Oblate di San Benedetto, ancelle dei poveri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le Oblate di San Benedetto, Ancelle dei Poveri (in francese Servantes des Pauvres d'Angers, Oblates de Saint-Benoît) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla O.R.S.B.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione fu fondata ad Angers dal benedettino di Solesmes Camille Leduc (1819-1895) con l'aiuto di suor Agnese di Gesù Bondu.[2]

L'istituto si diffuse rapidamente in Francia e nel 1966 fu aperta la prima missione in Senegal.[2]

Le Ancelle dei Poveri ricevettero il pontificio decreto di lode il 16 luglio 1887 e le sue costituzioni ottennero l'approvazione definitiva della Santa Sede il 16 gennaio 1928.[2]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le finalità della congregazione sono l'assistenza e la cura di poveri a ammalati.[2]

Oltre che in Francia, sono presenti in Belgio e Senegal;[3] la sede generalizia è ad Angers.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 142 religiose in 12 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1612.
  2. ^ a b c d G. Rocca, DIP, vol. I (1974), col. 592.
  3. ^ Nos communautés [collegamento interrotto], su servantesdespauvres-osb.org. URL consultato il 20 agosto 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo