Mowgli - Il libro della giungla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mowgli - Il libro della giungla
Mowglii - il libro della giunglaa.png
L'incontro tra Mowgli e Shere Khan
Titolo originale Rudyard Kipling's The Jungle Book
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1994
Durata 111 min
Genere avventura, sentimentale
Regia Stephen Sommers
Soggetto Rudyard Kipling (romanzo)
Sceneggiatura Mark Geldman, Stephen Sommers, Ronald Yanover
Produttore Edward S. Feldman, Raju Patel
Fotografia Peter Robertson, Juan Ruiz Anchía
Montaggio Bob Ducsay
Musiche Basil Poledouris, Greig McRitchie, Johann Strauss
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Più imparo ad essere un uomo, più voglio essere un animale »
(Mowgli)

Mowgli - Il libro della giungla (Rudyard Kipling's The Jungle Book) è un film diretto dal regista Stephen Sommers. Ispirato ai due romanzi Il libro della giungla e Il secondo libro della giungla di Rudyard Kipling, il film se ne differenzia per l'aggiunta di vari personaggi umani, con conseguente modifica di parte della trama.

Questo film, distribuito dalla Walt Disney Pictures, è un remake live-action del classico Disney Il libro della giungla del 1967.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'India dell'Epoca vittoriana, il colonnello Brydon e il suo reggimento, in cui si contano diversi indiani, accompagnato dalla figlia Kitty e dall'amico dottor Plumford, stanno attraversando la giungla. La guida indiana locale, Nathoo, porta con sé un figlio, di nome Mowgli che, proprio come Kitty, ha perso la madre di parto. Durante l'avanzata si odono in lontananza i ruggiti di una tigre. Nathoo spiega che l'animale,noto dalla popolazione del luogo come Shere Khan è nemica dell'uomo, colpevole di uccidere più animali di quanti se ne possano cibare. La carovana si accampa al calar del sole e qui avviene il primo reale contatto fra i due protagonisti.

Nella notte l'improvvisa apparizione della tigre crea scompiglio e panico nell'accampamento. Shere Khan uccide prima un soldato di guardia e poi lo stesso Nathoo, accorso a difendere Buldeo, un cacciatore indiano aggregato alla truppa. A seguito della confusione, Mowgli viene trascinato da un carro nella giungla e viene ritenuto morto a seguito dell'esplosione dello stesso; nella giungla ben presto impara a convivere coi vari animali, la pantera Bagheera, l'orso Baloo e il branco di lupi dai quali viene allevato.

Più avanti si scontrerà col serpente Kaa e le scimmie (tra cui il loro "re" Luigi, un orango chiamato così perché indossa una corona del tutto identica a quella di Re Luigi XIV) nella città di Anuman, mitico luogo costruito nel cuore della giungla più nera trabboccante di tesori giunti da ogni parte dell'Asia e ora inghiottito nella minacciosa e inesplorata selva. Mowgli verrà in seguito nuovamente a contatto con la società e più precisamente con Kitty a cui era molto legato in passato. Dopo aver affrontato i vari uomini di Brydon (tra cui il sadico capitano Boone e i suoi aiutanti, Wilkins e Harley), viene imprigionato, ma in seguito scarcerato per volere di Kitty, che ha riconosciuto il vecchio amico e che ha deciso, con l'aiuto del dottor Plumford e col permesso del padre (Brydon), di dargli un'educazione per farlo reintegrare nella società; Mowgli apprenderà così come comportarsi da uomo, non senza criticare i suoi atteggiamenti a volte assurdi e irrispettosi nei confronti della natura.

Nel frattempo Boone e i suoi aiutanti (tra cui Buldeo e un suo braccio destro), scoprono che Mowgli è stato ad Anuman e decidono di usarlo per arrivarci (molti uomini tentarono di raggiungere la mitica città ma mai nessuno fece ritorno). Tra Mowgli e Kitty nasce un bel rapporto, subito rovinato da Boone che chiede a lei di sposarlo e che maltratta Mowgli ad una lussuosa festa costringendolo a fuggire. Kitty, visto trattare così il suo amico, ritorna sui suoi passi e rifiuta la proposta del capitano. Brydon ritiene pertanto di doverla rimandare in Inghilterra, dove ritroverà sicuramente uno stile di vita migliore. Lungo la strada per condurla al porto, la carrozza su cui viaggiano viene assalita da Buldeo e i suoi uomini; Mowgli tenta di intervenire insieme agli animali suoi alleati ma l'orso Baloo viene colpito; lascerà l'orso in cura al dottor Plumford, scampato grazie allo stesso ragazzo all'assalto dei nativi.

Kitty e suo padre vengono condotti da Buldeo e uno dei suoi presso Boone, Wilkins e Harley che avevano progettato tutto. Mowgli si fa nuovamente vivo e promette loro di condurli ad Anuman, a patto che il colonnello e la figlia vengano lasciati stare. Durante la notte però, Shere Khan che da anni non era più ricomparsa, fa notare ancora una volta la sua inquietante presenza; Mowgli capisce che il felino darà la caccia al gruppo di umani, pertanto decide di fuggire per attirare la belva a sé. La mattina dopo viene liberato da Bagheera e comincia a correre inseguito da Harley che, per raggiungerlo, cade in alcune sabbie mobili e vi affonda nonostante il tentativo di Wilkins, sopraggiunto, di salvarlo; in seguito a uno scontro con Mowgli soccombe anche il braccio destro di Buldeo, fatto precipitare da un dirupo; il colonnello Brydon viene soccorso da Mowgli e con l'aiuto di un elefante ritorna in città. I restanti tre che con sé hanno Kitty giungono presso Anuman. A quel punto si odono i versi di Shere Khan, questa volta vicinissimi. Uomini e scimmie scappano. Nel trambusto Buldeo e Wilkins si separano dal gruppo. Il tenente, terrorizzato nel non riuscire a scorgere l'animale in agguato, ferice accidentalmente l'indiano con un colpo di fucile. Giratosi, Wilkins si ritrova faccia a faccia con la temibile tigre e, nonostante tenti di sfuggirle, viene inseguito e atrocemente divorato.

Boone e la ragazza giungono nella "città delle scimmie" e Mowgli vi arriva poco dopo; Buldeo lo ha inseguito e, tentando di ucciderlo, aziona un mortale trabocchetto di cui rimane lui stesso vittima. Boone affronta a questo punto Mowgli che ha la meglio e porta in salvo Kitty; il capitano rimane nella città e riempie le sue tasche e uno zaino di oro; a questo punto il serpente Kaa lo aggredisce e lui sprofonda nell'acqua; tenta disperatamente di uscirne ma il peso dei gioielli è eccessivo e non riesce a tornare in superficie prima di essere ucciso dal famelico serpente. Mowgli e Kitty escono dalla città e si ritrovano di fronte Shere Khan. Il giovane la affronta non come uomo, ma come la giungla gli ha insegnato e la tigre non aggredisce i due vedendo in lui un difensore, non un usurpatore, della natura. Kitty e Mowgli fanno ritorno alla civiltà e vengono accolti dal colonnello Brydon, dal dottor Plumford e da un guarito Baloo. In seguito, nella tana dei lupi dove Mowgli è cresciuto, si dichiarano l'uno all'altra.

Errori[modifica | modifica wikitesto]

Quando il dottor Plumford fece una breve gita con delle madamigelle, indica 2 lemuri catta. Ma i lemuri vivono esclusivamente in Madagascar, non in India. Il personaggio Baloo viene rappresentato come un orso bruno, ma gli orsi bruni non vivono in India (che si trova sotto la zona equatoriale), in India vivono gli orsi neri, gli orsi bruni vivono solo nelle zone più temperate.

Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 è stato distribuito dalla IBM il videogioco ispirato al film Jungle Book, realizzato dalla Powerhouse Entertainment per Windows.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema