Benedettine di Montevergine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Benedettine di Montevergine sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'stituto fu fondato dal benedettino sublacense Giuseppe Ramiro Marcone, abate ordinario di Montevergine dal 1918.[2] Il suo intento era, in qualche modo, quello di rinnovare l'antica istituzione delle monache verginiane, fondate da san Guglielmo da Vercelli.[3]

La congregazione, istituita il 4 novembre 1928, fu canonicamente eretta il 30 novembre 1930.[3]

La spiritualità dell'istituto è quella della regola di san Benedetto e la sua caratteristica peculiare è la devozione per la Madonna del santuario di Montevergine.[3]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le suore si dedicano all'educazione, all'assistenza agli orfani e alle giovani (attività svolte esclusivamente all'interno delle loro case religiose). L'elemento caratteristico del loro abito religioso è una tonaca bianca, simile a quello delle antiche monache verginiane.[3]

Oltre che in Italia, le suore sono presenti nello Sri Lanka;[4] la sede generalizia è a Mercogliano.[1]

Alla fine del 2011 la congregazione contava 16 religiose in 4 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2013, p. 1494.
  2. ^ Carlo Rabasca, vol. V (1978), col. 903.
  3. ^ a b c d Carlo Rabasca, vol. I (1974), col. 1269.
  4. ^ Chi siamo, benedettinemontevergine.it. URL consultato l'8 luglio 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario pontificio per l'anno 2013, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2013. ISBN 978-88-209-9070-1.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo