Giancarlo Ferrando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giancarlo Ferrando (Roma, 4 novembre 1939) è un direttore della fotografia italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio degli anni sessanta comincia a lavorare come operatore alla macchina, partecipando, fra le altre, alla produzione de Il giardino dei Finzi Contini, di Vittorio De Sica (1970).

Nel 1971 esordisce come direttore della fotografia nel western italo-spagnolo I corvi ti scaveranno la fossa, di Juan Bosch. A parte qualche incursione nel thriller (Tutti i colori del buio), durante il decennio si concentra sulla commedia sexy all'italiana, legandosi soprattutto a Sergio Martino (con cui realizza una trentina di pellicole), Michele Massimo Tarantini e Nando Cicero, e firmando la fotografia di numerosi titoli storici del "filone delle professioni" (L'insegnante, La liceale, La dottoressa del distretto militare, La poliziotta della squadra del buon costume). Collabora anche con Luciano Martino, Mariano Laurenti, Castellano e Pipolo, Pasquale Festa Campanile, Pier Francesco Pingitore.

Negli anni ottanta realizza inoltre la fotografia di lungometraggi fantasy e horror per la regia di Lamberto Bava, Umberto Lenzi, Claudio Fragasso, Lucio Fulci.

Fra gli anni novanta e la prima metà degli anni duemila lavora prevalentemente a produzioni televisive, sia serie che film TV, diradando in seguito l'attività.

Nel 1994 realizza il suo unico film da regista, La ragazza di Cortina, con lo pseudonimo di Maurizio Vanni[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Direttore della fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Giovannini e Antonio Tentori, Porn'Italia, Stampa alternativa, 2004, ISBN 8872267897.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN81744060 · GND (DE137569785