France Télécom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
France Télécom
Logo
Stato Francia Francia
Tipo società anonima
Fondazione 1º gennaio 1988
Chiusura 1º luglio 2013
Sede principale Parigi, place d’Alleray 6
Settore Telecomunicazioni
Prodotti telefonia e tv fissa e mobile, internet
Fatturato € 43,5 miliardi (2012)
Dipendenti 170000 (2013)
Sito web http://www.francetelecom.com e http://www.orange.com

France Télécom (dal 1º luglio 2013 ridenominata Orange SA) è stata la maggiore impresa di telecomunicazioni in Francia. Con i suoi 170.000 dipendenti e 230,7 milioni di clienti nel mondo, è stata una delle principali aziende mondiali del settore.

Aveva una capitalizzazione in Borsa di 21,63 miliardi di euro. La quota di controllo era in mano pubblica (23,16% delle azioni), e un considerevole 2,93% è dei dipendenti[1].

Dal 2007 ha offerto nel comune di Parigi e dintorni l'ADSL a 100 Mbit/s in download ai suoi clienti.

Nel biennio 2008-2009, oltre 20 dipendenti della società si sono suicidati, forse anche a causa dei rigidi metodi di management aziendali[2][3].

In Italia è stata attiva dal 1997 al 2003, in quanto France Télécom era la fondatrice, insieme a Enel e Deutsche Telekom, di Wind Telecomunicazioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Euronext - Company profile
  2. ^ Nuovo suicidio a France Telecom è la 23ª vittima in 18 mesi, La Repubblica
  3. ^ France Telecom fermerà l'ondata di suicidi, La Repubblica

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN136013491 · GND: (DE5021123-7 · BNF: (FRcb12101405p (data)