Téa Leoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Téa Leoni

Téa Leoni, nome d'arte di Elizabeth Téa Pantaleoni (New York, 25 febbraio 1966), è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a New York il 25 febbraio 1966 da padre statunitense di origini italiane e polacche e da madre statunitense di origini inglesi[1][2], studia psicologia e antropologia presso il "Sarah Lawrence College"; solo in un secondo momento manifesta interesse per la recitazione.

Lavora come modella nel campo della pubblicità, inizia a recitare in alcune sit-com e soap opera, come Santa Barbara dove ha ricoperto il ruolo di Lisa DiNapoli, debutta sul grande schermo nel 1991 nel film Nei panni di una bionda di Blake Edwards, successivamente è al fianco di Will Smith e Martin Lawrence in Bad Boys.

Il vero successo arriva nel 1998, con l'interpretazione nel film catastrofico Deep Impact, al quale seguono The Family Man, il blockbuster Jurassic Park III e Hollywood Ending, diretto da Woody Allen. Nel 2005 recita al fianco di Jim Carrey in Dick e Jane - Operazione furto.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

È stata sposata con il commerciante Neil Tardio, da cui ha divorziato. È stata a lungo legata al collega David Duchovny, col quale si sposò nel maggio del 1997 e dal quale ha avuto due figli (Madelaine West, nata nel 1999, e Kyd Miller, nato nel 2002). La coppia si è separata nel 2008 per qualche mese, ma in seguito si sono riavvicinati. Attualmente i due sono separati, hanno infatti annunciato il loro divorzio il 29 giugno 2011.

Dopo la sua partecipazione al film Deep Impact, l'asteroide 8299 Téaleoni ha preso il suo nome.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Téa Leoni è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ It's Téa time for T-Rex, Daily Telegraph, July 17, 2001. Acceduto 4 giugno 2008.
  2. ^ Leoni Online: intervista New York Times

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24801377 LCCN: no97065696