Alexandros Diomidis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alexandros Diomidis
Alexandros Diomidis.jpg

Primo ministro del Regno di Grecia
Durata mandato 28 giugno 1949 –
6 gennaio 1950
Monarca Paolo di Grecia
Predecessore Themistoklīs Sofoulīs
Successore Ioannis Theotokis

Dati generali
Partito politico Partito Liberale
Università Università nazionale capodistriana di Atene

Alexandros Diomidis, in albanese: Aleksandër Diomidi Qiriako; in greco Αλέξανδρος Διομήδης (Atene, 3 gennaio 187511 novembre 1950), è stato un politico ed economista greco di etnia albanese (arvanita), governatore della Banca di Grecia e primo ministro dal 28 giugno 1949 al 6 gennaio 1950.

Nato ad Atene da una famiglia arvanita originaria di Spetses, studia giurisprudenza ed economia a Weimar e Parigi ottenendo un dottorato all'Università di Berlino. Nel 1905 diventa professore all'Università di Atene.

Nel 1909 viene nominato prefetto della Provincia dell'Attica e l'anno seguente fa il suo ingresso in Parlamento tra le file del Partito Liberale.

Dal 1912 al 1915 e poi ancora nel 1922 ricopre la carica di ministro delle Finanze. Nel 1923 viene nominato Governatore della Banca di Grecia.

Dopo la morte del primo ministro Dimitrios Partsalidis viene nominato a capo del governo, carica che ricopre dal 28 giugno 1949 al 6 gennaio 1950 quando, a seguito di uno scandalo che coinvolse il Ministro dei Trasporti Hatzipanos fu costretto a dimettersi.

Ha lasciato parte del suo patrimonio e di quello di sua moglie con lo scopo di creare un giardino botanico, aperto ad Atene nel 1952.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN24482713 · ISNI (EN0000 0000 5097 8892 · LCCN (ENnr94020184 · GND (DE1170270689 · WorldCat Identities (ENlccn-nr94020184