Moto Guzzi Airone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Moto Guzzi Airone
Moto Guzzi Airone (250 cc) 1947.jpg
Un Airone del 1947
Costruttorebandiera Moto Guzzi
TipoStradale
Produzionedal 1939 al 1957
Sostituisce laMoto Guzzi P
Sostituita daMoto Guzzi Lodola
Modelli similiBianchi Dolomiti e Stelvio
Gilera Nettuno
Sertum VL4 e VT4

L'Airone è una motocicletta Moto Guzzi in produzione tra il 1939 ed il 1957.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presentata a fine 1939 come erede della P.E. 250, la nuova quarto di litro mandellese era dotata di cambio a quattro rapporti (contro i tre dell'antenata) e motore portato a 246 cm³ (9,5 CV di potenza massima, 95 km/h). Inizialmente dotata di telaio in tubi, poco dopo la commercializzazione questo fu rimpiazzato da uno realizzato in lamiera stampata, più economico da produrre.

Rimessa in produzione nel 1945, dopo la seconda guerra mondiale, nel 1947 fu aggiornata nelle sospensioni con l'adozione di una forcella telescopica ideata da Carlo Guzzi in persona e di una coppia di ammortizzatori idraulici posteriori, mentre a fine 1948 fu introdotta una testata in alluminio con organi della distribuzione racchiusi.

Nel 1949 fu commercializzato l'Airone Sport, con motore potenziato a 13,5 CV (120 km/h di velocità massima) grazie ad un nuovo albero a camme, un carburatore Dell'Orto SS 25 e una camera di scoppio più raccolta. Rivista anche la ciclistica, con la parte posteriore del telaio in tubi, freni a tamburo in alluminio di diametro maggiorato, parafanghi di disegno alleggerito e ammortizzatori posteriori a compasso regolabili. Dal 1951 telaio, sospensioni posteriori e freni dello Sport furono utilizzati anche sulla versione turistica.

Nel 1954 fu introdotta una nuova marmitta, più silenziosa della precedente: le prestazioni dello Sport ne risentirono, scendendo a 12 CV e 110 km/h. Nel 1956 lo Sport uscì di produzione, mentre restò a listino ancora un anno (soprattutto per le forniture militari, per le quali la Moto Guzzi aveva approntato nel 1952 una versione ad hoc dell'Airone) la versione Turismo.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Moto Guzzi Airone - 1950
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2100 × 720 × 945 mm
Altezze Sella: mm - Minima da terra: 130 mm
Interasse: 1370 mm Massa a vuoto: 142 kg Serbatoio: 11 litri
Meccanica
Tipo motore: monocilindrico orizzontale quattro tempi Raffreddamento: ad aria
Cilindrata 246,3 cm³ (Alesaggio 70,0 x Corsa 64,0 mm)
Distribuzione: aste e bilancieri Alimentazione: un carburatore Dell'Orto SBF 22
Potenza: 9,5 CV a 4500 giri/min Coppia: Rapporto di compressione:
Frizione: multidisco a secco Cambio: 4 marce a pedale ad ingranaggi sempre in presa con innesti frontali
Accensione a magnete Marelli
Trasmissione primaria a ingranaggi elicoidali; secondaria a catena
Avviamento a pedale
Ciclistica
Telaio doppia culla chiusa
Sospensioni Anteriore: forcella telescopica con ammortizzatori idraulici / Posteriore: forcellone oscillante con molle a spirale orizzontali sotto il motore e due ammortizzatori meccanici a frizione
Freni Anteriore: a tamburo / Posteriore: a tamburo
Pneumatici anteriore e posteriore 3.00-19"
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 94 km/h
Fonte dei dati: Motociclo Airone 250 cc. Istruzioni per l'uso e la manutenzione, II edizione, Casa editrice Guido Stefanoni, Lecco, 1950, pp. 10-15

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Colombo, Moto Guzzi - 80 anni di storia, Giorgio Nada Editore, Vimodrone (MI), 2000, ISBN 88-7911-227-9

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]