione IP68, che lo rende impermeabile fino a 1,5 metri di profondità per un massimo di trenta minuti ed è resistente alla polvere.[10] Ha in comune con quest'ultimo per l'appunto l'hardware, disponendo di un processore Exynos 8890 Octa core (2.3 GHz Quad + 1.6 GHz Quad) a 64 bit, 4 GB di RAM, 64 GB di memoria espandibile tramite microSD e una batteria da 3500 mAh con ricarica wireless.[11]

Software[modifica | modifica wikitesto]

Il Samsung Galaxy Note 7 è dotato della versione Android 6.0.1 Marshmallow con interfaccia Grace UX 2016 con possibilità di aggiornamento ad Android 7.0 Nougat entro due o tre mesi dalla commercializzazione.[12]

Fotocamera[modifica | modifica wikitesto]

Il Note 7 possiede una fotocamera posteriore “Dual Pixel” da 12 MP con OIS dotato di apertura focale di f1.7, auto HDR e fast AF, che può catturare foto ad una risoluzione di 4290 x 2800 pixel. I video hanno una risoluzione in 4K a 30 fps. Il dispositivo è inoltre dotato di fotocamera anteriore da 5 MP, sempre da 1.7, con video in FHD.[7]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Con il Note 7 è stata introdotta un'ulteriore fotocamera frontale per consentire il riconoscimento dell’iride per lo sblocco del dispositivo[13] ed altre funzioni di sicurezza. Il pennino S Pen in dotazione offre 4 096 punti di pressione riconosciuti e una latenza di 50 ms.[14] Anche quest'ultimo è certificato IP68, in maniera tale da rimanere in linea con lo smartphone.[15]

Problemi alla batteria[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Problemi alla batteria del Samsung Galaxy Note 7.

Il Samsung Galaxy Note 7, nella prima ondata di lancio, ha riscontrato seri problemi alla batteria, poiché questa era soggetta a esplosioni durante la ricarica o in situazioni di gran carico del processore. Sono stati riportati 35 casi su due milioni in tutto il mondo.[16] Samsung ha prontamente ritirato dai negozi tutti i telefoni in questione e ha invitato i proprietari a restituirli per la sostituzione.[17] È possibile riconoscere i Galaxy Note 7 immuni dal difetto descritto dal bollino raffigurante la lettera "S" nella parte inferiore della confezione.[18] Successivamente si sono verificati casi di dispositivi sostitutivi che erano comunque difettosi, in seguito a questo Samsung ha prima sospeso la produzione dello smartphone e dopo i dovuti accertamenti la produzione è definitivamente terminata.[19] Il 19 settembre 2016 è stato effettuato un richiamo mondiale di 2,5 milioni di dispositivi[20], stimando la perdita economica intorno ai 10 miliardi di dollari.[21]

In Italia il dispositivo non è mai stato commercializzato; tuttavia, i 2 000 esemplari in possesso alla clientela consegnati attraverso preordine sono stati quasi tutti ritirati.[22]

Le esplosioni del Note 7 hanno suscitato una sorta di psicosi in tutto il mondo tali da diventare un fenomeno di Internet.[23] Verso la fine di ottobre 2016, sono comparsi alcuni video su YouTube del videogioco Grand Theft Auto V nei quali, attraverso una modifica del videogioco stesso[24], il Note 7 viene utilizzato come bomba a mano. In seguito, Samsung ha rimosso questi video in quanto ritenuti violazione di copyright e danno d'immagine.[25][26] Sempre ad ottobre 2016, il dispositivo è stato inoltre bandito da numerose compagnie aeree mondiali per motivi di sicurezza[27], a seguito di alcuni principi di esplosione del Note 7 in alcuni aerei di linea.[28][29]

Il 23 gennaio 2017 Samsung ha rilasciato un'indagine interna in merito ai malfunzionamenti effettuata su 200 000 Note 7 e 30 000 batterie[30], confermando i problemi alla batteria che causavano le esplosioni.[31] Problemi derivati dalla produzione delle stesse, derivate dalla linea di produzione della Samsung SDI, dove nel primo lotto di produzione avevano dimensioni errate, mentre nel secondo lotto presentavano una saldatura difettosa che cortocircuitava la batteria[32]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dan Seifert, Samsung will announce the Galaxy Note 7 on August 2nd, The Verge, 12 luglio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  2. ^ (EN) Andrew Martonik, What color Galaxy Note 7 should you get: Black, blue coral, silver or gold?, Android Central, 4 agosto 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  3. ^ Galaxy Note 7, Samsung interrompe produzione, vendita e sostituzione, in La Repubblica, 10 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  4. ^ Giuseppe Servidio, Galaxy Note 7 ritornerà in scena il prossimo 7 luglio, ecco quanto costerà, su Tecnoandroid, 28 giugno 2017. URL consultato il 03 luglio 2017.
  5. ^ Paolo Zuccalà, Samsung Note 7 Fan Edition è ufficiale: al via le vendite in Corea dal 7 luglio, su Tecnoandroid, 02 luglio 2017. URL consultato il 03 luglio 2017.
  6. ^ (IT) È ufficiale: Samsung Galaxy Note 8 sarà presentato il 23 agosto - Tutto Android, in Tutto Android, 20 luglio 2017. URL consultato il 10 agosto 2017.
  7. ^ a b Samsung Galaxy Note 7, HDBlog.it. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  8. ^ Mario Cianflone, Samsung Note 7, una brutta storia con tante lezioni da apprendere, in Il Sole 24 Ore, 11 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  9. ^ Luca Colantuoni, Galaxy Note 7, il vetro non resiste ai graffi, Webnews, 22 agosto 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  10. ^ Emiliano Ragoni, Samsung Galaxy Note 7: cosa ci piace e cosa non ci piace, International Business Times, 4 agosto 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  11. ^ Il nuovo Galaxy Note 7 di Samsung protagonista di un "unboxing" ufficiale, HDBlog.it, 14 agosto 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  12. ^ Dan Graziano, Samsung may update the Galaxy Note 7 to Android Nougat this year, CNET. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  13. ^ Luca Colantuoni, Galaxy Note 7, nuovi dettagli sull’iris scanner, Webnews, 26 luglio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  14. ^ Irven Zanolla, Samsung Galaxy Note 7: tutto ciò che sappiamo sul nuovo Phablet, Tuttoandroid, 31 luglio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  15. ^ Rik Henderson, What does Samsung Galaxy Note 7's IP68 waterproofing mean?, Pocket-lint, 3 agosto 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  16. ^ Michela Rovelli, Samsung sospende le vendite del Galaxy Note 7: la batteria prende fuoco ed esplode, in Corriere della Sera, 2 settembre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  17. ^ Aggiornamenti Galaxy Note7, Samsung. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  18. ^ Samsung sollecita gli utenti a spegnere subito i Note 7 e restituirli. Prevista nuova etichetta e database di IMEI per identificare quelli sicuri., AndroidGalaxys.net, 10 settembre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  19. ^ Galaxy Note 7, Samsung ha deciso: "Stop definitivo alla produzione", in La Repubblica, 11 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  20. ^ Samsung, richiamo mondiale per Galaxy Note 7 dopo esplosioni della batteria, in La Repubblica, 2 settembre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  21. ^ Alessandro Galiani, Note 7, il flop che spaventa Samsung, in AGI (Roma), 11 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  22. ^ Paolo Ottolina, Samsung e Note 7: «In Italia ritirati 2000 pezzi, in 100 lo vogliono tenere», in Corriere della Sera, 2 novembre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  23. ^ Sarah Dean, 'It's a fire sale… buy one get 2.5 million free!': Social media users mock Samsung Galaxy Note 7 in hilarious memes after company axes the 'explosive' product, in Daily Mail, 11 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  24. ^ Dario Marchetti, Galaxy Note 7, il telefono “esplosivo” di Samsung arriva anche in GTA V, in La Stampa, 5 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  25. ^ (EN) James Titcomb, Samsung attempts to take down parody Note 7 bomb GTA videos, in The Telegraph, 21 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  26. ^ Nick Whigham, Samsung tried to pull down videos of its Galaxy Note 7 being used as a bomb in GTA, in News.com.au, 20 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  27. ^ Leonard Berberi, Esplora il significato del termine: Galaxy Note 7, divieto totale in aereo E le compagnie comprano le borse per contenere gli incendi, in Corriere della Sera, 15 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  28. ^ Usa, fumo da Samsung Galaxy Note 7: evacuato aereo, in La Repubblica (Roma), 5 ottobre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  29. ^ Fumo da uno smartphone Samsung, allarme su aereo di linea indiano, in La Repubblica (Nuova Delhi), 23 settembre 2016. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  30. ^ Galaxy Note 7 in fiamme, la Samsung svela la causa: "Era colpa di un difetto delle batterie", in Rai News, 23 gennaio 2017.
  31. ^ Samsung: le batterie erano la causa degli incendi del Galaxy Note 7, in La Repubblica, 23 gennaio 2017. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  32. ^ Samsung Galaxy Note 7 come volevasi dimostrare

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]