2019 - Dopo la caduta di New York

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
2019 - Dopo la caduta di New York
2019 - Dopo la caduta di New York (Parsifal).JPG
Parsifal (Michael Sopkiw)
Titolo originale 2019, After the Fall of New York
Lingua originale inglese
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1983
Durata 91 min
Rapporto 1.85 : 1
Genere azione, fantascienza, guerra
Regia Sergio Martino (come Martin Dolman)
Soggetto Ernesto Gastaldi (come Julian Berry), Sergio Martino (come Martin Dolman)
Sceneggiatura Ernesto Gastaldi (come Julian Berry), Sergio Martino (come Martin Dolman), Gabriel Rossini
Produttore Luciano Martino
Casa di produzione Medusa Film, Nuova Dania Cinematografica
Distribuzione (Italia) Magnum 3B
Fotografia Giancarlo Ferrando
Montaggio Eugenio Alabiso (come Alan Beugen)
Effetti speciali Paolo Ricci
Musiche Guido e Maurizio De Angelis
Scenografia Antonello Geleng
Costumi Adriana Spadaro
Trucco Fabrizio Sforza
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

2019 - Dopo la caduta di New York è un film di fantascienza post apocalittica del 1983, diretto da Sergio Martino con lo pseudonimo di Martin Dolman.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Ci ha mandati il presidente. Dice che c'è una donna qui che ancora può fare figli. Noi dobbiamo trovarla e portargliela »

(Parsifal)

Nell'anno 2019, in un mondo devastato dalla guerra atomica, i pochi superstiti non possono prolificare e ripopolare la razza perché contaminati dalla radioattività. La Nuova Confederazione ha però identificato a New York una ragazza ancora in grado di portare a termine una gravidanza. Per recuperarla, viene mandato Parsifal, nemico giurato degli Eurac, capitanati dalla spietata Ania e dal suo comandante. La ricompensa è un posto sull'astronave che partirà per Alpha Centauri.

Arrivato a New York, Parsifal si imbatte nei Contaminati, uomini mutanti che si cibano di topi. Riuscirà a farseli amici ma insieme a loro verrà catturato dagli Eurac. Verranno successivamente liberati da un'altra razza di mutanti, creature antropomorfe metà uomo e metà scimmia, grazie ai quali troveranno la ragazza fertile ibernata in un laboratorio e riusciranno a prelevarla e portarla con loro. Nel frattempo si scopre che uno dei mutanti partiti con la spedizione è un Replicante (robot dall'aspetto umano) mandato dalla Nuova Confederazione per uccidere Parsifal, il quale deciderà di non vendicarsi ma di partire per Alpha Centauri insieme all'unica ragazza fertile rimasta.

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato oggetto di polemiche a causa della notevole somiglianza con 1997: fuga da New York di John Carpenter, uscito due anni prima. Il regista Sergio Martino ha però dichiarato che la sceneggiatura venne stesa prima dell'uscita del film di Carpenter[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fantascienza: 2019 - Dopo la caduta di New York, fantascienza.com. URL consultato il 30 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2008).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]