Lucinda Riley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lucinda Riley, nome d'arte di Lucinda Edmonds (Lisburn, 16 febbraio 196611 giugno 2021), è stata una scrittrice e attrice britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Lisburn (Irlanda del Nord) nel 1966, visse tra il Norfolk[1] e il Sud della Francia, con il marito e i quattro figli.

Dopo un inizio carriera come attrice per il teatro e la televisione, nel 1989 contrasse una severa forma di mononucleosi e durante la convalescenza iniziò a scrivere. Pubblicò il suo primo romanzo nel 1992.

Da allora diede alle stampe numerosi romanzi rosa di successo tradotti in 28 lingue vendendo nel mondo cinque milioni di copie[2].

La sua fama in Italia è relativa principalmente alla serie di libri Sette sorelle, i cui diritti sono stati opzionati dalla produttrice Raffaella De Laurentiis[3].

È morta l'11 giugno 2021 a causa di un tumore[4].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Come Lucinda Edmonds[modifica | modifica wikitesto]

  • Lovers and Players (1992)
  • Hidden Beauty (1993)
  • Enchanted (1994)
  • Not Quite an Angel (1995)
  • Aria (1996)
  • Losing You (1997)
  • Playing With Fire (1998)
  • Seeing Double (2000)

Come Lucinda Riley[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Orchid House, 2010.
Il giardino degli incontri segreti, traduzione di Lisa Maldera, Giunti, 2012, ISBN 978-88-09-77124-6.
  • (EN) The Girl on the Cliff, 2011.
Il segreto della bambina sulla scogliera, traduzione di Lisa Maldera, Giunti, 2013, ISBN 978-88-09-77924-2.
  • (EN) The Light Behind the Window, 2012.
La luce alla finestra, traduzione di Lisa Maldera, Giunti, 2013, ISBN 978-88-09-77999-0.
  • (EN) The Midnight Rose, 2013.
Il profumo della rosa di mezzanotte, traduzione di Lisa Maldera, Giunti, 2014, ISBN 978-88-09-78894-7.
  • (EN) The Angel Tree, 2014.
L'angelo di Marchmont Hall, traduzione di Sara Reggiani e Leonardo Taiuti, Giunti, 2015, ISBN 978-88-09-81095-2.
  • (EN) The Italian Girl, 2014.
La ragazza italiana, traduzione di Leonardo Taiuti, Giunti, 2017, ISBN 978-88-09-84353-0.
  • (EN) The Olive Tree, 2016.
Il segreto di Helena, traduzione di Leonardo Taiuti, Giunti, 2016, ISBN 978-88-09-82833-9.
  • (EN) The Love Letter, 2018.
La lettera d'amore, traduzione di Leonardo Taiuti, Giunti, 2018, ISBN 978-88-09-85872-5.
  • (EN) The Butterfly Room, 2019.
La stanza delle farfalle, traduzione di Leonardo Taiuti, Giunti, 2019, ISBN 978-88-09-87347-6.

Serie Sette sorelle[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Seven Sisters. Maia's Story, 2014.
Le sette sorelle. La storia di Maia, traduzione di Lisa Maldera, Giunti, 2015, ISBN 978-88-09-80152-3.
  • (EN) The Storm Sister, 2015.
Ally nella tempesta, traduzione di Sara Reggiani e Leonardo Taiuti, Giunti, 2016, ISBN 978-88-09-81838-5.
  • (EN) The Shadow Sister, 2016.
La ragazza nell'ombra, traduzione di Leonardo Taiuti, Giunti, 2017, ISBN 978-88-09-81839-2.
  • (EN) The Pearl Sister, 2017.
La ragazza delle perle, traduzione di Leonardo Taiuti, Giunti, 2018, ISBN 978-88-09-84348-6.
  • (EN) The Moon Sister, 2018.
La ragazza della Luna, traduzione di Roberta Zuppet, Giunti, 2019, ISBN 978-88-09-84349-3.
  • (EN) The Sun Sister, 2019.
La ragazza del Sole, traduzione di Elena Contini, Giunti, 2020, ISBN 978-88-098-9552-2.
  • (EN) Missing Sister, 2021.
La sorella perduta, traduzione di Federico Zaniboni e Giulia Taddeo, Giunti, 2021, ISBN 978-88-09-84352-3.

Collana My Angels con Harry Whittaker[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) How Ulster-born author Lucinda Riley, who vowed to shun Hollywood, became the toast of LA after signing huge deal to film her novels for TV, su belfasttelegraph.co.uk. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  2. ^ Lucinda Riley: i miei romanzi rosa contro le «50 sfumature di grigio», su corriere.it. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  3. ^ (EN) Raffaella de Laurentiis Options Lucinda Riley’s “The Seven Sisters” for Television, su blog.womenandhollywood.com. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  4. ^ Patrizia Violi, Morta Lucinda Riley, scrittrice regina del romanzo rosa, su corriere.it, 11 giugno 2021. URL consultato il 12 giugno 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN186758403 · ISNI (EN0000 0000 1620 7496 · LCCN (ENnb2011027078 · GND (DE122638530 · BNF (FRcb166571392 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb2011027078