Suore benedettine di carità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le suore benedettine di carità sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla O.S.B.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione venne fondata dalla religiosa polacca Colomba Gabriel (1858-1926): già badessa del monastero benedettino di Leopoli, nel 1900 si trasferì in Italia ed entrò nel cenobio femminile di Subiaco; iniziò poi a dedicarsi a varie opere di apostolato attivo nei quartieri popolari della città di Roma.[2]

Su suggerimento di Vincenzo Ceresi (1869-1958), missionario del Sacro Cuore, e grazie al sostegno economico di vari benefattori, nel 1908 la Gabriel aprì a Roma una casa per ospitare e proteggere le giovani donne che si trasferivano nella capitale per cercare lavoro: per assicurare la continuità dell'opera, con l'aiuto dell'abate primate dell'Ordine di San Benedetto, madre Colomba creò una congregazione di religiose di voti semplici per dirigere l'istituto.[2]

Il cardinale vicario Basilio Pompilj emanò il decreto di erezione canonica dell'istituto delle suore benedettine di carità il 5 marzo 1926; la congregazione ricevette il pontificio decreto di lode nel 1978.[2]

La fondatrice è stata beatificata da papa Giovanni Paolo II nel 1993.[3]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le benedettine di carità si dedicano a varie opere in favore dell'infanzia, dei giovani e degli anziani e alle opere parrocchiali.

Sono presenti in Italia, Madagascar e Romania:[4] la sede generalizia è a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 121 religiose in 18 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1537.
  2. ^ a b c DIP, vol. I (1974), col. 1260, voce a cura di G. Rocca.
  3. ^ Tabella riassuntiva delle beatificazioni avvenute nel corso del pontificato di Giovanni Paolo II, vatican.va. URL consultato il 16-7-2009.
  4. ^ Le Suore Benedettine della Carità nel mondo, benedettinecarita.org. URL consultato il 16-7-2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo