Fra Mauro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Busto di Fra Mauro Camaldolese, opera di Giuseppe Soranzo del 1881

Fra Mauro (XV secolo – 1459/1464) è stato un geografo, cartografo e monaco cristiano italiano del XV secolo, autore dell'omonimo mappamondo, e afferente alla congregazione dei camaldolesi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La data e il luogo di nascita di Fra Mauro non sono noti. Un suo prolungato e profondo rapporto con Venezia è attestato da una medaglia celebrativa coniata poco dopo la sua morte, sulla quale si legge l'iscrizione Frater Maurus S. Michaelis Muranensis de Venetiis ordinis Camaldulensis cosmographus incomparabilis. Un documento del 1409 fa riferimento a un certo frater Maurus de Venetiis, ma l'identificazione è dubbia.

Fu attivo tra il 1430 circa e il 1459/1464 circa. La prima data certa è il 1433, anno in cui egli è nominato in un capitolare dell'ordine. Per qualche tempo fu in Istria, nel monastero di San Michele di Leme e nel comune di San Lorenzo del Pasenatico, dove disegnò una mappa dei possedimenti dell'ordine in quella località, perduta nel XVIII secolo ma conservata in una copia a stampa. Nel 1444 si trovava certamente a Venezia, poiché fece parte di una commissione nominata dai Savi alle Acque per la deviazione del fiume Brenta.

Un registro del monastero di San Michele lo indica, nell'anno 1448, intento a formar mappamondi, e l'attività cartografica dovette per lui essere senza dubbio prevalente, quanto meno nell'ultima parte della sua vita. La sua morte avvenne non più tardi del 20 ottobre 1459.

Planisfero di Fra Mauro del 1450 ca. (Rovesciato: la mappa presenta il sud in alto e il nord in basso). La mappa raffigura l'Asia, l'Africa e l'Europa.

Il Mappamondo di Fra Mauro[modifica | modifica wikitesto]

Il mappamondo di Fra Mauro, disegnato intorno al 1450, riflette la visione del mondo che a metà del Quattrocento si andava delineando in uno dei centri commerciali e culturali più fiorenti d’Europa: la Repubblica di Venezia. Celebrato da Giovanni Battista Ramusio (1485-1557) come uno dei “miracoli di Venezia”, è una tra le opere cosmografiche più importanti di tutti i tempi. Fu disegnato intorno al 1450 nel monastero di San Michele in Isola, dove rimase per più di tre secoli, prima esposto nella chiesa, poi nella biblioteca del monastero, fino all’età napoleonica. Nel 1810, con la soppressione degli ordini religiosi, fu trasferito a Venezia, prima nella Biblioteca di San Marco, poi a Palazzo Ducale, infine di nuovo nella Biblioteca Nazionale Marciana, dove attualmente è conservato.

Disegnato all’interno di un cerchio di 196 cm di diametro, a sua volta inscritto in una cornice quadrata di 223 centimetri per lato, il mappamondo integra la Geografia di Tolomeo e le carte marine. Comprende migliaia di iscrizioni e centinaia di immagini. Le iscrizioni derivano da fonti scritte e orali che includono autori antichi come Tolomeo (ca. 100-ca. 178) e Plinio (ca. 23-79), autori medievali come Campano da Novara (ca. 1210-1296), Alberto Magno (ca. 1193-1280) e Tommaso d’Aquino (ca. 1225-1274), viaggiatori del secolo precedente come Marco Polo (1254-ca. 1324) e Odorico da Pordenone (ca. 1280-1331), viaggiatori contemporanei come Niccolò de’ Conti (ca. 1395-1469) e Pietro Querini (ca. 1402-ca. 1448), monaci etiopi di passaggio a Venezia, e altre testimonianze anonime che fornirono a Mauro informazioni preziose sulle principali rotte commerciali dell’Oceano Indiano e sulle prime navigazioni dei Portoghesi nell’Oceano Atlantico. La appa è corredata da un ricchissimo iconografico: città, castelli, templi, monumenti funebri, strade, confini, navi e naufragi, tre rappresentazioni del mondo celeste e uno splendido paradiso terrestre miniato da Leonardo Bellini (attivo ca. 1443-1490).

Tributi[modifica | modifica wikitesto]

Il cratere Fra Mauro e l'associata Formazione Fra Mauro sulla Luna prendono nome da lui. Questi siti furono visitati dagli astronauti dell'Apollo 14. La visita del cratere era già un obiettivo della missione Apollo 13, ma il noto incidente ne impedì il compimento.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Graziella Galliano, MAURO, fra, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 72, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2008. URL consultato il 6 novembre 2014.
  • Piero Falchetta, Il mappamondo (scomparso?) di Fra Mauro, in Studi Veneziani, LXII-LXIV, Pisa-Roma, Fabrizio Serra Editore, 2011, pp. 113-132. URL consultato il 6 novembre 2014.
  • Piero Falchetta, Fra Mauro's World Map, Turnhout, Brepols, 2006
  • Piero Falchetta, Storia del mappamondo di fra' Mauro. Con la trascrizione integrale del testo, Rimini, Imago, 2016
  • Cattaneo, Angelo, Il mappamondo di Fra Mauro. Venezia, 1450. San Domenico di Fiesole (Fi), European University Institute, Department of History and Civilization, 2005. Supervisor: Diogo Ramada Curto (EUI); Marica Milanesi (Università di Pavia). Examiners: Patrick Gautier Dalché (IRHT, CNRS, Paris); Anthony Molho (EUI).
  • Cattaneo, Angelo, Fra Mauro’s Mappa mundi and Fifteenth-Century Venice. Turnhout: Brepols Publishers (Series «Terrarum Orbis» directed by P. Gautier Dalché), 2011 [ISBN 2503523781].
  • Cattaneo, Angelo, “Migrations et métamorphose des formes et savoirs dans la cartographie œcuménique. Europe - Asie, XIIIe-XVIIe siècle”, in Besse, Jean-Marc et Tiberghien, Guy (eds), Opérations cartographiques. Arles, Actes Sud, 2016, pp. 234-259 [ISBN 978-2-330-06883-7].
  • Cattaneo, Angelo, “Dal mappamondo di San Michele al mappamondo di Fra Mauro”, in Bouloux, Nathalie; Dan, Anca; Tolias, George (eds), Orbis discipline. Liber amicorum Patrick Gautier Dalché. Turnhout: Brepols, 2016, pp. 713-728. [ISBN 978-2-503-56705-1].
  • Cattaneo, Angelo; “European Medieval and Renaissance Cosmography: A Story of Multiple Voices”, Asian Review of World Histories - The Official Journal of The Asian Association of World Historians, Vol. 4, Issue 1 (January 2016), pp. 35-81. [Online ISSN 2287-9811 – Print ISSN 2287-965X] - DOI: http://dx.doi.org/10.12773/arwh.2016.4.1.035
  • Cattaneo, Angelo (con Nanetti, Andrea; Siew Ann Cheong; Chin-Yew Lin), “Maps as Knowledge Aggregators: from Renaissance Italy Fra Mauro to Web Search Engines”, The Cartographic Journal, Vol. 52, Issue 2 (2015), pp. 159-167. [Print ISSN 0008-7041 Online ISSN 1743-2774]. http://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/00087041.2015.1119472
  • Cattaneo, Angelo; “Scomparsa e ricomparsa di un autore: storiografia religiosa, forme della dimenticanza, percorsi della memoria”, in Caby, Cécile; Licciardello, Pierluigi (eds), Camaldoli e l’Ordine camaldolese dalle origini alla fine del XV secolo. Atti del I Convegno internazionale di studi in occasione del millenario di Camaldoli (1012-2012). Monastero di Camaldoli, 31 maggio - 2 giugno 2012. Cesena: Centro storico benedettino italiano, 2014 (Serie Italia benedettina), pp. 485-522 [ISBN 978-88-98104-09-3].
  • Cattaneo, Angelo; “Orb and Sceptre: Cosmography and World Cartography in Portugal and Italian Cities in the Fifteenth Century”, Archives Internationales d'Histoire des Sciences 59.2 (2009). Special issue: Early Modern Cosmography, edited by Sven Dupré and Frédéric Hallyn, pp. 531-555 [ISSN 0003-9810 - OCLC 1482110 - ISBN 978-2-503-53024-6]
  • Cattaneo, Angelo; “Fra Mauro camaldolese” in Valerio, Vladimiro (ed.), Cartografi veneti. Mappe, uomini e istituzioni per l’immagine e il governo del territorio. Padova: Editoriale Programma, 2007, pp. 233-237 [ISBN 8871231554].
  • Cattaneo, Angelo; “Letture e lettori della Geografia di Tolomeo a Venezia intorno alla metà del Quattrocento,” Geographia Antiqua 4-5 (2005), pp. 41-65 [ISSN 1121-8940].
  • Cattaneo, Angelo; “Scritture di viaggio e scrittura cartografica. La mappamundi di Fra Mauro e i racconti di Marco Polo e Niccolò de’ Conti”, Itineraria 3-4 (2005), pp. 157-202 [ISSN 1594-1019].
  • Cattaneo, Angelo; “Fra Mauro Cosmographus Incomparabilis and His Mappamundi: Documents, Sources, and Protocols for Mapping”, in Curto Ramada, Diogo; Cattaneo, Angelo; Ferrand Almeida, André (eds), La cartografia europea tra primo Rinascimento e fine dell´Illuminismo. Firenze: L.S. Olschki, 2003, pp. 19-48 [ISBN 8822252403].
  • Cattaneo, Angelo; “God in His World. Leonardo Bellini Illuminator of the Earthly Paradise in Fra Mauro’s Mappamundi,” Imago Mundi 55 (2003), pp. 97-102 [ISSN 0308-5694 – eISSN 1479-7801].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN226746684 · ISNI (EN0000 0003 6264 6125 · SBN PUVV242472 · CERL cnp00160400 · LCCN (ENn87863364 · GND (DE100857353 · BNF (FRcb154040146 (data) · J9U (ENHE987007265287005171 · WorldCat Identities (ENviaf-226746684