Supercar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Supercar
Supercar.png
Titolo originale Knight Rider
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1982-1986
Formato serie TV
Genere azione
Stagioni 4
Episodi 90
Durata 45 min ca
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Glen A. Larson
Interpreti e personaggi
Voci e personaggi
Doppiatori e personaggi
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 26 settembre 1982
Al 4 aprile 1986
Rete televisiva NBC
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 28 gennaio 1984
Al 1987
Rete televisiva Italia 1
Opere audiovisive correlate
Seguiti Knight Rider

Supercar (Knight Rider) è una serie televisiva statunitense prodotta tra il 1982 e il 1986, interpretata da David Hasselhoff.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vicenda inizia con il salvataggio di un uomo da parte delle industrie Knight, l'uomo è Michael Arthur Long (interpretato da Larry Anderson), che viene quasi ucciso da dei criminali. La sua vita cambia completamente: diventa Michael Knight (interpretato da David Hasselhoff) ed assieme a KITT, un'automobile completamente automatizzata e in grado di parlare, controllata da un'intelligenza artificiale, comincerà una lunga battaglia contro "le forze del male".

Produzione ed accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Replica di KITT di un collezionista torinese

La serie ha vinto un "People's Choice Awards" nel 1983 per il miglior attore protagonista e uno "Young Artist Awards" per il miglior giovane attore non protagonista, Keith Coogan, sempre nel 1983. Verrà interrotta alla fine della quarta stagione, nel 1986, a causa di un repentino calo degli ascolti, che non riuscivano più a bilanciare gli elevatissimi costi di produzione. Ciò avvenne in modo del tutto improvviso e imprevisto, in quanto l'ultimo episodio in assoluto, La spedizione maledetta, termina in modo completamente normale senza lasciar presagire nulla della fine definitiva della serie.

Il telefilm è rimasto per molti appassionati oggetto di culto, nonostante le riprese siano terminate quasi trenta anni fa. Vi sono numerosi Fan Club e forum in varie nazioni. Alcuni fan più appassionati posseggono delle repliche perfette sia negli interni che negli esterni di KITT e di KARR, elaborate a partire dal modello di serie dell'auto da cui entrambi derivano (una Pontiac Firebird Trans Am).

Il 17 febbraio 2008 è stato mandato in onda sulla rete televisiva americana NBC un film della durata di due ore che avrebbe potuto essere l'episodio pilota di una nuova serie di Supercar, cosa che poi si è concretizzata grazie agli indici di ascolto estremamente alti. La nuova serie, chiamata Knight Rider, è iniziata mercoledì 24 settembre sulla NBC.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Wilton Knight, interpretato da Richard Basehart
    In realtà non è un vero e proprio personaggio principale della serie televisiva Supercar, in quanto compare solo nell'episodio pilota; tuttavia è lui a sponsorizzare il progetto di KITT e a scegliere Michael Knight.
  • Garthe Knight, interpretato da David Hasselhoff
    È il figlio di Wilton Knight, perfettamente uguale fisicamente a Michael Knight (e interpretato dallo stesso attore) tranne che per la presenza di baffi e pizzetto, ma a differenza di quest'ultimo profondamente malvagio e con manie di grandezza e per questo motivo è stato diseredato dal padre. Grazie all'aiuto della perfida madre, riesce a costruire un camion dotato della stessa copertura molecolare di KITT, chiamato Goliath. Nella sua ultima apparizione, sembra precipitare con Goliath in un burrone, ma non si avrà mai la certezza della sua morte.
  • KARR (Knight Automated Roving Robot).
    È il primo prodotto di auto intelligente, ma a differenza di KITT non ha la priorità di salvare vite umane, ma lei stessa. Per questo fu spenta, ma venne in seguito riaccesa da due galeotti.
  • Goliath
    È un mastodontico camion dotato di rimorchio che prende parte a due episodi della serie televisiva Supercar. È interamente rivestito della stessa copertura molecolare che ricopre sia KITT che KARR, ma, a differenza delle due auto, Goliath non è dotato di un computer, né di intelligenza artificiale, né di funzioni straordinarie. La sua forza consiste quindi solamente nella sua imponenza e quasi indistruttibilità. È stato costruito da Garthe Knight per effettuare azioni criminali, prima fra tutte l'eliminazione dei suoi principali nemici, Michael Knight e KITT, ma essi riusciranno in entrambe le occasioni ad avere la meglio, seppure a fatica. Oltre alla sua struttura mastodontica ed indistruttibile, Goliath ospita sul tetto della motrice dei lanciarazzi per razzi non guidati; il rimorchio container, blindato ed antiptoiettile, è chiuso con una chiusura senza maniglie, apribile solo con un codice numerico digitabile su un tastierino. Alla sua prima apparizione, Goliath viene fermato da KITT con una scarica del suo laser nel punto di aggancio tra motrice e rimorchio; la seconda volta, quel difetto è stato eliminato, e Michael deve ingannare Garth per costringerlo a finire giù da una scogliera.
  • Stephanie "Stevie" Mason, interpretata da Catherine Hickland, all'epoca moglie di David Hasselhoff
    E` la donna di cui Michael s'innamora, e che per lei medita di lasciare la Fondazione per starle accanto; quando verrà uccisa il giorno delle nozze, Michael ritornerà a lavorare con KITT.

Nuove serie e Film TV[modifica | modifica wikitesto]

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva comprende 84 episodi (alcuni composti da due parti) divisi in quattro stagioni. Negli Stati Uniti furono trasmessi dall'emittente NBC, mentre in Italia da Italia 1. Ciclicamente vengono riproposti, sempre sul medesimo canale televisivo.

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 22 1982-1983
Seconda stagione 24 1983-1984
Terza stagione 22 1984-1985
Quarta stagione 22 1985-1986

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella puntata dove KARR, l'auto antagonista di KITT (Titolo Il gemello cattivo della 1ª serie), finisce nel burrone, l'istante in cui si vede precipitare è in realtà una scena presa dal film La macchina nera di Elliot Silverstein (The Car) esattamente al minuto 1.31.36.
  • Nella puntata Energia alternativa della prima serie, all'interno della gara esiste un'auto ad alcool identica al Generale Lee di Hazzard, con lo stesso colore, gomme e cerchioni identici, privata però dagli adesivi "01" sulle portiere e la bandiera degli Stati Confederati d'America sul tettuccio. La bandiera è presente sulla tuta e sulla giacca dei due piloti dell'auto: un chiaro omaggio (oppure una presa in giro, dato che l'auto esplode nell'episodio) al telefilm che negli Stati Uniti d'America andava in onda nello stesso periodo di Supercar.
  • Il rapper statunitense Busta Rhymes ha composto una canzone con tema principale la sound track della serie, dal titolo "Turn it up/Fire it up". Nel videoclip, però, la trama è la fuga da una specie di prigione futuristica e la vecchia KITT è una Dodge Viper. Il tema originale fu composto da Stu Phillips.
  • Il sound della sigla è ascoltabile anche in "Mundian To Bach Ke" di Punjabi MC
  • Anche il gruppo rap italiano Flaminio Maphia ha dedicato una canzone omonima a questa serie.
  • Il tema della serie è accennato anche nella canzone I-E-A-I-A-I-O del gruppo metal statunitense System of a Down.
  • Nella puntata Cavaliere dell'iguana (Knight of the iguana) della prima stagione della nuova serie di Supercar, al nuovo Michael Knight e a Zoe, una delle programmatrici di KITT, vengono dati due nomi per la copertura della missione, Devon e Bonnie. Questi due nomi sono dedicati a 2 dei personaggi principali del primo Supercar: Devon Miles e Bonnie Barstow sono rispettivamente il dirigente più importante della Knight industries e il meccanico che si occupa di KITT.
  • Nel pack aggiuntivo "Legendary Cars Collection" del videogioco di EA Games Burnout Paradise viene riproposta una copia molto simile della KITT denominata per ragioni di copyright "Carson GT Nighthawk".
  • Sono stati creati videogiochi che ricalcano la trama del telefilm come Knight Rider 2: The Game
  • In una doppia puntata de Il mio amico Arnold, Michael Knight e KITT partecipano nel loro ruolo di attori, mentre stanno girando un episodio di Supercar, salvando la vita ad Arnold ed a un suo amico.
  • Molti appassionati, anche in Italia, possiedono delle repliche di Kitt identiche in ogni dettaglio alla vettura della serie tv. Due vennero realizzate per lo stesso David Hasselhoff, che in seguito ne cedette una per farla esporre. Tutte queste auto sono repliche perché un accordo tra Universal e Pontiac prevedeva la distruzione di tutti gli esemplari di KITT usati per le riprese.
  • La voce di KARR è di Peter Cullen, che 2 anni dopo raggiunse grande fama come voce di Optimus Prime nel cartone animato Transformers; lo stesso Cullen riprese il ruolo nella serie Knight Rider; curiosamente, nel 1985 in Transformers vengono introdotti gli Stunticon, Decepticon che diventano automezzi civili nati per contrastare il predominio degli Autobot sull'asfalto; il loro caposquadra Motormaster è un autoarticolato simile a Optimus, ma presenta discrete somiglianze con Goliath; per quest'ultimo ruolo venne usato un Peterbilt 352 Pacemaker modificato; nel 2007, Optimus Prime (ancora con la voce di Cullen) appare come un Peterbilt 379 in Transformers! Negli anni 2010, in seguito al fiorire di un mercato parallelo di action figure create da piccole ditte ispirandosi agli originali Transformers, vengono prodotte anche alcune versioni degli Stunticon, ed tra queste vi è una replica di Motormaster che aggiunge dei lanciarazzi sul tetto della motrice, analogamente a Goliath.
  • Nel parco divertimenti dedicato al cinema denominato "Movieland Park" - Canevaworld sul lago di Garda, è stata costruita un'attrazione chiamata Kitt Superjet in cui si compie un giro pieno di imprevisti bagnati su potenti motoscafi all'interno di un grande bacino d'acqua.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z