Vaudeville Theatre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vaudeville Theatre
Vaudeville Theatre London.jpg
Il Vaudeville Theatre nel 2014
Ubicazione
StatoRegno Unito Regno Unito
LocalitàLondra
IndirizzoStrand
Dati tecnici
TipoTeatro del West End
Capienzasu tre livelli, 690 posti
Realizzazione
Costruzione1869-1870
  • 1882 Charles J. Phipps
  • 1926 Robert Atkinson
Inaugurazione16 aprile 1870
ArchitettoCharles J. Phipps
ProprietarioNimax Theatres
Sito ufficiale

Coordinate: 51°30′38″N 0°07′21″W / 51.510556°N 0.1225°W51.510556; -0.1225

Il Vaudeville Theatre è un teatro del West End sullo Strand nella Città di Westminster. Come suggerisce il nome, il teatro ospitava principalmente spettacoli di vaudeville e riviste musicali ai suoi inizi. Fu aperto nel 1870 e fu ricostruito due volte, sebbene ogni nuovo edificio conservasse elementi della struttura precedente. L'attuale edificio è stato aperto nel 1926 e la capacità è ora di 690 posti. Nel teatro sono ancora esistenti rari tamburi per i tuoni e bagliori di fulmini, insieme ad altri meccanismi della fase iniziale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro fu progettato dal prolifico architetto C.J. Phipps e decorato in stile romanico da George Gordon. aprì il 16 aprile 1870 con la commedia di Andrew Halliday, For Love Or Money e un burlesque, Don Carlos or the Infante in Arms. Una notevole innovazione furono le luci della ribalta nascoste, che si spegnevano se il vetro davanti ad esse si fosse rotto.[1] Il proprietario, William Wybrow Robertson, aveva gestito sul posto una sala da biliardo in cattive acque, ma vide maggiori opportunità nel teatro. Diede in affitto il nuovo teatro a tre attori, Thomas Thorne, David James e H.J. Montague[2] Il teatro originale si trovava dietro due case sullo Strand e l'ingresso era attraverso un labirinto di piccoli corridoi. Aveva una capacità di 1.046 posti a sedere, a ferro di cavallo sopra una platea e tre gallerie. Il sito angusto implicava che le strutture davanti e dietro le quinte erano limitate.

Il grande attore shakespeariano Henry Irving ebbe il suo primo grande successo come Digby Grant in Two Roses di James Albery al Vaudeville nel 1870. Il teatro ospitò quella che all'epoca era una serie straordinariamente di successo di 300 rappresentazioni. Il primo pezzo teatrale al mondo a realizzare 500 spettacoli consecutivi fu la commedia Our Boys di H.J. Byron, che iniziò la sua carriera al Vaudeville nel 1875. La produzione continuò fino a superare i 1.000 spettacoli. Questo fu un evento così raro che gli autisti degli autobus londinesi quando si avvicinavano alla fermata del Vaudeville Theatre gridavano "Our Boys!" invece del nome del teatro.

Nel 1882 Thomas Thorne divenne l'unico locatario e nel 1889 demolì le case per creare un blocco per il foyer in Stile Adam, dietro una facciata in pietra di Portland sullo Strand. Si servì nuovamente dell'architetto C.J. Phipps. Il teatro fu rinnovato per avere posti a sedere più spaziosi e un soffitto decorato. Riaprì il 13 gennaio 1891 con una rappresentazione della commedia di Jerome K. Jerome, Woodbarrow Farm, preceduta dall'opera teatrale in un atto di Herbert Keith The Note of Hand. Questo foyer si conserva ancora oggi, così come la facciata su quattro piani.[2] Il drammaturgo W.S. Gilbert presentò qui una delle sue opere successive, Rosencrantz e Guildenstern (1891), un burlesque "in Tre brevi ''quadri''". (L'aveva pubblicato nel 1874 sulla rivista Fun). Sempre nel 1891, Elizabeth Robins e Marion Lea diressero e interpretarono Hedda Gabler di Ibsen a teatro e la sua Rosmersholm fu presentata in prima mondiale a Londra.

Famiglia Gatti[modifica | modifica wikitesto]

London Illustrated - Almanacco del 1872

Nel 1892 Thorne trasferì il contratto di locazione ai ristoratori Agostino e Stefano Gatti, che dal 1878 avevano preso in affitto il vicino Adelphi Theatre. La prima produzione nel nuovo teatro fu una ripresa di Our Boys. Il contratto di locazione passò brevemente nelle mani di Weedon Grossmith nel 1894, ma tornò ai Gatti nel 1896. Il teatro divenne noto per una serie di commedie musicali di successo. The French Maid, di Basil Hood, con musiche di Walter Slaughter, andò in scena per la prima volta a Londra al Terry's Theatre sotto la direzione di W.H. Griffiths iniziando nel 1897, ma venendo poi trasferita al Vaudeville all'inizio del 1898, andando in scena per un totale di 480 spettacoli di grande successo. Il pezzo era interpretato da Louie Pounds. Seymour Hicks e sua moglie Ellaline Terriss recitarono in una serie di spettacoli natalizi qui, compreso il loro famoso Bluebell in Fairyland (1901). L'atrio del teatro era diventato famoso come luogo di una discussione nel 1897 tra Richard Archer Prince e il padre di Terriss, l'attore William Terriss. Poco dopo questa discussione, lo squilibrato Prince pugnalò a morte William Terriss sulla porta del palcoscenico del Teatro Adelphi. Prince era un giovane attore in difficoltà che Terriss aveva cercato di aiutare.[3]

Hicks e Terriss recitarono anche qui in Quality Street, una commedia di J. M. Barrie, che fu inaugurata al Vaudeville nel 1902 e fece 459 spettacoli. Era andata in scena per la prima volta a New York nel 1901, ma aveva lì aveva retto solo per 64 spettacoli. Questa fu una delle prime produzioni americane a segnare un trionfo più grande a Londra. A ciò seguì il musical The Cherry Girl di Hicks del 1903, con musiche di Ivan Caryll, interpretato da Hicks, Terriss e Courtice Pounds.[4] Nel 1904 Hicks ottenne un successo ancora maggiore con il musical The Catch of the Season, scritto da Hicks e Cosmo Hamilton, basato sulla fiaba Cenerentola. Ebbe una lunga serie di 621 spettacoli, interpretato da Hicks, e Louie Pounds e Zena Dare, che creò il ruolo di Angela in quanto la gravidanza aveva costretto Ellaline Terriss a ritirarsi. La Dare fu poi sostituita dalla Terriss e poi dalla sorella della Dare, Phyllis Dare.

John Maria e Rocco Gatti assunsero il controllo del Vaudeville nel 1905. Nel 1906 il teatro ospitò il grande successo de The Belle of Mayfair, un musical composto da Leslie Stuart su un libretto di Basil Hood, Charles Brookfield e Cosmo Hamilton, prodotto dal socio di Hicks, Charles Frohman. Andò in scena per 431 spettacoli con Edna May, Louie e suo fratello Courtice Pounds e Camille Clifford. Nel 1910 un adattamento inglese de The Girl in the Train (Die geschiedene Frau - letteralmente "La divorziata"), un'operetta viennese del 1908 di Leo Fall, fu inaugurata al Vaudeville. Era prodotta da George Edwardes, con testi di Adrian Ross e interpretato da Robert Evett, Phyllis Dare e Rutland Barrington. Nel 1911 William Greet prodùsse Baby Mine nel teatro. Betty Bolton fece il suo debutto nel 1916, all'età di 10 anni, in una rivista chiamata Some. Durante e dopo la prima guerra mondiale, il pubblico cercava intrattenimento leggero e le riviste musicali tennero banco sul palcoscenico del Vaudeville, tra le quali Cheep (1917), la longeva Just Fancy (1920) e Rats (1923), un'altra popolare rivista. Albert Ketèlbey era uno dei direttori musicali del teatro.

Cartolina del Vaudeville Theatre, 1905 c.ca

Il teatro fu chiuso il 7 novembre 1925, quando l'interno fu completamente ricostruito su progetto di Robert Atkinson. L'auditorium fu cambiato dalla forma a ferro di cavallo all'attuale forma rettangolare e la capienza fu ridotta a poco più di 700 posti. Un nuovo blocco di camerini con una sala riunioni decorata estese il sito fino a Maiden Lane. Il teatro fu riaperto il 23 febbraio 1926, con una popolare rivista di Archie de Bear intitolata R.S.V.P., rimasta famosa perché la sua prova finale fu trasmessa dalla BBC. Il teatro ospitò poi la commedia di William Somerset Maugham, The Bread-Winner nel 1930. Dopo la seconda guerra mondiale il teatro presentò l'opera di William Douglas Home, The Chiltern Hundreds, che andò avanti per 651 spettacoli. Il musical da record Salad Days, composto da Julian Slade con testi di Dorothy Reynolds e Slade, fu presentato per la prima volta al Bristol Old Vic nel 1954, ma presto fu trasferito al Vaudeville, godendosi la più lunga serie di opere teatrali della storia a quel momento. Un'altra produzione degna di nota del teatro fu la commedia del 1959 di Arnold Wesker, Chips with Everything.

Era moderna[modifica | modifica wikitesto]

Una proposta di riqualificazione del Covent Garden da parte del GLC nel 1968 vide il teatro minacciato, insieme ai vicini teatri Adelphi, Garrick, Lyceum e Duchess. Una campagna attiva di Equity, l'Unione dei musicisti e i proprietari di teatri sotto gli auspici della Campagna Salva i teatri di Londra portò all'abbandono del programma.[2]

Cicely Courtneidge recitò nel teatro in The Bride Comes Back (1960) e nel film di Ray Cooney Move Over Mrs. Markham (1971). Bill Treacher fece il suo debutto nel West End nel 1963 nella commedia Shout for Life al Vaudeville. Nel 1966 il teatro ospitò Arsenico e vecchi merletti, con Sybil Thorndike e suo marito Lewis Casson. The Burglar di Brigid Brophy fu presentato per la prima volta nel 1967 e la commedia di Joyce Rayburn, The Man Most Likely To..., interpretata da Leslie Phillips, fu inaugurata al Vaudeville nel 1968 e continuò ad andare in scena per oltre 1.000 spettacoli a Londra.

Nel 1969 la famiglia Gatti vendette la propria proprietà del teatro a Sir Peter Saunders e nel 1970 egli commissionò a Peter Rice di ridisegnare l'interno. Tra le altre modifiche c'era una carta da parati rosso intenso nell'auditorium e sedili più comodi. Inoltre la loggia sopra la strada fu rifatta in vetro per rendere la galleria un'estensione del bar. L'illuminazione delle quinte fu rinnovata e vennero installati un ascensore per il proscenio e un sistema aereo a contrappeso. Il teatro raggiunse una certa protezione nel 1972 quando diventò Monumento classificato di II grado.[5][6] Nel 1983 la proprietà passò a Michael Codron e David Sutton. Stephen Waley-Cohen diventò proprietario nel 1996, passando a Max Weitzenhofer nel 2002.[2]

Nel frattempo il dramma fu aggiunto alla normale programmazione del teatro. Hugh Paddick recitò nella farsa di Joyce Rayburn Out on a Limb nel 1976, Present Laughter di Noël Coward con Donald Sinden in testa fu ripreso nel 1981 e Patrick Cargill e Moira Lister recitarono nella farsa Key for Two nel 1982. Blithe Spirit di Noël Coward fu ripresa nel 1986 e la commedia di Willy Russell, Shirley Valentine, andò in scena nel 1988, con Pauline Collins. Nel 1990 fu prodotta a teatro la commedia di Simon Gray Hidden Laughter, seguita dal musical di Kander ed Ebb del 1991, 70, Girls, 70, con Dora Bryan.

Un revival del 1996 di Salad Days, con il duo Kit e The Widow, non ebbe successo, ma lo spettacolo di Jean Fergusson She Knows You Know!, in cui recitò l'attrice del Lancashire Hylda Baker, andò in scena nel 1997 e fu nominato per un Premio Laurence Olivier 1998 per lo Spettacolo migliore.[7] Showtune, una rivista musicale che celebra le parole e la musica del compositore Jerry Herman, ideata da Paul Gilger, fu prodotta a Londra al Vaudeville nel 1998 con il suo precedente titolo The Best of Times. Nello stesso anno il teatro ospitò Kat and the Kings, che vinse l'Olivier come miglior nuovo musical e, con una mossa insolita, anche il premio come miglior attore in un musical per l'intero cast. Madame Melville, una commedia di Richard Nelson, fu presentata nel 2000. Segnò il ritorno di Macaulay Culkin alla recitazione dopo una pausa di sei anni e recitò anche con Irène Jacob e Madeleine Potter. Nel 2001 la farsa di Ray Cooney, Caught in the Net, con Russ Abbot ed Eric Sykes, durò dieci mesi.

La compagnia di danza/spettacolo Stomp è stata in residenza presso il teatro dal 2002 al 2007. Dal 2003, il teatro è stato di proprietà di Max Weitzenhoffer e nel 2005 il locale è stato portato sotto la proprietà di Nimax Theatres Limited.

Produzioni recenti e presenti[modifica | modifica wikitesto]

I locali posteriori del Vaudeville Theatre, progettato nel 1925-1926 da Robert Atkinson[8]

Michael Grandage Company[modifica | modifica wikitesto]

  • 30 Million Minutes (12 novembre 2015 – 5 dicembre 2015) con Dawn French

Classic Spring Company[modifica | modifica wikitesto]

Mischief Theatre[modifica | modifica wikitesto]

  • Groan Ups (10 ottobre 2019 – 1 dicembre 2019)
  • Magic Goes Wrong (8 gennaio 2020 – 15 marzo 2020)

Stazioni della metropolitana vicine[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ From: Henrietta Street and Maiden Lane Area: Maiden Lane, Survey of London: volume 36: Covent Garden (1970), pp. 239–52. Date accessed, 28 March 2007
  2. ^ a b c d Vaudeville Theatre accessed 28 March 2007
  3. ^ Article about Terriss, Prince and the murder, su zip.com.au. URL consultato il 5 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2007).
  4. ^ Midi files and cast list for The Cherry Girl, su halhkmusic.com. URL consultato il 28 marzo 2007 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2007).
  5. ^ English Heritage Listing details for Theatre accessed 27 March 2007
  6. ^ English Heritage Listing details for Maiden Lane entrance and dressing room block accessed 27 March 2007
  7. ^ Information about She Knows You Know! at the IMDB database
  8. ^ "Rear premises of the Vaudeville Theatre (1238979)", in National Heritage List for England, Historic England. URL consultato il 26 novembre 2017.
  9. ^ Ben Miller e Diana Vickers star in Duck House in the West End, in whatsonstage.com, Whats On Stage, 16 settembre 2013. URL consultato il 21 settembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146122909 · LCCN (ENnb2017004451 · GND (DE3002231-9 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2017004451