Vallum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il vallo (in latino, Vallum) era un tipo di costruzione difensiva romana realizzata a protezione degli accampamenti (castra, al singolare castrum) e dei confini[1]. Questa costruzione era costituita da due parti: un fossato (fossa) e un terrapieno (agger), su cui erano innalzati una palizzata oppure un bastione in pietra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In proposito vanno ricordati il Vallo di Antonino, quello di Adriano, che difendevano il territorio della Britannia romana dalle tribù del nord dell'isola, e il vallo di Traiano

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • P. Connolly, L'esercito romano, Milano 1976.
  • Y. Le Bohec, L'esercito romano da Augusto a Caracalla, Roma 1992.
  • Polibio, Storie, VI.