Bianchi Mediolanum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bianchi Mediolanum 36
Bianchi Mediolanum.JPG
Descrizione generale
Costruttore Italia  F.I.V. Edoardo Bianchi
Tipo Autocarro
Produzione dal 1934 al 1938
Sostituito da Bianchi Miles
Altre caratteristiche
Dimensioni e pesi
Lunghezza 6,15 m
Larghezza 2,06 m
Altezza 2,60 m
Massa a vuoto 3,730 t
Altro
Versioni Bianchi Mediolanum 68A

Il Mediolanum 36 è stato un autocarro prodotto dalla Bianchi dal 1934 al 1938.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu prodotto dalla Bianchi di Milano su licenza Daimler-Benz sia in versione civile che in versione militare. Il Regio Esercito e la Regia Aeronautica ne acquisirono 200 esemplari più le versioni specializzate autocinema ed autofrigorifero. Fu utilizzato nelle colonie, dove l'autonomia e la facilità di manutenzione lo rendevano adatto alle grandi distanze. Dopo l'armistizio equipaggiò la Wehrmacht

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Classificato come autocarro medio, con 3 tonnellate di portata, era a trazione posteriore e poteva trasportare 32 soldati. Il motore diesel MD a 4 cilindri da 57 hp permette un'autonomia di 280 km ed una velocità su strada di 55 km orari. Oltre che nell'allestimento normale, fu adottata la versione autocinema ed autofrigo; in Libia fu utilizzato come piattaforma per un autocannone basato su una mitragliera contraerea francese da 25 mm.

Mediolanum 68A[modifica | modifica wikitesto]

Questa versione, più lunga di 25 cm e più larga di 5 cm, ha la stessa portata ma il peso a vuoto scende a 3,620 tonnellate. Il nuovo motore da 60 hp garantisce una velocità di 67 km orari ed una autonomia di 310 km. La produzione di questa versione migliorata venne annullata in favore del nuovo Bianchi Miles.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]