Albatros C.VI

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albatros C.VI
Descrizione
Tipo aereo da ricognizione
Equipaggio 2
Costruttore Germania Albatros
Data primo volo 1916
Utilizzatore principale Germania Luftstreitkräfte
Sviluppato dal Albatros C.III
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,9 m
Apertura alare 11,7 m
Altezza 3,2 m
Superficie alare 36,9 [senza fonte]
Peso a vuoto 830 kg
Peso carico 1 343 kg
Propulsione
Motore un Argus As.III
Potenza 180 PS (132 kW)
Prestazioni
Velocità max 145 km/h
Velocità di salita a 3 000 m in 35 min
Autonomia 4 h 30 min
Armamento
Mitragliatrici una LMG 08/15 calibro 7,92 mm in caccia
una Parabellum MG 14 calibro 7,92 mm posteriore

i dati sono estratti da German Aircraft of the First World War[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Albatros C.VI era un monomotore biplano da ricognizione sviluppato dall'allora azienda tedesco imperiale Albatros Flugzeugwerke GmbH negli anni dieci del XX secolo.

Sviluppo del precedente Albatros C.III, dal quale se ne distingueva essenzialmente per l'adozione di una motorizzazione più potente, venne prodotto in piccola serie ed introdotto nel 1916 come equipaggiamento dei reparti da ricognizione della Luftstreitkräfte, la componente aerea del Deutsches Heer (l'esercito imperiale tedesco).

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) H.W. Cowin, German and Austrian Aviation of World War I, Osprey Publishing Ltd, 2000, ISBN 1-84176-069-2.
  • (EN) Peter Gray, Owen Thetford, German Aircraft of the First World War, London, Putnam, 1962, ISBN 0-933852-71-1.
  • (EN) Peter M. Grosz, Windsock Datafile 81 Albatros C.V, Berkhamsted: Albatros Productions Ltd., 2002.
  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Entwicklung der Flugzeuge 1914–18, München, 1959, ISBN non esistente.
  • (EN) Michael John H. Taylor, Jane's encyclopedia of aviation, 2nd Edition, Londra, Studio Editions, 1989, ISBN 0-517-10316-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]