Veronica Mars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Veronica Mars
Veronica Mars Titoli.jpg
Immagine dalla sigla della terza stagione
Titolo originale Veronica Mars
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2004-2007
Formato serie TV
Genere teen drama, noir, giallo
Stagioni 3
Episodi 64
Durata 42 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Rob Thomas
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivo Joel Silver
Casa di produzione Silver Pictures Television, Stu Segall Productions Inc. & Warner Bros. Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 22 settembre 2004
Al 22 maggio 2007
Rete televisiva
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 12 aprile 2006
Al 7 dicembre 2007
Rete televisiva Italia 1
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 20 aprile 2007
Al 15 febbraio 2008
Rete televisiva
  • Fox: Stagioni 1-2 (20 aprile 2007 – 25 dicembre 2007)
  • Mya: Stagione 3 (21 gennaio 2008 – 15 febbraio 2008)

Veronica Mars è una serie televisiva statunitense creata da Rob Thomas andata in onda tra il 2004 e il 2007 sulla UPN (prime due stagioni) e sulla The CW (terza ed ultima stagione).

La protagonista della storia, Veronica Mars, è interpretatata da Kristen Bell nel ruolo di una liceale che brilla come investigatrice privata, attività portata avanti prevalentemente nel tempo libero insieme a suo padre, ex-sceriffo di Neptune.

Si tratta di un mix di teen drama, commedia e investigazione.

La prima stagione, acclamata dalla critica e composta da 22 episodi, ottenne una media di 2,5 milioni di telespettatori negli Stati Uniti. Veronica Mars apparve nelle liste dei migliori programmi televisivi di quell'autunno e si guadagnò numerosi premi e nomination. Durante la messa in onda della serie, venne candidata per due Satellite Awards, quattro Saturn Awards, cinque Teen Choice Awards e venne inserita nella lista AFI's Programs of the Year del 2005.

Il 16 maggio 2006 era stata confermata la terza stagione di Veronica Mars nel palinsesto dell'americana The CW, network nato dalla fusione della UPN con un altro network USA, la The WB; ma a causa dell'incostanza negli ascolti, la nuova rete annunciò la cancellazione della serie un anno più tardi, il 17 maggio 2007.

I fan risposero mandando più di 10.000 barrette Mars alla The CW, sperando che il network cambiasse idea, cosa che non avvenne[1]. In seguito, Rob Thomas scrisse la sceneggiatura per un film tratto dalla serie, ma la Warner Bros. optò per non continuare il progetto fino al 2013, quando Thomas, Kristen Bell e i fan trovarono un modo di co-finanziare la produzione del film utilizzando il sito di raccolta fondi Kickstarter.

In Italia la serie è stata trasmessa per la prima volta dal 12 aprile 2006 da Italia 1.

Trama[modifica | modifica sorgente]

« Questa è la mia scuola. Per frequentarla devi avere dei genitori miliardari, o che lavorano per i miliardari. Qui a Neptune, in California, il ceto medio non esiste. »
(Veronica Mars)

Veronica Mars è una studentessa del liceo di Neptune, un'immaginaria cittadina sulla costa della California caratterizzata da un'atmosfera particolarmente classista, ed è la figlia del rispettato sceriffo del posto, Keith Mars. Quando la sua migliore amica Lilly Kane, sorella del suo fidanzato Duncan, viene uccisa, la sua vita cambia radicalmente. Suo padre viene messo a capo delle indagini, che però vengono interrotte quando un uomo, Abel Koontz, si costituisce dichiarandosi colpevole. Keith Mars viene deriso e obbligato a dimettersi dalla carica di sceriffo per aver accusato dell'omicidio il padre di Lilly, milionario della città e presidente della Kane Software. Veronica è costretta a scegliere tra suo padre e i suoi amici e finisce con l'essere emarginata dai suoi compagni di scuola. Sua madre non regge l'umiliazione e lascia la famiglia e la città, scappando all'improvviso. Costretto a trovarsi un nuovo lavoro, Keith apre un'agenzia investigativa, dove lavora insieme alla figlia.

La prima stagione è incentrata sullo sviluppo delle indagini riguardanti l'omicidio di Lilly Kane, su cui Veronica e il padre, non credendo alla versione di Koontz, continuano a investigare per conto loro, trovando infine le prove dell'innocenza di quest'ultimo e scovando il reale assassino.

La seconda stagione inizia con l'introduzione di due nuovi casi: un incidente di autobus che causa la morte di molti dei compagni di classe di Veronica, e la morte del motociclista membro della PCH gang, Felix Toombs. Logan attacca briga con Weevil e la PCHers e finisce con l'essere accusato di aver ucciso Felix. A metà della stagione, Weevil si convince dell'innocenza di Logan e fanno squadra per trovare il vero assassino. In questa stagione Veronica ha la possibilita di tornare alla sua vecchia vita, prima della morte di Lilly: dopo aver rotto con Logan durante l'estate si rifidanza con Duncan e, più o meno, viene accettata dagli 09. Intanto Wallace scopre che suo padre biologico è vivo.

Nella terza stagione Veronica, Logan, Wallace, Mac e Dick si trasferiscono al college. Vengono introdotti due nuovi personaggi: Stosh "Piz" Piznarski e Parker Lee, che sono i rispettivi compagni di stanza di Wallace e Mac. Per tutta la terza stagione Veronica indaga sul caso dello stupratore seriale del campus, mistero iniziato nella seconda stagione. Parker diventa una vittima dello stupratore e Veronica, sentendosi in colpa per non averla aiutata e ricordando il suo stupro passato, si prefigge il compito di catturare il violentatore.

Nel promo di una possibile quarta stagione, che il creatore Rob Thomas girò sperando di riuscire a salvare la serie dalla cancellazione, Veronica sta iniziando il suo internato come giovane recluta dell'FBI.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 22 2004-2005 2006
Seconda stagione 22 2005-2006 2006
Terza stagione 20 2006-2007 2007

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Veronica Mars.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Casting[modifica | modifica sorgente]

Thomas inizialmente pensò ad un protagonista maschile per la serie; poi cambiò idea perché pensò che una storia noir raccontata da un punto di vista femminile sarebbe stata più interessante ed originale.

Kristen Bell venne scelta per interpretare Veronica Mars su oltre 500 ragazze che presero parte alle audizioni per il ruolo. Jason Dohring, che ha interpretato Logan Echolls, originariamente fece il provino per il ruolo di Duncan Kane. Teddy Dunn invece fece quello per Logan, ma finì per interpretare Duncan. A Dohring parve che la sua audizione per Duncan fosse "un po' dark", e gli venne detto dai produttori che "non era proprio giusta". I produttori gli chiesero di provare la parte di Logan ed in seguito a dei provini assieme alla Bell gli venne affidata la parte. Al tempo dell'audizione di Dohring per il ruolo di Logan, il personaggio era destinato a comparire solo come guest star nel pilot, ma il modo in cui l'attore recitò insieme a Kristen fece cambiare idea ai produttori. Percy Daggs III fece le audizioni due volte prima di essere preso come interprete di Wallace Fennel.

Rob Thomas descrisse Amanda Seyfried, che interpretò la defunta Lilly Kane, come "la miglior sorpresa dell'anno". Durante il casting dei personaggi regolari, ebbe modo di vedere tutti i migliori attori della città, la maggior parte dei quali per il motivo di voler diventare un personaggio principale della serie. Ma durante il casting di Lilly Kane, che avrebbe dovuto apparire solo ogni tanto come "la ragazza morta", Thomas non si trovò davanti allo stesso livello recitativo. Eppure disse che la Seyfried era "almeno 100 volte migliore rispetto a chiunque abbiamo visto, era semplicemente spettacolare". Andava così bene per la serie che l'attrice venne ingaggiata per comparire tre o quattro volte in più rispetto a quello inizialmente previsto.

Ambientazione e riprese[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Neptune (Veronica Mars).

La serie televisiva è ambientata nella fittizia cittadina di Neptune, situata nell'altrettanto fittizia contea di Balboa, vicino all'esistente contea di San Diego, in California. Neptune è collocata sulla West Coast, tra San Diego e Los Angeles, lungo la Pacific Coast Highway. È probabile che sia più vicina a San Diego e che si trovi quindi vicino al confine con il Messico, come si può dedurre dalla vicinanza con la città di Tijuana.

Le scene ambientate a Neptune sono di solito riprese nella contea di San Diego: gli esterni del residence dei Mars si possono trovare a For Point Loma, mentre gli esterni della Mars Investigations sono ripresi sulla Adams Avenue in Normal Heights. La San Diego State University ha inoltre ispirato l'Hearst College, frequentato dalla protagonista nella terza stagione. Gli esterni del Neptune Grand, hotel di lusso di Neptune, sono ripresi all'Hyatt Regency. Il 90909, codice di avviamento postale che dà il nome alla comunità benestante di Neptune, è simile ai reali codici californiani (che iniziano appunto per 90, 91 o 92).

Il film[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Veronica Mars - Il film.

Il 13 marzo 2013, Rob Thomas e Kristen Bell, hanno lanciato un progetto di raccolta fondi tramite la piattaforma Kickstarter per la produzione di un film tratto dalla serie. L'obiettivo consisteva nel raggiungere i 2 milioni di dollari grazie alle donazioni dei fan; raggiunta questa cifra, la Warner Bros avrebbe acconsentito alla produzione e alla distribuzione del film. Dopo sole 20 ore dall'inizio delle donazioni si raggiunsero oltre i 2 milioni di dollari necessari e alla chiusura delle donazioni sono stati raccolti 5.702.153 dollari. Le riprese del film sono iniziate il 17 giugno 2013, mentre l'uscita nelle sale è avvenuta il 14 marzo 2014.[2]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora principale del telefilm è We Used to Be Friends dei The Dandy Warhols. Il compositore della musica, Josh Kramon, ha scritto la maggior parte delle musiche del sottofondo televisivo. La musica, differente da quella solita composta per la televisione, è realizzata in modo da focalizzare l'attenzione sulle scene più importanti, tipico elemento del genere noir. Il CD, lanciato negli Stati Uniti il 27 settembre 2005 ed in Italia il 9 aprile 2006, contiene quattordici tracce.

  1. The Dandy Warhols - We Used to Be Friends
  2. Mike Doughty - I hear the bells
  3. Tegan & Sara - I know I know I know
  4. Spoon - I turn my camera on
  5. The Faders - No sleep tonight
  6. Stereophonics - Dakota
  7. Sway - The Perishers
  8. Delays - Long time coming
  9. The Format - On your porch
  10. Ivy - Ocean city girls
  11. Something Happens - Momentary thing
  12. 46bliss - The way you are
  13. Adrienne Pierce - Lost & Found
  14. Cotton Mather - Lily dreams on

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Nonostante non fosse un vero e proprio successo di ascolti in patria, la serie fu un successo di critica per la sua prima stagione. Commenti positivi arrivarono da Robert Abele di LA Weekly[3], Paige Wiser del Chicago Sun Times[4], Joyce Millman del Phoenix[5], Joy Press di The Village Voice[6]. James Poniewozik del Time la definì come uno dei sei migliori drama della televisione[7]. Kay McFadden di The Seattle Times la considerò la miglior nuova serie del canale UPN e la paragonò ad Alias negli atteggiamenti e a The O.C. per quanto riguarda la coscienza di classe sociale.[8]. Veronica Mars venne accolta positivamente anche da altri autori, tra cui Stephen King[9]. Joss Whedon, che apparve come guest star in un episodio della seconda stagione, disse che si trattava del "Miglior show di sempre"[10][11], mentre Kevin Smith, che comparve anche lui in un episodio, affermò che "Veronica Mars è la prova che la TV può fare molto meglio del cinema"[12]. Nonostante fosse un successo di critica durante la sua messa in onda, pareri non completamente positivi cominciarono ad emergere durante la terza serie, più dark rispetto alle prime due. La serie, comunque, apparve in numerose liste dei migliori programmi televisivi.[13]. Nel 2005 venne inserita nella lista dei programmi dell'anno dell'America Film Institute[14] e nelle liste di The Village Voice, Chicago Tribune e People Weekly.[15] Venne nominata al quarto posto tra le serie rinnovate dal Time e la sesta miglior serie da Entertainment Weekly e USA Today.[15] Nel 2008, la rivista inglese Empire classificò Veronica Mars al numero 48 nella sua lista delle 50 migliori serie TV di tutti i tempi. L'Empire nominò il finale della seconda stagione, "Nessuna Foto", il miglior episodio della serie.[1] Nel 2010, Kristin Dos Santos di E! classificò Veronica Mars al numero 8 della sua lista delle "migliori serie TV degli ultimi 20 anni".[16]

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

I DVD di Veronica Mars sono usciti in: Stati Uniti, Canada, Germania, Spagna e Francia. In Italia la prima e la seconda stagione sono state pubblicate dalla Warner Italia nel 2008, mentre i DVD della terza stagione non sono ancora stati messi in commercio a causa delle censure portate da Italia 1. In Australia erano pronti per uscire nel 2006, ma, a causa di problemi con i diritti sulla colonna sonora, l'uscita è stata rimandata.

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Il doppiaggio italiano di Veronica Mars presenta alcune differenze nell'adattamento rispetto all'originale in alcuni episodi. La serie è colma di omaggi e citazioni di altre opere; nella versione italiana queste citazioni sono state sostituite con riferimenti a opere simili più conosciute in Italia; in taluni casi è stato necessario eliminarle del tutto.

Numerose parolacce e espressioni colorite sono state edulcorate con termini meno volgari nell'edizione italiana.

I dialoghi in alcuni casi presentano errori di traduzione e in altri casi frasi differenti dal significato originale. Un errore di traduzione nel primo episodio portò al cambio del nome originale del cane di Veronica, chiamato Backup, nella versione italiana il nome del cane fu erroneamente interpretato come un termine e non come nome. In un altro episodio Veronica in originale chiama il cane "buddy" che in inglese significa "cucciolo", gli adattatori italiani confusero il termine affettuoso come se fosse il nome, così nell'episodio e anche in seguito il cane verrà chiamato Buddy nel doppiaggio italiano.

Nell'episodio Il nuovo presidente la parola "narc" che in inglese significa "spiona" riferita a Wanda, un'amica di Veronica che compare solo in questo episodio, nel doppiaggio italiano venne erroneamente tradotta come "narco" e "narcotica". Questo errore rende difficile la comprensione del finale dell'episodio, infatti nell'edizione italiana non si capisce chiaramente per quale motivo l'amicizia delle due ragazze finisca.

La terza stagione, durante la sua prima messa in onda su Italia 1, è stata pesantemente censurata per via della trasmissione pomeridiana in fascia protetta, in particolare l'episodio Notte da incubo; la stagione è però andata in onda in edizione integrale e senza censure durante le repliche sul canale digitale Mya e, in chiaro, sulle reti La 5 e Rai 4.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Empire: Features - Veronica Mars, Empire. URL consultato il 20 settembre 2008.
  2. ^ (EN) Rob Thomas, The Veronica Mars Movie Project, Kickstarter, 13 marzo 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  3. ^ Robert Abele, Eyes of Veronica Mars, LA Weekly, 4 novembre 2004. URL consultato il 10 marzo 2008.
  4. ^ Paige Weiser, Reasons to love Ms. Mars, Chicago Sun-Times, 29 marzo 2007. URL consultato il 19 settembre 2008. (Login required)
  5. ^ Joyce Millman, Smooth operators - Veronica Mars and House hit the mark, The Phoenix, 12 novembre 2004. URL consultato il 17 settembre 2008.
  6. ^ Joy Press, Screen Gems, The Village Voice, 30 novembre 2004. URL consultato il 17 settembre 2008.
  7. ^ James Poniewozik, The 6 Best Dramas on TV Now, Time, 28 marzo 2005. URL consultato il 17 settembre 2008.
  8. ^ McFadden, Kay, Intriguing new dramas full of possibilities, The Seattle Times, 22 settembre 2004. URL consultato il 18 settembre 2008.
  9. ^ Stephen King, Stephen King ponders Lost, Mars conundrums, Entertainment Weekly, 13 gennaio 2006. URL consultato il 17 settembre 2008.
  10. ^ Joss Whedon, Joss Luvs Veronica, Whedonesque.com, 12 agosto 2005. URL consultato il 17 settembre 2008.
  11. ^ Elena Fernandez, Maria, Cult king in orbit on Mars, Los Angeles Times, 9 novembre 2005. URL consultato il 4 novembre 2008.
  12. ^ Kevin Smith, My Boring-Ass Life: Kevin Smith's Online Diary, silentbobspeaks.com (via Internet Archive), 3 settembre 2005. URL consultato il 20 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2006).
  13. ^ Melanie McFarland, It'll be a crime to miss sleuthing Veronica Mars, Seattle Post-Intelligencer, 28 settembre 2004. URL consultato il 16 settembre 2008.
  14. ^ AFI TV Programs of the Year - Official Selections, American Film Institute, 2005. URL consultato il 16 settembre 2008.
  15. ^ a b Best of 2005, Metacritic. URL consultato il 12 luglio 2005.
  16. ^ Dos Santos, Kristin, And the Best TV Series of the Past 20 Years Is...., E!, 28 maggio 2010. URL consultato il 24 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione