Nikolaos Stratos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nikolaos Stratos, in greco Νικόλαος Στράτος (Loutro, 1872Atene, 15 novembre 1922), è stato un politico greco, primo ministro della Grecia dal 16 maggio al 22 maggio 1922.

Eletto per la prima volta in Parlamento nel 1902 viene nominato Ministro dell'interno durante il governo Mavromichalis.

Nel 1921 diventa presidente del Parlamento e – dopo la disastrosa sconfitta della Grecia nella guerra greco-turca del 1922 – viene chiamato dal re Costantino I a sostituire Dimitrios Gounaris alla guida del governo.

Pochi giorni dopo Stratos preferì lasciare l'incarico di formare un governo a Petros Protopapadakis.

Poche settimane dopo, un colpo di Stato militare rovescia il governo di Protopapadakis accusandolo di inettitudine. Stratos, assieme ad altri cinque membri del governo tra cui Protopapadakis e ad un generale, viene accusato di alto tradimento e il 15 novembre 1922 a seguito del cosiddetto Processo dei Sei viene condannato a morte.

Fu membro della Massoneria[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Evstathiou Diakopoulou, O Tektonismos stin Ellada (La Massoneria in Grecia), Ionios Philosophiki, Corfù, 2009, p. 297.


Controllo di autoritàVIAF (EN65785023 · ISNI (EN0000 0000 8253 6925 · LCCN (ENn98050946 · GND (DE141842369 · BNF (FRcb167491265 (data)