Kit Harington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kit Harington nel 2014

Christopher Catesby "Kit" Harington (Londra, 26 dicembre 1986) è un attore britannico.

È conosciuto per il ruolo di Jon Snow nella serie tv Il Trono di Spade.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia e infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Secondogenito di Deborah Jane Catesby e David Richard Harington, ha un fratello, John "Jack" Catesby Harington (1984)[1][2].

Gli Harington sono un'importante famiglia britannica che comprende nobili e pari del regno, la cui genealogia è tracciabile dal 1500. Il padre di Kit è primo nella linea di successione al titolo di 14° baronetto di Harington, la nonna paterna, Lavender Cecilia Denny era discendente diretta di Carlo II d'Inghilterra.[3][4] L'ascendenza di Harington è prevalentemente inglese, ma anche gallese, scozzese, nordirlandese e, in parte minore, spagnola e francese.[4]

Nonostante le nobili origini, Harington ha dichiarato di non provenire da una famiglia particolarmente agiata e di aver frequentato scuole pubbliche.[5][6] Il padre è proprietario di una libreria, la madre è un'artista (autrice di opere teatrali e pittrice) e docente di scrittura creativa all'università di Birmingham[4].

Fin dall'infanzia Harington viene chiamato Kit e solo all'età di undici anni scopre quale sia il suo nome anagrafico.[4][7] È circolata la notizia che la scelta di chiamarlo Kit fosse da attribuire alla madre che apprezzava il soprannome del grande drammaturgo Christopher Marlowe[8]. Alcune interviste a Harington sembrerebbero contraddire questa spiegazione.[9]

Adolescenza e formazione teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Completati gli studi alla Southfield Primary School, a undici anni Harington lascia la città di Londra e si trasferisce con la famiglia a Worcester.[4] Nella vicina Martley, frequenta la Chantry High School dal 1998 fino al 2003.[10]

Harington ha dichiarato di aver considerato a lungo la recitazione come un hobby piuttosto che una possibile professione e di aver aspirato a diventare cameraman, giornalista o corrispondente di guerra.[4] La passione di Harington per il teatro risale comunque alla prima adolescenza. I genitori portano spesso Kit e Jack ad assistere a spettacoli teatrali e a quattordici anni Kit Harington rimane profondamente colpito da una produzione di Aspettando Godot.[11][12] Nel 2014 ha dichiarato, invece, di aver ritrovato un proprio scritto che farebbe risalire il desiderio di diventare attore già all'età di dodici anni.[9] Durante l'adolescenza la passione per il teatro lo porta a seguire lezioni di recitazione al National Youth Theatre[4] oltre che alla Chantry High School, dove prende parte a numerose produzioni scolastiche.[10]

Dopo il diploma si iscrive al Worcester Sixth Form College che frequenta dal 2003 al 2005. Harington fa risalire la decisione di perseguire seriamente la carriera teatrale al 2004, anno in cui assiste ad una produzione dell'Amleto interpretata da Ben Whishaw.

A 18 anni viene accettato alla Royal Central School of Speech and Drama dell'Università di Londra dove si laurea nel 2008[4][13].

Dalle prime esperienze teatrali ad Il Trono di Spade[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Il Trono di Spade (serie televisiva).

Mentre frequenta ancora la Royal Central School of Speech and Drama ottiene la parte da protagonista nelle repliche di War Horse, una produzione Royal National Theatre di Londra[12] che ha vinto due Olivier Awards alla prima rappresentazione (ottobre 2007-febbraio 2008). Harington ricopre il ruolo di Albert con ottime critiche sia nelle repliche al Royal National Theatre, (settembre 2008 - marzo 2009), sia nell'edizione andata in scena nel West End al New London Theatre (aprile-settembre2009).[14][15][16]

La parte in War Horse gli spiana la strada per un provino per il ruolo di Jon Snow nel pilot della serie Il Trono di Spade, del canale statunitense HBO.[17]. In un'intervista al Daily Mail, Harington ipotizza che l'essersi presentato al provino con un occhio nero, gli abbia dato visibilità e l'abbia aiutato ad ottenere la parte.[7] Pare invece che D.B. Weiss, sceneggiatore e produttore esecutivo dello show, trovando Harington fisicamente perfetto per il ruolo, abbia sussurrato al collega Benioff: «Fa' che questo ragazzo sia un bravo attore».[17][18] Le riprese dell'episodio pilota cominciano nell'ottobre 2009[19] e nel 2010 Harington ritorna brevemente a teatro con Posh di Laura Wade che va in scena al Royal Court di Londra.[8][15]

Quando HBO annuncia che produrrà la prima stagione de Il trono di Spade, Harington viene riconfermato nel ruolo di Jon Snow; il personaggio subisce però dei cambiamenti: Weiss e Benioff decidono che non dovrà più dimostrare 13 anni, come nel romanzo di George R. R. Martin, e a Harington viene chiesto di far crescere la barba e far allungare i capelli.[17]. Le riprese iniziano nel giugno 2010[20] e la serie debutta negli Stati Uniti il 17 aprile 2011.[21][22] Lo show riceve critiche positive e successo di ascolti e viene rinnovato per altre sette stagioni[23][24].

Per il ruolo di Jon Snow Harington ha vinto (insieme al resto del cast) l'Empire Hero Award 2015[25] ed è stato candidato come migliore attore non protagonista ai Saturn Award (2012[26] e 2015[27]) e agli Emmy (nel 2016[28]).

2012-2017: cinema, televisione e teatro[modifica | modifica wikitesto]

Harington debutta al cinema nel 2012 col ruolo di Vincent nel film horror Silent Hill: Revelation 3D[15][29] e nel 2013 riceve il premio Attore dell'anno agli Young Hollywood Awards 2013, manifestazione che celebra i talenti emergenti nell'ambito di film, musica e televisione.[30]

Nel 2014 recita da protagonista nel film Pompei e ha un piccolo ruolo nel film Il settimo figlio;[31] presta inoltre la voce al personaggio Eret nel sequel Dragon Trainer 2.[9]

Con Alicia Vikander e Taron Egerton prende parte a Testament of Youth; tratto dal romanzo autobiografico di Vera Brittain, il film esce per la prima volta nelle sale britanniche a gennaio 2015, dopo il debutto al London Film Festival del 2014.[32][33][34] Il 2015 vede inoltre Harington protagonista insieme a Andy Samberg del mockumentary (finto documentario) 7 days in Hell[35], trasmesso per la prima volta da HBO l'11 luglio[36]

Nel thriller Spooks: The Greater Good Harington interpreta invece il ruolo di un ex agente del controspionaggio britannico, sulle tracce di un terrorista. Il film, che esce nei cinema del Regno Unito nel maggio del 2016, è tratto dalla serie televisiva della BBC che ha lanciato Matthew Macfadyen[8][12].

Dopo un cameo in The Vote di James Graham[37], nel 2016 ritorna da protagonista in teatro interpretando il Doctor Faustus, nell'opera omonima di Marlow, in scena al Duke of York's di Londra[38][39] Nello stesso anno viene annunciato che l'attore reciterà nel film Brimstone, del regista Martin Koolhoven[40] e sarà protagonista del film del regista Xavier Dolan: The Death and Life of John F. Donovan[41].

Nel 2017 interpreta il ruolo di Robert Catesby nella serie TV Gunpowder per la BBC.[42] La serie a tre puntate è una rappresentazione della Congiura delle polveri, avvenuta nel 1605. L'attore è un discendente del vero Catesby dalla parte materna.[43] Nello stesso anno è stato scelto da Dolce&Gabbana come testimonial del profumo The One for Men con la regia di Matteo Garrone (mentre per la versione femminile del profumo viene scelta la collega Emila Clarke). Lo spot viene per la prima volta mandato in onda il 1° settembre 2017[44].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

L'attore risiede a Londra. È molto amico di alcuni colleghi conosciuti sul set de Il Trono di Spade tra cui John Bradley, Richard Madden, Alfie Allen ed Emilia Clarke.[2][45][46]

Dal 2012 intrattiene una relazione con l'attrice Rose Leslie, conosciuta sempre sul set della serie televisiva. Nel settembre 2017 i due hanno annunciato il loro fidanzamento ufficiale.[47][48]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Categoria Film Risultato Ref.
2011 Scream Award Best Ensemble (condiviso con il cast) Il Trono di Spade Candidatura [51]
Screen Actors Guild Award Prestazioni eccezionali da un cast in una serie drammatica (condiviso con il cast) Candidatura [52]
IGN premio Miglior TV Hero Candidatura [53]
Saturn Award Miglior attore non protagonista Candidatura [26]
2012 Premio golden Nymph Miglior attore in una serie drammatica Candidatura [54]
2013 Young Hollywood Awards Attore dell'anno Vinto [55]
Screen Actors Guild Award Prestazione eccezionale da un cast in una serie drammatica (condiviso con il cast) Candidatura [56]
2014 Screen Actors Guild Award Prestazione eccezionale da un cast in una serie drammatica (condiviso con il cast) Candidatura [57]
2015 Empire Awards Empire Hero Award (condiviso con il cast) Vinto [58]
Film online & Television Association Award Miglior attore non protagonista in una serie drammatica Candidatura [59]
Saturn Awards Miglior attore non protagonista in televisione Candidatura [27]
Screen Actors Guild Award Prestazione eccezionale da un cast in una serie drammatica (condiviso con il cast) Candidatura [60]
2016 Premi Emmy 2016 Migliore attore non protagonista in una serie drammatica Candidatura [61]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Kit Harington è stato doppiato da:

  • Daniele Giuliani ne Il Trono di Spade, Silent Hill: Revelation 3D, Testament of Youth, Il Settimo Figlio, Spooks - Il bene supremo
  • Andrea Mete in Pompei

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Person Page, su www.thepeerage.com. URL consultato il 15 marzo 2017.
  2. ^ a b (EN) Jessica Radloff, Game of Thrones' Kit Harington Talks Dating, Dragons, and His Incredible Hair, in Glamour. URL consultato il 15 marzo 2017.
  3. ^ Person Page, su www.thepeerage.com. URL consultato il 15 marzo 2017.
  4. ^ a b c d e f g h (EN) Matt Green, Kit Harington - Biography Series, Lulu Press, 2015. URL consultato il 26 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Kit Harington reveals he is called 'posh' due to Charles II link, in Mail Online. URL consultato il 15 marzo 2017.
  6. ^ (EN) Meet Kit Harington: Game of Thrones hunk and Hollywood's hottest new, in Evening Standard, 1º maggio 2014. URL consultato il 15 marzo 2017.
  7. ^ a b (EN) Kit Harington, su Biography. URL consultato il 15 marzo 2017.
  8. ^ a b c (EN) Lenny Ann Low, Game of Throne's Kit Harington: Man for all seasons, in The Sydney Morning Herald, 22 marzo 2014. URL consultato il 15 marzo 2017.
  9. ^ a b c (EN) Kit Harington fired up about ‘How to Train Your Dragon 2,’ ‘Game of Thrones’. URL consultato il 15 marzo 2017.
  10. ^ a b (EN) Game of Thrones star says Worcester will always be home, su Worcester News. URL consultato il 15 marzo 2017.
  11. ^ (EN) Kit Harington France » Q&A : Kit Harington, su haringtonfrance.net. URL consultato il 15 marzo 2017.
  12. ^ a b c Mr Kit Harington, su mrporter.com. URL consultato il 15 marzo 2017.
  13. ^ (EN) Nerdist Podcast: Kit Harington | Nerdist, in Nerdist, 21 febbraio 2014. URL consultato il 15 marzo 2017.
  14. ^ (EN) London Theatre Direct Limited, The National Theatre's War Horse: Facts And Figures. URL consultato il 15 marzo 2017.
  15. ^ a b c (EN) War Horse (2008 – 2010), in kitharington.com, 21 agosto 2010. URL consultato il 15 marzo 2017.
  16. ^ Theatre review: War Horse at New London Theatre, su britishtheatreguide.info. URL consultato il 15 marzo 2017.
  17. ^ a b c (EN) 'Game of Thrones': How Kit Harington Became Jon Snow, in Rolling Stone. URL consultato il 15 marzo 2017.
  18. ^ (EN) Sean Bean ascends to "Game of Thrones", in Reuters, 20 luglio 2017. URL consultato il 15 marzo 2017.
  19. ^ (EN) Game of Thrones: Your Nonexistent HBO Series Update, tunedin.blogs.time.com. URL consultato il 29 novembre 2010.
  20. ^ (EN) Fairley to replace Ehle in HBO's 'Thrones', hollywoodreporter.com. URL consultato il 21 aprile 2011.
  21. ^ Shows A-Z - game of thrones on hbo, thefutoncritic.com. URL consultato l'11 aprile 2011.
  22. ^ HBO's 'Game of Thrones': The 'Buffy' and 'Battlestar' connection, featuresblogs.chicagotribune.com. URL consultato l'11 aprile 2011.
  23. ^ HBO Re-commissions 'Game of Thrones', iftn.ie, 19 aprile 2011.
  24. ^ Game of Thrones: just 13 episodes left after season 6 finale
  25. ^ Empire Award
  26. ^ a b Saturn Award Nominations Announced; HUGO and HARRY POTTER Lead with 10 Nominations Each, collider.com, 29 febbraio 2012. URL consultato l'8 maggio 2016.
  27. ^ a b Jacob Bryant, Saturn Awards nomination 2016, variety.com, 24 febbraio 2016.
  28. ^ Emmy 2016, Game of Thrones domina le nomination. Tutti i candidati, in Tvzap, 14 luglio 2016. URL consultato il 15 marzo 2017.
  29. ^ Clemens, Harington join 'Silent Hill', 7 marzo 2011. URL consultato l'8 marzo 2011.
  30. ^ (EN) Allegra Tepper, Kit Harington: ‘Horribly Humble and Insanely British’ at Young Hollywood Awards, in Variety, 2 agosto 2013. URL consultato il 15 marzo 2017.
  31. ^ Intervista a Harington
  32. ^ Baz bamigboye, BAZ BAMIGBOYE: A hundred years on, Brittain's got talent, dailymail.co.uk. URL consultato il 10 luglio 2014.
  33. ^ Edward Davis, Watch: First Trailer For 'Testament Of Youth', blogs.indiewire.com. URL consultato il 1º agosto 2014.
  34. ^ Clare Stewart, British Film Institute: Testament of Youth, whatson.bfi.org.uk. URL consultato il 3 settembre 2014.
  35. ^ Corriere dello sport 2015
  36. ^ (EN) '7 Days in Hell' Starring And Samberg & Kit Harington to Premiere Saturday, July 11 on HBO, tvbythenumbers.zap2it.com. URL consultato il 5 aprile 2016.
  37. ^ (EN) Game of Thrones's Kit Harington looking for another stage role?, whatsonstage.com, 18 giugno 2015. URL consultato l'8 aprile 2016.
  38. ^ Doctor Faustus, bestoftheatre.co.uk. URL consultato l'8 aprile2016.
  39. ^ (EN) Nick Curtis, Kit Harington: ‘This Faustus is about a man trapped in his own head’, in The Guardian, 27 marzo 2016. URL consultato il 15 marzo 2017.
  40. ^ (EN) 'Game of Thrones' Star Kit Harington Joins Thriller 'Brimstone', in The Hollywood Reporter. URL consultato il 15 marzo 2017.
  41. ^ Stefania, Cotillard, Seydoux e Cassel nel nuovo film di Xavier Dolan, in Questa sera niente popcorn, 30 aprile 2015. URL consultato il 15 marzo 2017.
  42. ^ Gunpowder - Kit Harington - BBC One, su BBC. URL consultato il 07 novembre 2017.
  43. ^ (EN) Who was Gunpowder’s Robert Catesby? And how is Kit Harington related to him?, in Radio Times. URL consultato il 07 novembre 2017.
  44. ^ (IT) Emilia Clarke e Kit Harington nei nuovi spot di The One Dolce & Gabbana, in FoxLife, 1° settembre 2017. URL consultato il 19 novembre 2017.
  45. ^ (EN) Bill Bradley, 'Game Of Thrones' Actor John Bradley Calls Shocking Death 'Heartbreaking', in Huffington Post, 15 giugno 2015. URL consultato il 15 marzo 2017.
  46. ^ 'Game of Thrones': How Kit Harington Became Jon Snow, in Rolling Stone. URL consultato il 15 marzo 2017.
  47. ^ Anthony Harvey, Game of Thrones Stars Kit Harington and Rose Leslie Finally Take Their Relationship Public, vanityfair.com. URL consultato l'8 aprile 2016.
  48. ^ Emanuele Manta, Il Trono di Spade: Kit Harington e Rose Leslie confermano la loro storia d'amore, comingsoon.it. URL consultato l'8 aprile 2016.
  49. ^ Luca Liguori, GAME OF THRONES: ABBIAMO PROVATO IL (VIDEO)GIOCO DEL TRONO, E SIAMO MORTI, su movieplayer.it, 21 aprile 2016. URL consultato il 5 febbraio 2017.
  50. ^ Jeffery Matulef, Jon Snow actor Kit Harington will play Call of Duty: Infinite Warfare's villain, su eurogamer.net, 10 giugno 2016. URL consultato il 5 febbraio 2017.
  51. ^ 2011 SCREAM Awards: miglior Ensemble, Spike. (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2012).
  52. ^ il 18th Annual Screen Actors Guild Awards, Screen Actors Guild, 29 gennaio 2012. (archiviato il 19 giugno 2012).
  53. ^ migliori televisione Hero 2011, IGN. (archiviato il 3 marzo 2012).
  54. ^ 2013 Young Hollywood Awards (PDF), Premio Ninfa d'oro, 2012, p. 8. (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2012).
  55. ^ Young Hollywood Awards 2013 :primi vincitori, Wetpaint, 1º agosto 2013. (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2013).
  56. ^ SAG Awards Nominations: '12 anni schiavo' e 'Breaking Bad' piombo modo, Deadline.com, 11 dicembre 2013.
  57. ^ SAG Awards nomination: 'Birdman' & 'Boyhood' portare Film lato, HBO & 'Modern Family' regola TV – completo List, Deadline.com, 10 dicembre 2014. (archiviato il 26 gennaio 2015).
  58. ^ Impero Hero Award, empireonline.com, 2015.
  59. ^ ramo di televisione: 2014 – 15, Online Film & Television Association Award, 2015.
  60. ^ Home – Screen Actors Guild Awards, sagawards.org.
  61. ^ Emmys 2016: The Full List of Nominations, hollywoodreporter.com, 24 febbraio 2016. URL consultato il 24 febbraio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN233519535 · ISNI: (EN0000 0003 6797 1285 · LCCN: (ENno2012042345 · GND: (DE1022824678 · BNF: (FRcb16683830j (data)