Loukas Papadīmos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Loukas Papadīmos
Λουκάς Παπαδήμος

Primo ministro della Grecia
Durata mandato11 novembre 2011 –
16 maggio 2012
Capo di StatoKarolos Papoulias
PredecessoreGiōrgos Papandreou
SuccessorePanagiōtīs Pikrammenos

Presidente dell'Accademia di Atene
Durata mandato12 gennaio 2017 –
14 gennaio 2018
PredecessoreZanasis Valtinos
SuccessoreAntonios Kounadis

Vicepresidente della Banca centrale europea
Durata mandato1º giugno 2002 –
31 maggio 2010
PresidenteWim Duisenberg
Jean-Claude Trichet
PredecessoreChristian Noyer
SuccessoreVítor Constâncio

Governatore della Banca di Grecia
Durata mandato26 ottobre 1994 –
31 maggio 2002
PredecessoreIoannis Boutos
SuccessoreNikolaos Garganas

Dati generali
Partito politicoIndipendente
FirmaFirma di Loukas Papadīmos Λουκάς Παπαδήμος

Loukas Papadīmos (IPA: [luˈkas papaˈðimos]), traslitterato anche come Lucas Papademos (in greco Λουκάς Παπαδήμος?; Atene, 11 ottobre 1947) è un economista e politico greco.

È stato primo ministro della Repubblica Ellenica dall'11 novembre 2011 al 16 maggio 2012.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Papadīmos nacque ad Atene, da genitori originari di Desfina nella Focide[1], e dopo essersi laureato nel 1966, ha studiato al Massachusetts Institute of Technology, conseguendo la laurea in Fisica nel 1970, un master in Ingegneria elettrica nel 1972 e un dottorato in Economia nel 1978.

Papadīmos intraprende la carriera accademica nel 1975 presso la Columbia University, dove ha insegnato economia fino al 1984, lavorando, oltre a livello accademico con Franco Modigliani sul concetto di NAIRU[2], anche come economista senior alla banca della Federal Reserve di Boston nel 1980, prima di trasferirsi all'Università Nazionale Capodistriana di Atene nel 1988.[3]

Nel 1985 entra a far parte della Banca di Grecia, assumendo l'incarico di capo economista della banca centrale, divenendone poi vice-governatore nel 1993 e infine governatore nel 1994, carica che ha ricoperto fino al 2002. Durante la sua guida della banca greca, Papadīmos è stato coinvolto nella transizione della Grecia dalla dracma greca alla euro come moneta nazionale unica.[4]

Nel 2002 Papadīmos lascia la Banca di Grecia per diventare vicepresidente della Banca centrale europea, sotto le presidenze di Wim Duisenberg prima e Jean-Claude Trichet poi, ricoprendo l'incarico fino al 31 maggio 2010.[4]

Dal 2010 al 2012 è stato consigliere economico del primo ministro greco Giōrgos Papandreou.[4][5]

È membro dell'Accademia di Atene e professore all'Università di Atene.

Primo ministro della Grecia[modifica | modifica wikitesto]

Papadīmos parla al Parlamento ellenico il 14 novembre 2011.

Tra il 7 e l'8 novembre 2011 le principali forze politiche greche (socialisti e Nuova Democrazia) si sono accordate sulla nomina di Papadīmos a nuovo Primo ministro, dopo le dimissioni dell'esecutivo guidato da Giórgos Papandreou. Il 10 novembre 2011 è stato nominato primo ministro greco, il giorno dopo ha giurato come capo del nuovo governo transitorio[6], che ha anche ottenuto l'appoggio della destra confessionale.

Attentato[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 maggio 2017 è stato ferito ad una gamba e all'addome, nella propria macchina con il suo autista (anche lui ferito), in seguito alla detonazione di un ordigno esplosivo nascosto in una busta; è stato poi ricoverato all'ospedale Evangelismos di Atene.[7][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EL) TANEA Team, Article, su ΤΑ ΝΕΑ, 8 dicembre 2006. URL consultato il 13 febbraio 2023.
  2. ^ Franco Modigliani e Lucas Papademos, Obiettivi per la politica monetaria nel prossimo anno (PDF).
  3. ^ (EN) Lucas Papademos | Biography & Facts | Britannica, su www.britannica.com. URL consultato il 13 febbraio 2023.
  4. ^ a b c Papademos è il nuovo premier greco, su Il Post, 10 novembre 2011. URL consultato il 14 febbraio 2023.
  5. ^ Lucas Papademos: profile, su www.telegraph.co.uk. URL consultato il 14 febbraio 2023.
  6. ^ Grecia, il nuovo premier ha giurato, su rainews24.rai.it, RaiNews24, 11 novembre 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  7. ^ Grecia, ex premier Papademos ferito in esplosione. Lettera-bomba nella sua auto: non è in pericolo di vita repubblica.it
  8. ^ L'ex primo ministro greco Lucas Papademos è stato ferito in un'esplosione, su Il Post, 25 maggio 2017. URL consultato il 14 febbraio 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo ministro della Repubblica Ellenica Successore
George Papandreou 11 novembre 2011 - 16 maggio 2012 Panagiōtīs Pikrammenos
Predecessore Vicepresidente della Banca centrale europea Successore
Christian Noyer 1º giugno 2002 - 31 maggio 2010 Vítor Constâncio
Controllo di autoritàVIAF (EN84507516 · ISNI (EN0000 0000 7832 3054 · LCCN (ENnr91008937 · GND (DE132395371 · BNF (FRcb12278151b (data) · J9U (ENHE987007605510205171 · WorldCat Identities (ENlccn-nr91008937