Konstantinos Logothetopoulos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Konstantinos Logothetopoulos (Nauplia, 1º agosto 1878Atene, 6 luglio 1961) è stato un politico greco.

Guidò un governo collaborazionista ellenico, al fianco delle forze d'occupazione della Germania nazista durante la seconda guerra mondiale, dal 2 dicembre 1942 al 7 aprile 1943.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato medicina a Monaco di Baviera, fu docente universitario prima in Germania, poi ad Atene. Servì come dottore nell'esercito sia nella prima guerra balcanica che nella seconda guerra balcanica. Nel 1922 venne nuovamente coscritto durante la guerra greco-turca. Al termine del conflitto divenne professore di ginecologia ad Atene e poco dopo venne nominato rettore.

In seguito all'occupazione della Grecia da parte delle forze dell'Asse, Logothetopoulos (che aveva studiato in Germania ed era sposato con una tedesca) venne nominato vicepresidente e ministro dell'Educazione nel governo collaborazionista del generale Georgios Tsolakoglu. Il 2 dicembre 1942 lo sostituì nella carica, che tenne fino al 7 aprile 1943.

Quando la Wehrmacht si ritirò dalla Grecia nel 1944 Logothetopoulos fuggì assieme ai nazisti e si rifugiò in Germania dove venne catturato dall'esercito americano. Venne consegnato alle autorità greche che lo processarono e lo condannarono all'ergastolo. Nel 1951 venne però rilasciato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN69809332 · ISNI (EN0000 0000 1273 1346 · LCCN (ENnb2015023254 · GND (DE122402154