Pagina principale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Main Page)
Benvenuti su Wikipedia
L'enciclopedia libera e collaborativa
1 252 686 voci in italiano

Versione per dispositivi mobili

Clicca qui per sfogliare l'indice delle voci! Sfoglia l'indice   1rightarrow.pngConsulta il sommario   Clicca qui per navigare tra i portali tematici! Naviga tra i portali tematici

Vetrina
Vetrina
Shermans disembarking from LST at Anzio.jpg

Lo sbarco di Anzio (nome in codice operazione Shingle, conosciuto anche come "sbarco di Anzio e Nettuno" o "fronte di Anzio e Nettuno") fu un'operazione militare di sbarco anfibio, condotta dagli Alleati sulla costa tirrenica antistante gli abitati di Anzio e Nettuno, durante la campagna d'Italia nella seconda guerra mondiale. L'obiettivo di tale manovra era la creazione di una testa di ponte oltre lo schieramento tedesco sulla linea Gustav, in modo tale da aggirarla e costringere gli avversari a distogliere ingenti forze dal fronte di Cassino, permettendo così lo sfondamento della 5ª Armata del generale Mark Wayne Clark lungo il settore tirrenico della Gustav. In contemporanea, le truppe sbarcate ad Anzio e Nettuno avrebbero occupato i colli Albani, impedendo la ritirata delle divisioni tedesche: la loro distruzione avrebbe consentito di conquistare Roma e abbreviare la campagna.

Lo sbarco avvenne con successo il 22 gennaio 1944 a opera del VI Corpo d'armata statunitense, guidato dal maggior generale John Lucas; ma nel suo complesso l'operazione Shingle non raggiunse gli obiettivi iniziali prefissati. Le forze tedesche sotto il comando del feldmaresciallo Albert Kesselring, nonostante la sorpresa iniziale, riuscirono a bloccare l'iniziale avanzata del VI Corpo d'armata e a sferrare una serie di contrattacchi, che misero in seria difficoltà gli anglo-americani e costarono loro forti perdite. La lunga e logorante battaglia di posizione che seguì nell'area della testa di ponte continuò fino alla primavera successiva, quando i tedeschi furono costretti alla ritirata dopo il crollo del fronte di Cassino. Anche in questo caso, però, l'obiettivo principale, ossia la distruzione delle forze tedesche in Italia, non fu conseguito e i tedeschi in ritirata poterono sfuggire dalla morsa nemica e ridisporsi sulla Linea Gotica, baluardo che bloccò per mesi gli anglo-americani sugli Appennini.

Leggi la voce · Tutte le voci in vetrina

Voci di qualità
Voci di qualità
Nicholas II by Boissonnas & Eggler c1909.jpg

Nicola II Romanov (in russo: Николай Александрович Романов?, Nikolaj Aleksandrovič Romanov; Carskoe Selo, 18 maggio 1868, 6 maggio del calendario giulianoEkaterinburg, 17 luglio 1918) fu l'ultimo imperatore di Russia. Il suo titolo ufficiale era: «Per Grazia di Dio, Imperatore e Autocrate di tutte le Russie (in russo: Божию Милостию, Император и Самодержец Всероссийский?, Božiju Milostiju, Imperator i Samoderžec Vserossijskij), zar di Polonia, di Mosca, di Kiev, di Vladimir, di Novgorod, di Kazan', di Astrachan' e della Siberia; granduca di Finlandia e di Lituania; erede di Norvegia; signore e sovrano di Iberia, dell'Armenia e del Turkestan; duca dello Schleswig-Holstein, dello Stormarn, di Dithmarschen e dell'Oldenburg».

Fu, de facto, l'ultimo zar dell'Impero russo. Ha conosciuto numerosi appellativi: "Nicola il pacifico" durante gli anni di regno, mentre la letteratura sovietica comunista lo ha dipinto invece come "Nicola il sanguinario"; la tradizione popolare russa lo conosce invece come "Nicola, il santo, grande portatore della Passione".

Appartenente alla dinastia dei Romanov, alto 1,73 m, castano con occhi azzurri, considerato attraente in gioventù, sposò, in contrasto con i genitori, Alessandra d'Assia e del Reno, figlia del granduca Luigi IV d'Assia e del Reno e della Principessa Alice del Regno Unito, a sua volta figlia della regina Vittoria.

Leggi la voce · Tutte le voci di qualità

Lo sapevi che...
Lo sapevi che...
EastHanSeismograph.JPG

Il sismoscopio di Zhang Heng (候風地動儀, houfeng didongyi, letteralmente "strumento per indagare i fluidi e i movimenti della terra") fu il primo strumento per rilevare terremoti mai realizzato. Fu costruito dall'inventore cinese Zhang Heng (78-139) nel 132 d.C., 1571 anni prima dell'invenzione del primo sismografo (1703) da parte del francese Jean de Hautefeuille. L'invenzione di Heng è composta da un grande vaso in bronzo intorno al quale sono saldati otto draghi con la testa rivolta verso il basso, orientati verso gli otto punti cardinali della rosa dei venti. Ogni drago ha una biglia di metallo in bocca e sotto di esso è collocato un contenitore a forma di rana. Quando la macchina è sollecitata da una scossa di terremoto, un pendolo collocato al centro del vaso oscilla nella direzione del sisma e fa cadere nella bocca della rana solo la biglia del drago corrispondente a tale direzione. Il sismoscopio fu utilizzato per la prima volta nel 138, quando una delle sfere cadde dalla bocca di un drago senza che nessuno avesse avvertito una scossa. Pochi giorni dopo giunse la notizia che nel Gansu, posto a 600 km di distanza nella direzione indicata dallo strumento, era avvenuto un terremoto: l'invenzione di Heng aveva funzionato.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

Ricorrenze
Ricorrenze
Frans Hals - Portret van René Descartes.jpg
Cartesio

Nati l'11 febbraio...
Poggio Bracciolini (1380)
Thomas Edison (1847)
Carlo Carrà (1881)

... e morti
Cartesio (1650)
Frank Herbert (1986)
Amelia Rosselli (1996)

In questo giorno accadde...
1858 - Bernadette Soubirous afferma di aver visto la Madonna.
1918 - Gabriele D'Annunzio, Luigi Rizzo e Costanzo Ciano portano a termine la missione che passerà alla storia come beffa di Buccari.
1929 - Il cardinale Pietro Gasparri e Benito Mussolini firmano i Patti Lateranensi fra Santa Sede e Regno d'Italia.
1945 - Si conclude la conferenza di Jalta.
1990 - In Sudafrica viene liberato, dopo ventisei anni di carcere, Nelson Mandela.

Oggi ricorre: la Chiesa cattolica celebra la memoria di Nostra Signora di Lourdes e dei santi Gregorio II e Pasquale I.

Nelle altre lingue
Nelle altre lingue

Di seguito sono elencate le 10 versioni maggiori di Wikipedia e una selezione casuale di altre edizioni con un numero minore di voci:

Le 10 maggiori (all'11 febbraio 2016): English (inglese) (5.076.799+) · Svenska (svedese) (2.823.189+) · Binisaya (cebuano) (1.982.363+) · Deutsch (tedesco) (1.907.377+) · Nederlands (olandese) (1.855.483+) · Français (francese) (1.723.484+) · Русский (russo) (1.288.827+) · Winaray (waray) (1.259.478+) · Italiano (1 252 686) · Español (spagnolo) (1.233.624+)

Dal mondo di Wikipedia: Esperanto (esperanto) · Eesti (estone) · Ελληνικά (greco) · Cymraeg (gallese) · Ido (ido) · Walon (vallone) · Tarandíne (tarantino) · Bân-lâm-gú (min nan) · تركمن / Туркмен (turkmeno) · Pangasinan (pangasinan) · Líguru (ligure) · Dzhudezmo (giudesmo o giudeo-spagnolo) · پښتو (pashto) · Reo Tahiti (tahitiano) · Af-Soomaali (somalo) · МагIарул мацI (avaro) · Bamanankan (bambara) · Xitsonga (tsonga) · ᨅᨗᨌᨑ ᨕᨘᨁᨗ (buginese)

Oltre Wikipedia
Oltre Wikipedia

Wikipedia è gestita da Wikimedia Foundation, fondazione senza fini di lucro, che supporta diversi altri progetti wiki dal contenuto libero e multilingue:

Commons-logo.svg
Commons
Risorse multimediali condivise
Wikiquote-logo.svg
Wikiquote
Raccolta di citazioni
Wiktionary-logo.svg
Wikizionario
Dizionario e lessico
Wikinews-logo.svg
Wikinotizie
Notizie a contenuto aperto
Wikispecies-logo.svg
Wikispecies
Catalogo delle specie
Wikimedia Community Logo.svg
Meta-Wiki
Progetto di coordinamento Wikimedia
Wikibooks-logo.svg
Wikibooks
Manuali e libri di testo liberi scritti ex novo
Wikisource-logo.svg
Wikisource
Opere già pubblicate e libere da copyright
Wikiversity-logo.svg
Wikiversità
Risorse e attività didattiche
Wikidata-logo.svg
Wikidata
Database di conoscenza libera
Wikivoyage-Logo-v3-icon.svg
Wikivoyage
Guida turistica mondiale

Wikipedia
Wikipedia

Wikipedia è un'enciclopedia online, collaborativa e gratuita. Disponibile in oltre 280 lingue, affronta sia gli argomenti tipici delle enciclopedie tradizionali sia quelli presenti in almanacchi, dizionari geografici e pubblicazioni specialistiche.

Wikipedia è liberamente modificabile: chiunque può contribuire alle voci esistenti o crearne di nuove. Ogni contenuto è pubblicato sotto licenza Creative Commons CC BY-SA e può pertanto essere copiato e riutilizzato adottando la medesima licenza.

Cosa posso fare?
Cosa posso fare?

Chi fa Wikipedia?
Chi fa Wikipedia?

La comunità di Wikipedia in lingua italiana è composta da 1 327 574 utenti registrati, dei quali 8 597 hanno contribuito con almeno una modifica nell'ultimo mese e 105 hanno funzioni di servizio. Gli utenti costituiscono una comunità collaborativa, in cui tutti i membri, grazie anche ai progetti tematici e ai rispettivi luoghi di discussione, coordinano i propri sforzi nella redazione delle voci.

Novità da Wikipedia
Novità da Wikipedia

Lavori in corso
Lavori in corso

Dagli altri progetti
Dagli altri progetti
Wikimedia-logo-meta.svg Traduzione della settimana da Meta-Wiki

Questa settimana la voce da tradurre è:

(versione in italiano: Stotting)

Wikiquote-logo.svg Citazione del giorno da Wikiquote

Non essere amati è una semplice sfortuna; la vera disgrazia è non amare.
Albert Camus

Commons-logo.svg Immagine del giorno da Commons
Laon Cathedral Interior 04.JPG

Interno della cattedrale di Laon in Francia

Wikinews-logo.svg Ultime notizie da Wikinotizie
Wikisource-logo.svg Rilettura del mese su Wikisource
Wikivoyage-Logo-v3-icon.svg Destinazione del mese su Wikivoyage

Colonia

Colonia banner.jpg

Questo mese proponiamo Colonia, in Germania, considerata la capitale economica, culturale e storica della Renania, dove ogni anno a febbraio si organizzano sfilate di carri allegorici per il carnevale.

Wikipedia non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti in questo sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.