Georgios Tsolakoglu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Georgios Tsolakoglu
Tsolakoglou.jpg

Primo ministro dello Stato Ellenico
Durata mandato 30 aprile 1941 –
2 dicembre 1942
Predecessore carica istituita
Successore Konstantinos Logothetopoulos

Dati generali
Partito politico Indipendente
Georgios Tsolakoglu
aprile 1886 – 22 maggio 1948
Nato a Rentina
Morto a Atene
Cause della morte Leucemia
Dati militari
Paese servito State Flag of Greece (1863-1924 and 1935-1970).svg Regno di Grecia
(fino al 1924)
Grecia Seconda Repubblica ellenica
(1924-1935)
State Flag of Greece (1863-1924 and 1935-1970).svg Regno di Grecia
(1935-1941)
Forza armata Esercito Ellenico
Anni di servizio ?-1941
Grado Tenente generale
Guerre Prima guerra balcanica
Seconda guerra balcanica
Prima guerra mondiale
Guerra greco-turca
Operazione Marita
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Georgios Tsolakoglu (Rentina, aprile 1886Atene, 22 maggio 1948) è stato un politico e militare greco, primo ministro di un governo collaborazionista con le forze d'occupazione dell'Asse tra il 1941 ed il 1942.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver partecipato alle guerre balcaniche ed alla prima guerra mondiale prese parte nel 1919 alla spedizione dell'esercito greco contro la Turchia in Asia minore e successivamente alla guerra contro l'Italia. Durante la seconda guerra mondiale la Germania invase la Grecia occupando Salonicco il 9 aprile 1941. Ritenendo inutile continuare ad opporsi alle soverchianti forze naziste, Tsolakoglou ed altri ufficiali (tra cui i generali Panagiotis Demestichas e Georgios Bakos) decisero di arrendersi inviando un messaggio al comandandante della brigata Leibstandarte SS Adolf Hitler, Sepp Dietrich.

Nonostante gli ordini contrari da parte del comandante in capo delle forze armate greche Alexandros Papagos, il 10 aprile 1941 a Larissa Tsolakoglu firmò la resa incondizionata. Il 30 aprile 1941 Tsolakoglou venne messo a capo di un governo collaborazionista dalle autorità d'occupazione dell'Asse. Il 2 dicembre 1942 venne sostituito da Konstantinos Logothetopoulos. Dopo la liberazione della Grecia, Tsolakoglu venne arrestato e condannato a morte da un tribunale speciale ma la sua pena venne commutata in ergastolo. Morì di leucemia nel 1948, ancora in carcere.

Controllo di autorità GND: (DE1076255000