Luigi Schenoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Schenoni

Luigi Schenoni (Bologna, 193522 settembre 2008[1]) è stato un traduttore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi in Lingue e Letterature Straniere all'Università Bocconi di Milano nel 1959, iniziò a lavorare come traduttore commerciale in una ditta di Bologna.[2] Negli anni 1970 seguì qualche simposio su Joyce; nel 1978 fu messo in contatto, tramite Giorgio Melchiori, con la casa editrice Arnoldo Mondadori Editore, che gli affidò la traduzione di Finnegans Wake; i primi 4 capitoli uscirono nel 1982.[2] Nello stesso anno ha ricevuto il Premio San Gerolamo. Lavorò prevalentemente per Sperling & Kupfer e Feltrinelli. Per la traduzione di Finnegans Wake di Joyce vinse il XIII Premio Monselice per la traduzione letteraria (1983).

Alla sua morte, la sua collezione di libri, riviste e documenti personali è stata donata alla Biblioteca Centrale Roberto Ruffilli dell'Università di Bologna, Campus di Forlì.[3]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Due righe per Luigi Schenoni Amnesiavivace.it
  2. ^ a b Ilaria Drago, Intervista a Luigi Schenoni (PDF), kultart.info. URL consultato l'11 giugno 2012.
  3. ^ Fondi librari – Biblioteca Centrale Roberto Ruffilli – Università di Bologna, unibo.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]