Chuck Jura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chuck Jura
Chuck Jura (SAV Bergamo).jpg
Jura alla Sav Bergamo nella stagione 1982-83
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Centro
Ritirato 1985
Carriera
Giovanili
19??-19??non conosciuta Schuyler High School
1968-1972UNL Cornhuskers
Squadre di club
1972-1979Milano 1958127+
1979-1980Federale Lugano
1980-1982Basket Mestre68
1982-1983Alpe Bergamo33
1984-1985Master Roma24
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Charles Jura, detto Chuck (Columbus, 28 marzo 1950), è un ex cestista statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Originario del Nebraska (anche se i suoi erano di lontana ascendenza boema), scelto al terzo draft dai Chicago Bulls nel 1972, esordì nel campionato italiano con la Pallacanestro Milano, sponsorizzata Mobilquattro, nel 1972-73 al posto del veterano Dennis Grey.

Con l'aiuto di Chuck Jura, soprannominato lo Sceriffo (questa era infatti la professione esercitata dal padre di Chuck nel Nebraska), la Mobilquattro (dal 1976 sponsorizzata Rank Xerox), che nel frattempo diede la panchina a coach Dido Guerrieri, arrivò a scavalcare i cugini dell'Olimpia durante gli anni che vanno dal 1975 al 1978. Problemi di budget impedirono sempre alla società di via Monreale di poter competere per lo scudetto, i sacrifici vennero fatti per trattenere Jura che da solo garantiva pubblico e record: nel 1974-75 in un Mobilquattro - Sinudyne Bologna dove, di fronte a Tom McMillen (che avrebbe poi avuto un'ottima carriera in NBA), totalizzò 52 punti; da ricordare, sempre nel 1975 contro Scavolini Pesaro, un canestro da 26 metri a fil sirena.

Fu anche il miglior marcatore del campionato italiano in tre stagioni consecutive tra il 1975-76 e il 1977-78[1].

Quando nel 1979 abbandonò Milano per trasferirsi alla Federale Lugano, i tifosi meneghini si organizzarono per seguire le sue imprese nel campionato elvetico[senza fonte]. In seguito Jura tornò in Italia, prima a Mestre nel 1980-81 (promozione in A1) e 1981-82 (salvezza) (in Cagiva Varese-Jesus Mestre realizzò 35 punti in 34 minuti ...). L'anno successivo a Bergamo (altra promozione in A1), poi a Roma e nel 1985 alla Pallacanestro Livorno. Nella squadra toscana, tuttavia, Jura non giocò perché andò via senza preavviso[2].

La passione e la voglia di giocare restano, tant'è che "lo sceriffo" nel 2008 è ancora "Campione del mondo Over 50" con la Nazionale USA.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º gennaio 2009[1][3]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
1972-1973 Italia Mobilquattro Milano Serie A
1973-1974 Italia Mobilquattro Milano Serie A
1974-1975 Italia Mobilquattro Milano Serie A1
1975-1976 Italia Mobilquattro Milano Serie A1 33 462/832 171/252 550 25 74 1095
1976-1977 Italia Xerox Milano Serie A1 32 426/757 200/293 573 36 100 48 1052
1977-1978 Italia Xerox Milano Serie A1 33 401/709 195/264 478 31 118 37 997
1978-1979 Italia Xerox Milano Serie A1 29 1114 313/552 167/216 330 29 80 23 793
1979-1980 Svizzera Federale Lugano LNBA
1980-1981 Italia Superga Mestre Serie A2 36 1422 383/664 201/296 476 83 126 45 967
1981-1982 Italia Jesus Jeans Mestre Serie A1 32 1224 302/537 169/246 369 24 99 35 773
1982-1983 Italia Sav Bergamo Serie A2 33 1281 391/655 212/288 367 41 87 34 994
1984-1985 Italia Master V Roma Serie A2 24 24 938 274/458 2/3 99/133 257 46 61 28 653
Totale carriera

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Almanacco illustrato del basket 1990. Panini, Modena, 1989, pp. 24-25.
  2. ^ Scheda della Pallacanestro Livorno 1984-85, su ilbasketlivornese.it. URL consultato il 14 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2009).
  3. ^ Scheda su Chuck Jura della Lega Basket Serie A.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]