Mappa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Mappa (disambigua).
Antica mappa di Genova

Una mappa è una rappresentazione semplificata dello spazio che evidenzia relazioni tra componenti (oggetti, regioni) di quello spazio. Una mappa è comunemente una rappresentazione bidimensionale, geometricamente accurata, di uno spazio tridimensionale, come ad esempio una carta geografica. Più in generale, le mappe possono essere usate per rappresentare qualsiasi proprietà locale del mondo o parte di esso, o qualsiasi altro spazio, anche mentale o concettuale[1][2][3].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Carta geografica e Carta nautica.

La mappa nella topografia è la rappresentazione grafica di una zona di territorio, riprodotta in scala[4].

Etimologia del termine[modifica | modifica wikitesto]

La mappa, nella Roma antica era un panno di lino usato come tovagliolo sulle tavole patrizie. Era detto mappa anche il drappo rosso con il quale i bestiari eccitavano il toro nel circo, come pure il panno che l'imperatore o i magistrati gettavano nell'arena per dare inizio alle corse[5].

Nell'era volgare, la mappa entrò nel rituale liturgico cristiano, per ricoprire gli altari. Nel tardo impero il termine passò ad indicare i libri e gli editti scritti su tela. Gli antichi agronomi chiamarono mappe (perché eseguite spesso su tela) ogni rappresentazione grafica di una zona di terreno. Di qui l'uso moderno della parola[6].

Mappe catastali[modifica | modifica wikitesto]

Le mappe particellari (spesso chiamate comunemente mappe catastali) costituiscono particolari documenti del catasto in cui vengono descritti i possessi fondiari e le particelle in cui essi si immaginano scomposti[7][8].

Il territorio di ogni comune è suddiviso in fogli catastali progressivamente numerati da nord ad est, ciascuno dei quali comprende graficamente le singole particelle di territorio. Ogni particella identifica la minima unità impositiva, riferita al tipo di coltura a al soggetto titolare di diritti su di essa. L'identificazione di un immobile o un terreno attraverso gli estremi riportati nelle mappe catastali è necessario per qualsiasi atto giuridico costitutivo, estintivo o modificativo di diritti reali[9].

Vedi anche Mappa catastale

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ mappa in Vocabolario - Treccani, su treccani.it. URL consultato il 13 marzo 2022.
  2. ^ lemappedelpensiero.it.
  3. ^ Luigi Visintin. La cartografia come scienza e come industria, su Rotary Club Novara, 15 novembre 1928. URL consultato il 13 marzo 2022.
  4. ^ Carta Topografica e carta Corografica, caratteristiche e differenze, su visceglia.it. URL consultato il 13 marzo 2022.
  5. ^ Mappa, etimologia e significato, su Una parola al giorno. URL consultato il 13 marzo 2022.
  6. ^ rito romano - frwiki.wiki, su it.frwiki.wiki. URL consultato il 13 marzo 2022.
  7. ^ Geoportale Cartografico Catastale - Agenzia delle Entrate, su geoportale.cartografia.agenziaentrate.gov.it. URL consultato il 13 marzo 2022.
  8. ^ MAPPE CATASTALI + SATELLITARI DI GOOGLE, su mappecatasto.it. URL consultato il 13 marzo 2022.
  9. ^ Schede - Consultazione cartografia catastale - Geoportale cartografico catastale - Agenzia delle Entrate, su agenziaentrate.gov.it. URL consultato il 13 marzo 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 1568 · LCCN (ENsh85080858 · GND (DE4029783-4 · J9U (ENHE987007566127305171 · NDL (ENJA00573130
  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia